Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
POLLEGIO
6 ore
Due auto si scontrano lateralmente
L'incidente è avvenuto questa sera attorno alle 18:00
FOTO
LOCARNESE
7 ore
Camionista nei guai per tutta una serie di infrazioni
Danni e utenti della strada in pericolo nel Locarnese. Ma poi è intervenuto un pedone, togliendo la chiave di avviamento
FOTO
SAN BERNARDINO (GR)
10 ore
Un'auto pericolosa sull'A13
Ha causato più danni e creato situazioni di pericolo. La polizia è riuscita a fermarla nella galleria del San Bernardino
CHIASSO
11 ore
Muore sul bus da Chiasso: ma non si sa chi è
Un 75enne di identità sconosciuta è deceduto ieri a causa di un malore. Le autorità italiane cercano in Ticino
FOTO
CANTONE
13 ore
«Quel fumo nero che usciva dal portale del San Gottardo»
Ha avuto luogo oggi a mezzogiorno il ricordo delle undici persone che morirono nella galleria il 24 ottobre 2001
LOCARNO
15 ore
Il 20enne che ha sparato resta in carcere
Convalidato l'arresto del giovane dopo i fatti di via Vallemaggia
FOTO
CHIASSO
16 ore
«Un fans club a Chiasso? Non me l'aspettavo proprio»
Miglior giovane all'ultima Vuelta, Gino Mäder è "tornato" nel Mendrisiotto accolto da un fans club nato un po' per caso.
CANTONE
1 gior
Sigarette elettroniche a scuola?
Maddalena Ermotti-Lepori (PPD) ha inoltrato un'interpellanza per capire se esista una strategia nelle scuole
LOCARNO
1 gior
Solduno, un giovane «psichicamente instabile»
Il 20enne che ha sparato alla ex fidanzata è accusato di tentato assassinio. Chiesta una perizia psichiatrica
SOLDUNO
1 gior
È salva la 22enne, giallo sul fucile
Sparatoria a Solduno: le condizioni della giovane sono stabili. Intanto riprendono gli interrogatori
CANTONE
1 gior
Norman Gobbi a colloquio con gli ufficiali e sottoufficiali professionisti
Si è discusso di Esercito, dell'operazione Odescalchi e del ruolo dei media in caso di catastrofi
MENDRISIO
1 gior
Il car-pooling salverà Ligornetto?
Un'interrogazione del gruppo Lega-Udc-Udf propone di puntare sulla modalità condivisa
CURIO
2 gior
Cede un pannello di legno, gravi ferite per un 49enne
L'infortunio è avvenuto questo tardo pomeriggio in un'abitazione privata di Curio.
CANTONE
2 gior
Quando le recinzioni sono trappole letali per la selvaggina
In Svizzera si stima che ogni anno migliaia di animali muoiano a causa dei mezzi di cinta.
AIROLO
2 gior
Lo scatto che gli salvò la vita
Vent'anni fa Oliviero Toscani entrava in galleria dietro al camion della tragedia
LOCARNO
2 gior
Sparatoria di Solduno, l'ex compagno non poteva avvicinarsi
Prima di esplodere i colpi, il 20enne ha probabilmente rincorso la malcapitata giù per le scale.
GIORNICO
2 gior
Tre nuovi volti nel PLR di Giornico
I nuovi membri sono Elena Traversi, Sara Capri e Andrea Norghauer, diventato pure presidente.
CANTONE
2 gior
Più radar nel Luganese che in tutto il resto del cantone
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 25 al 31 ottobre sulle strade del nostro cantone
CANTONE
2 gior
«Per un salario minimo sociale»
Il Partito socialista ha lanciato un'iniziativa popolare atta a garantire «almeno 21,50 franchi all'ora».
LUGANO
2 gior
Al Moncucchetto c'è «Buona Cucina»
Il ristorante di Lugano ha ricevuto il premio assegnato dall'Accademia italiana della Cucina.
MALCANTONE
20.04.2020 - 20:410
Aggiornamento : 21.04.2020 - 07:36

«I nostri Comuni forti sono nettamente contrari a riaprire le scuole»

L'anticipazione di Giovanni Cossi, che è alla testa della Conferenza dei sindaci del Malcantone

Il messaggio diretto al Governo: «Ho sentito parecchi sindaci. Pensiamo che riaprire le scuole per le poche settimane che restano non abbia senso. È un rischio inutile».

VERNATE - «Riaprire le scuole per le poche settimane che restano non ha senso. È un rischio inutile». Quello di Giovanni Cossi sarebbe solo il parere di un politico, se non che il sindaco di Vernate infila il dito in quella che si annuncia come una nuova spaccatura istituzionale tra i Comuni e il Cantone, nel caso in cui il Governo dovesse seguire Berna sulla rotta della ripresa scolastica il prossimo 11 maggio. Covid permettendo.

«Ho sentito parecchi sindaci - spiega Cossi, che presiede la Conferenza dei sindaci del Malcantone - e devo dire che i Comuni maggiori, quelli che incarnano la spina dorsale economica della nostra regione, sono decisamente contrari alla riapertura delle scuole comunali. A questi tre comuni aggiungo anche Vernate». Cossi fa anche i nomi di chi è pronto a smarcarsi da Berna (e se del caso da Bellinzona), ma poiché il tema in parte deve ancora essere discusso dai Municipi in questi giorni, lo stato dell'arte è fermo al parere autorevole dei sindaci. Un parere, va detto, che si allinea alle perplessità espresse nei giorni scorsi dagli amministratori delle maggiori città del cantone.

Il sindaco di Vernate parla anche di un suo personale sondaggio tra la popolazione, i genitori in particolare, del Malcantone: «Ci sono due scuole di pensiero. Una corrente favorevole alla riapertura perché si dice stufa di tenere i bambini a casa. L’altra, decisamente maggioritaria, è contraria a riaprire per un solo mese, causando oltretutto rischi inutili ai nonni quando i nipoti a breve inizieranno le vacanze estive».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pulp 1 anno fa su tio
Interessante notare come ci siano posizioni estreme, ma spesso senza entrare troppo nel merito. Ebbene scuola si o scuola no? Io partirei con dei grossi distinguo. Le scuole dell'infanzia (asilo) sono una cosa, le elementari un'altra e le medie un'altra ancora. Se é vero che per le medie l'insegnamento a distanza potrebbe aver funzionato (sottolineo potrebbe visto che non é dimostrato) per le scuole elementari (e lo dico per esperienza) il tanto decantato modello é stato un carico di compiti - sparsi e senza dettagli o metodologie su come procedere e nulla più. Ad oggi, non ho ricevuto una che sia una chiamata dalla docente dei miei figli e l'unica cosa che mi sono ritrovato a fare sono compiti su compiti con le difficoltà del caso. Il ritorno a scuola potrebbe (e ri-sottolineo potrebbe) dare un corretta visione sull'apprendimento e sul proseguio. Ovviamente anche il tema "trasporti" é totalmente diverso…. scuole elementari - si va a piedi o accompagnati - per le scuole medie é diverso e potenzialmente anche la gestione dei ragazzi lo é rispetto ai bambini.
pulp 1 anno fa su tio
@pulp Poi c'é il buon senso e le indicazioni degli esperti. Esperti che dicono come i casi di covid fra i piccolini siano praticamente nulli e anche il contagio non é apparentemente problematico. Certo se poi i genitori mandano i figli a scuola anche se hanno la febbre, tosse, influenza intestinale ecc. ecc., beh fate voi…. ma questo valeva anche prima del covid19. Nel mese di ottobre una classe dimezzata perché una mamma aveva mandato il figlio a scuola nonostante avesse vomitato il giorno prima e la mattina stessa. Ecco così non funziona…. ma non funziona nemmeno vedere i bimbi che non vanno a scuola ma poi c'é chi li lascia incontrarsi in paese e giocare allegramente….. io finora ho rispettato le direttive dell'autorità e continuerò a farlo, ma non vorrei che le decisioni fossero prese per via dell'isteria collettiva di qualche mamma o papà, vorrei invece che ci si basasse su dati oggettivi e ci si dotasse delle giuste precauzioni per proseguire e questo non vale solo per la scuola ma per tutte le nostre attività.
Mattiatr 1 anno fa su tio
@pulp Concordo, mio fratello in prima media è nella stessa situazione. Ci sono stati giorni in cui ha passato la mattinata attaccato al nalel perché non aveva nulla da fare.¶ Le medie e le elementari solitamente si svolgono a livello locale, non vedo perché tenerli a casa, a patto però che vengano rispettate distanze con anziani e persone sensibili (già che se hai un figlio con la polmonite 300 giorni all'anno, una domanda me la farei). Per apprendistati e licei la storia cambia totalmente, ci sono grandi spostamenti in gioco (due anni fa mi facevo 3:30 ore al giorno di bus e treno per andare a scuola), quindi li farei continuare sul percorso attuale di scuola a casa studiando un metodo di valutazione. Per le università la penso nello stesso modo che per i licei.¶ In ogni caso è piuttosto rilevante far tornare le persone a lavorare, perché più si resta fermi e maggiori saranno le conseguenze sul mercato ticinese, svizzero e globale.
marco17 1 anno fa su tio
Il solito sindaco ganassa, già distintosi per una disgustosa campagna contro gli svizzeri tedeschi.
Evry 1 anno fa su tio
Governatori responsabili e decisi, COMPLIMENTO, grazie e auguri per quello che fate per i cittadini !
seo56 1 anno fa su tio
Scuole e frontiere chiuse fino a settembre!
Norvegianviking 1 anno fa su tio
@seo56 E tu con il cerotto alla bocca
Doda 1 anno fa su tio
non capisco più come il governo ? Non capisco più come pensa e come agisce! Per poche settimane di scuola,miriade di persone per le strade e in giro..fosse per metà anno,capirei ma per poche settimane il gioco non vale la candela! Ma come riflettono?
Norvegianviking 1 anno fa su tio
Credo che pochi di chi scrive qua abbiano avuto un lutto a causa del virus. Facile parlare. Chi invece l'ha subito sa cosa si prova e scuote il capo davanti a certi deliri.
pulp 1 anno fa su tio
@Norvegianviking Mi spiace molto se sei stato colpito da vicino da questa brutta malattia e qualche tuo caro sia purtroppo scomparso. Realisticamente però puoi imputare alla scuola il contagio? La malattia é brutta, sempre e comunque ed il dramma della morte é parte della nostra vita, ma se pensiamo di blindarci fino a quando questo brutto virus sarà debellato, allora dovremo restare a casa per due anni.
Norvegianviking 1 anno fa su tio
@pulp Se servisse lo farei anche. Certo il mondo cambierebbe e cambierà comunque anche dopo alcuni mesi di lock down. Io non impuro nulla alla scuola, dico solo che aprendo le scuole il virus non scompare. Mancano una manciata di settimane, lasciamo le scuole chiuse.
pulp 1 anno fa su tio
@Norvegianviking Vedi...implicitamente hai dato la risposta al problema. Il mondo è cambiato. Il ritorno a scuola, al lavoro, alla normalità va fatta con metodo. Anche a scuola si possono (anzi si devono) implementare misure per evitare i nuovi contagi... ma bloccare tutto è molto più pericoloso.... te lo immagini un futuro con il 20 o 30 per cento di disoccupati? Lo reputi un male minore rispetto alle percentuali di contagio e di morti? Io vorrei che il virus non fosse mai esistito... ma credo che ci dovremo convivere e vivere.
BRA_Zio 1 anno fa su tio
Ma che cavolo dite? In giro si vede già parecchia più gente in e tra due settimane e non ci sarà più nessuno a casa... E allora che senso ha, far stare a casa i bambini? Che tra l altro non si contagiano e non sono contagiosi. E poi chiedetelo a loro... La maggioranza non ce la fa più....vogliono tornare a scuola. È giusto così.
Dioneus 1 anno fa su tio
Se volete un secondo picco e un'estate di morti, fate pure:) io lavoro da casa e, Dio grazie, i miei figli in Lombardia fino a settembre (almeno) stanno a casa con me
Norvegianviking 1 anno fa su tio
@Dioneus Condivido. Qua sono fuori di testa. Chi non ha avuto a che fare con contagi e magari decessi, la fa facile.
Brega84 1 anno fa su tio
Come pure far entrare i frontalieri e come pure forse riaprire il 27.04 ridicolo!!!!
sedelin 1 anno fa su tio
tenere le scuole chiuse é indice di scelleratezza: ai bambini non pensa nessuno :-(
Norvegianviking 1 anno fa su tio
@sedelin Questa è da oscar
pillola rossa 1 anno fa su tio
@sedelin Comuni forti per genitori deboli. Approfittando del terrore creato abusano del loro potere ergendosi a difensori della vita. E la gente li osanna. Mi ricorda un triste periodo storico.
Dioneus 1 anno fa su tio
@Norvegianviking Anzi: di Oscar ne darei due!
streciadalbüter 1 anno fa su tio
Cossi ha ragione:il buonsenso ci invita a non abbassare la guardia,perché una recrudescenza del virus é li`che aspetta la dabbenaggine di chi mette avanti le ragioni economiche a quelle epidemiologiche.
miba 1 anno fa su tio
Troppe persone sembrano allergiche al ritorno della normalità....
sedelin 1 anno fa su tio
@miba allergiche e prive di senno.
pillola rossa 1 anno fa su tio
@miba Incapaci di andare oltre l'apparenza costruita ad arte. Immersi in un incubo comune come un brutto archetipo collettivo.
Norvegianviking 1 anno fa su tio
Riaprire le scuole a maggio. Posso scompisciarmi dalle risate ?????? !!!!??????????. Va bene avere la testa quadrata, ma qua si arriva ad averla cubica.
MrBlack 1 anno fa su tio
@Norvegianviking In Italia le mamme gridano allo scandalo e danno dei pazzi ai politici perché non riapriranno le scuole e non sanno dove lasciare i figli ora che riaprono alcune attività lavorative. Qui c’è chi si lamenta perché le aprono. Diciamo che la testa prende forme diverse a secondo di chi la guarda...
Dioneus 1 anno fa su tio
@MrBlack Ma che scemenze vai inanellando?
MrBlack 1 anno fa su tio
@Dioneus Prova a chiedermi cosa non ti è chiaro, senza insultare.
Zarco 1 anno fa su tio
Scuola finita per quest’anno!
MrBlack 1 anno fa su tio
Ah beh...se hanno intenzione di rifilarli ai nonni durante l estate...e magari fare giocare assieme i bambini di giorno. Tanto vale aprirle subito le scuole. Anche perché riaprendo molte attività...è chiaro dall’articolo che molti finirebbero comunque dai nonni.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 02:13:11 | 91.208.130.89