Tio.ch/20 minuti - Davide Giordano
+2
ULTIME NOTIZIE Ticino
BERNA / CANTONE
6 ore
Occhi della deputazione ticinese puntati su Posta e accesso al mercato finanziario italiano
I parlamentari ticinesi ribadiscono la loro contrarietà all'elezione di un germanofono nel Cda del gigante giallo.
LOCARNO
7 ore
Un sottocenerino per la Sopracenerina
Il nuovo direttore della Società Elettrica sarà Pietro Nizzola, che sostituisce Daniele Lotti
AGNO 
8 ore
"Cadrega" negata e Soldati scende dal treno
Dietro le dimissioni del presidente delle FLP le resistenze degli azionisti privati sulla nomina di un membro di CdA
VIDEO
MAGGIA
9 ore
I serpenti della Maggia conquistano TikTok
Il video di una lotta rituale ha valicato il Gottardo, e i contendenti si coprono di gloria
FOTO E VIDEO
LOCARNO
9 ore
Cade sulle rocce e si ferisce, infortunio a Ponte Brolla
L'incidente è avvenuto lungo la Maggia. Per soccorrere il ferito sono intervenuti Rega e Salva.
CANTONE
10 ore
Aperte le iscrizioni dei corsi «per imparare a studiare»
Anche nel 2021 torna il progetto di Pro Juventute dedicato ai ragazzi delle Scuole Medie.
CANTONE
11 ore
Quattromila posti liberi al Centro di Biasca
Le autorità sanitarie consigliano ai cittadini di prendere appuntamento in Riviera per il vaccino.
CANTONE
11 ore
C'è un nuovo direttore alla Federazione Pompieri Ticino
Si tratta di Nelson Ortelli che assumerà la carica il prossimo mese di novembre sostituendo Francesco Guerini.
CALCIO
12 ore
Brutta e senz'anima: questa Nazionale è al capolinea?
Euro 2020: cosa succede alla Svizzera? Gli esperti Livio Bordoli e Arno Rossini su Piazza Ticino. Guarda il live.
CANTONE
13 ore
«Fra gli impiegati c'è un costante deterioramento dei salari»
La denuncia dell'OCST: «L'aumento del numero di frontalieri trascina verso il basso i salari dei residenti».
BELLINZONA
13 ore
A Bellinzona tornano concerti e cinema all'aperto
La capitale si anima con la seconda edizione di "Estate in città".
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
Bocciato il pedaggio al San Gottardo per vetture straniere
La mozione presentata da Marco Chiesa e ripresa da Piero Marchesi è stata respinta dal Consiglio nazionale.
CANTONE
14 ore
Dal Ticino parte la lotta al «ricercato speciale»
Agroscope ha lanciato uno strumento innovativo per monitorare la diffusione del coleottero giapponese.
LOCARNO
15 ore
Il tifo che sfocia in violenza: botte e insulti in centro a Locarno
Due giovani sostenitori della nazionale italiana sono stati presi di mira a seguito della sfida Svizzera-Italia
FOTO
CAPRIASCA
15 ore
Elementari di Tesserete, posata la prima pietra
La cerimonia si è svolta alla presenza, fra gli altri del direttore del DECS Manuele Bertoli
LUGANO
19.06.2019 - 08:340
Aggiornamento : 09:33

Divieto di fumo in stazione, anche sul binario 4

Questa mattina è stato dipinto il simbolo che vieta ai fumatori di accendersi una sigaretta nell'area della stazione

LUGANO - I nuovi cartelli di divieto di fumo erano comparsi già lo scorso 7 giugno, ma questa mattina alla stazione di Lugano è stato dipinto anche il simbolo sull'asfalto del binario 4, entrando a piedi da Via Basilea. Anche lì, quindi, sul binario più esposto rispetto alla strada, vige il divieto di fumare.

Il divieto è stato deciso nel mese di novembre 2018 dall'Unione dei trasporti pubblici (UTP), dopo avere effettuato una fase di test (anche a Bellinzona), per «migliorare la qualità dell'aria e diminuire la sporcizia per terra», ma anche «per una più piacevole esperienza sulle banchine». La misura è stata introdotta ufficialmente il 1. giugno.

«Si tratta di una soluzione che tiene in considerazione i bisogni di tutti i clienti», aveva evidenziato l'Ufficio federale dei trasporti (UFT). Le stazioni svizzere sono state suddivise in tre categorie. Le grandi, con traffico di lunga distanza e lunghi marciapiedi, vengono dotate di due zone fumatori contrassegnate per marciapiede. Le stazioni medie di una per marciapiede. Le piccole stazioni e le semplici fermate, infine, con zone fumatori agli accessi che delimitano il marciapiede.

Per l'UTP, queste nuove disposizioni sono il logico seguito del divieto di fumo nei treni entrato in vigore nel 2005: un provvedimento di salute pubblica e un miglioramento della pulizia nelle stazioni.

Ma c'è un "ma". In Svizzera non c'è attualmente un quadro giuridico che consenta di multare i fumatori indisciplinati. «Contiamo sul buon senso degli utenti», aveva spiegato Bruno Galliker, portavoce dell'UTP. Sono le singole compagnie ferroviarie a completare i loro regolamenti per le stazioni e a proibire il fumo fuori dalle zone d'eccezione. Ed è qui che entrano in gioco anche i cartelli comparsi a Lugano lo scorso 7 giugno, che ricordano agli utenti il "Regolamento della stazione" e come comportarsi.

Tio.ch/20 minuti - Davide Giordano
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
mary50 1 anno fa su tio
penso che alle FFS non sono preoccupati alla nostra salute...ma avranno un netturbino in meno e da licenziare.
mary50 1 anno fa su tio
Personalmente penso che alle FFS della nostra salute non puo' fregar di meno. I loro guadagni saranno qualche netturbino in meno e un qualche licenziamento in piu'.
don lurio 1 anno fa su tio
A chi fuma proibire di accedere alle stazioni treni bus aerei navi, vietargli di acquisto qualsiasi mezzo …..
anndo76 1 anno fa su tio
@don lurio a chi non fuma e rompe le palle fumargli antico toscano in faccia e mandarlo affanc....visto che con i miliardi di introiti che prelevano dalle sigarette e tabacchi STRAPAGHIAMO anche la tua salute..
Tato50 1 anno fa su tio
@anndo76 anndoooo; come mai il tuo Post è arrivato anche a me ? Io faccio parte dei contribuenti dell'AVS, ho avuto un cancro al polmone e uno al bronco sinistri. Operato d'urgenza a Bellinzona dopo quattro mesi quello al bronco era tornato più cattivo che mai e son dovuto andare al Chuv di Losanna dove mi hanno squartato come un maiale. Al Prof. che mi ha operato ho chiesto se il fumo era la causa del problema e mi ha risposto di aver avuto casi come il mio di gente che non toccava una sigaretta. Io una decina al giorno le fumo ancora almeno se crepo non mi sono privato di nulla; non fumo in casa, in auto e ti dico la verità che se prima ero scettico sul divieto di fumare dove si mangia ora sono il primo a sentirne il beneficio di gustare il cibo e non il fumo. Per la sigaretta c'è sempre il tempo anche un paio dopo e quelle poche che fumo me le gusto mentre prima era un'abitudine a basta.
gp46 1 anno fa su tio
Una vettura con l'aria condizionata guasta e segnalata a chi di dovere da metà maggio, circola ancora giornalmente perché (risposta della centrale) "Siccome questi treni (ETR) fra poco non ci saranno piu', non é piu' prioritario ripararli"......Una vettura con 40° all'interno fa la gioia dei viaggiatori in luglio. Fanno i brillanti pitturando divieti di fumo sui marciapiedi per pochi spiccioli, mentre le riparazioni vengono tralasciate perché costano...
Tato50 1 anno fa su tio
@gp46 Poi se respiri la polvere dei freni di un convoglio in arrivo, questo è un dettaglio ;D
Tato50 1 anno fa su tio
A me quelli che non fumano non mi danno fastidio.
Irishboy 1 anno fa su tio
Come se rinunciare alla sigaretta in stazione fosse una questione di vita o di morte... basta lamentarsi per qualsiasi cosa!!!!
Pongo 1 anno fa su tio
qualcuno sa se è già in vigore una legge federale che vieta il fumo in quelle aree? Voglio dire, è veramente punibile? O sono le ffs che inventano la loro legge?
Irishboy 1 anno fa su tio
@Pongo C'è scritto nell'articolo... a livello federale non esiste ancora una legge...
Pongo 1 anno fa su tio
a quando il divieto di salire sul treno?
pontsort 1 anno fa su tio
Era ora, unica cosa trovo che la segnaletica non sia stata fatta benissimo. Trovo manchino delle linee per far capire meglio dove inizia il divieto. Comunque la situazione attuale era insopportabile a causa della maleducazione di chi ti si mette vicino a fumare e alla fine a doversi spostare è sempre chi non fuma ( sempre che riesce a trovare un posto sopravento visto che in genere si sparpagliano bene lungo tutta la banchina)
pontsort 1 anno fa su tio
Era ora, unica cosa trovo che la segnaletica non sia stata fatta benissimo. Trovo manchino delle linee per far capire meglio dove inizia il divieto. Comunque la situazione attuale era insopportabile a causa della maleducazione di chi ti si mette vicino a fumare e alla fine a doversi spostare è sempre chi non fuma
Tato50 1 anno fa su tio
@pontsort Ah certo mancano le linee; come se il fumo, se ci fossero, si fermerebbe ;-(
interceptors 1 anno fa su tio
Trovo giusto. Ora un piccolo periodo per far abituare la gente e poi, multare!
GI 1 anno fa su tio
certo che se per ottenere il rispetto della cosa pubblica (leggasi mozziconi gettati per terra e tra i binari) bisogna proibire il fumo....non ci siamo.....
sedelin 1 anno fa su tio
roba da matti! come in amerika :-(
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-18 02:34:21 | 91.208.130.85