Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Merlot ticinesi sugli scudi al Grand Prix du Vin Suisse
Nella categoria legata a questo vitigno si sono imposti il Quattromani 2018 davanti alla Tenuta San Rocco - Porza 2018.
CANTONE
4 ore
«Una brutta faccenda di sfruttamento salariale alla ticinese»
Ghisletta punta il dito contro quei benzinai «ostili» al contratto collettivo di lavoro per chi è impegnato negli shop.
FOTO
BELLINZONA
5 ore
Scontro tra due veicoli su via San Gottardo
L'incidente, avvenuto questa sera, ha provocato solo danni materiali.
LUGANO
6 ore
Morta la vedova Zappa, appello ai creditori
Si è spenta a 67 anni una delle protagoniste della cronaca giudiziaria ticinese
MENDRISIO
7 ore
A Ligornetto «non facciamo favoritismi»
Il blocco del traffico nel quartiere ha intasato il Basso Mendrisiotto. E innescato polemiche
FOTO
CHIASSO
9 ore
Il favoloso compleanno di Amelia
Lo scorso 9 ottobre la signora Amelia Rottenmanner ha spento cento candeline presso la Casa anziani Giardino.
CANTONE
10 ore
Stop al certificato in biblioteca, al via la petizione
La motivazione: «In alcuni casi la biblioteca è l'unico luogo che garantisce le condizioni adeguate allo studio».
LUGANO
11 ore
La Posta del centro si rifà il look
La succursale di Lugano 1 è la più grande del cantone.
CANTONE
14 ore
Oltre duemila firme contro il taglio delle pensioni
Le ha raccolte il sindacato VPOD per dire “no” alla misura prevista per il 2023
FOTO
BRISSAGO
15 ore
In battello alle Isole di Brissago per un autunno speciale
La stagione turistica sul bacino svizzero del Lago Maggiore si conclude il prossimo 7 novembre
FOTO
MENDRISIO
15 ore
«Oggi qualcuno sorride, ma altri piangono»
È entrato in vigore stamattina il divieto di transito attraverso il nucleo di Ligornetto. Non mancano però le lamentele.
LUGANO
05.03.2020 - 17:110
Aggiornamento : 21:03

Lugano al tempo del coronavirus: servizi garantiti e il LAC dimezzato

La Città ha emanato le proprie disposizioni per contrastare l'epidemia

Le misure riguardanti i dipendenti comunali non comprometteranno l'operatività dei servizi. Tanti gli eventi che saranno rinviati a data da destinarsi.

LUGANO - Anche Lugano ha fatto le proprie scelte per contrastare l'emergenza coronavirus. Il Municipio - riunitosi oggi - ha infatti posto l'accento su varie misure interne per rallentare la diffusione del Covid-19 e nel contempo per garantire il mantenimento dell'operatività dei servizi pubblici. «L'attività dell'amministrazione comunale continua normalmente. Abbiamo comunque identificato le persone la cui presenza in ufficio è indispensabile. Gli altri dipendenti potranno svolgere le proprie mansioni da casa con il telelavoro».

Misure per i dipendenti comunali - Anche la Città di Lugano si è adeguata alle disposizioni federali relative alle norme di comportamento. In particolare si sono aggiunte le misure di evitare le strette di mano e il rispetto della distanza sociale. A titolo preventivo, la Città sconsiglia fortemente i viaggi privati nelle zone a rischio, ovvero in Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Piemonte. «Per trasferte di lavoro o formazione impossibili da rinviare è necessario richiedere un'autorizzazione preventiva e occorrerà tenere traccia dei contatti intrattenuti». 

Eventi - La Città di Lugano ha deciso che a tutti gli eventi su suolo pubblico e interni (ovviamente sotto le mille presenze) - anche quelli già approvati dal Cantone - sia accertata un'accurata tracciabilità dei presenti. Gli organizzatori dovranno altresì fare in modo che la distanza sociale venga rispettata e potenziare l'informazione per i gruppi a rischio di non partecipare all'evento.

Lac dimezzato - Per corrispondere a queste normative, il LAC ha deciso di posticipare gli spettacoli in programma questa fine settimana. Le date dei recuperi verranno comunicate in seguito mentre i biglietti restano sempre validi. Gli altri eventi del mese di marzo sono invece confermati, ma con delle limitazioni: «La distanza sociale sarà osservata garantendo una poltrona libera a fianco di ogni poltrona occupata». La capienza della Sala Teatro verrà quindi in pratica dimezzata.

Scuole aperte - Per quanto riguarda le scuole comunali - elementari e asili - Lugano segue le disposizioni date ieri dal medico cantonale. «Per il momento è stato deciso di non chiuderle. Non escludiamo però che questa misura venga adottata più in là per rallentare la trasmissione della malattia all'interno della comunità».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
dilandog 1 anno fa su tio
Il Consiglio ha deciso di far lavorare da casa i propri dipendenti, le altre società sono informate sulle evoluzini e cercano soluzioni identiche per chi se lo puo permettere. Il tuo commento mi sembra particolarmente inutile. Le scuole è giusto che restino aperte, almeno fino a nuovo avviso. Critichiamo tanto tutto e tutti, si sta sfiorando la pazzia. In ogni caso, prima di inviare post senza senso, informati! CV, lavoro rifiutato, non hanno nulla a che fare con il titolo dell'articolo ne tantomeno con quanto scritto.
8Paola3 1 anno fa su tio
Trovo assurdo che dipendenti dello stato stanno a casa (frontalieri inclusi) pagati con le nostre tasse e quando mandi un cv chiedono fra poco pure quante volte vai a cag*** al giorno e se hai patalogie non zi assumono perché costi! Adesso un dipendente non costa allo stato lavorando da casa? E poi vogliono chw il paese sia unito! Ma per piacere, qui si fanno le selezioni belle e buone e fra tanto noi guardiamo e il buon consigliere B. le scuolr non si chiudono ma guai se sui posti statali qualcuno si ammala!!!
Dicociochepenso 1 anno fa su tio
Signori si può capire il nervosismo dettato da un momento critico ma vi prego smettetela con queste accuse assurde a questi e quelli lo volete capire che siamo tutti uguali e tutti nella stessa barca il consiglio è che tutti insieme uniti e collaborando che si sconfigge!!!dov’e ‘ finita la fratellanza e l’empatia che caratterizza noi esseri umani!!!sembra che l’avete c.....ta fuori e tirato lo sciacquone...
dilandog 1 anno fa su tio
Ne leggo di ogni, ma chi scrive lavora oppure è a casa a grattarsi. Molte aziende si sono attrezzate per il lavoro da casa e molti frontalieri restano a casina.... infatti notare il traffico praticamente nullo. Uscite di casa al posta di stare dietro una tastiera ascibere cose a vanvera. L’unica cosa che condivido è il lassismo dei nostri politici. Possono fate meglio e di più, ma ricordiamoci che se i servizi vengono sospesi, si crea il caos!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 02:34:28 | 91.208.130.87