Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
15 min
Radar a Camorino: «Nessuna distanza minima dal cartello?»
MASSAGNO
34 min
Sberle e denunce tra mamme al parchetto
MENDRISIO
41 min
Una serata per aspiranti soccorritori volontari
CANTONE
1 ora
Ferrovia Ticino-Malpensa: un treno su dieci è in ritardo
CANTONE
8 ore
Frate cappuccino alla sbarra a dicembre
CANTONE
10 ore
Gobbi sul radar di Camorino: «Lo scopo preventivo è quantomeno discutibile»
CANTONE
10 ore
Swiss sui voli cancellati: «Siamo in stretto contatto con Adria Airways»
CANTONE / SVIZZERA
11 ore
Lavoratori distaccati: «No a maggiori diritti verso gli appaltatori»
CANTONE
11 ore
Casse malati, l’Ordine dei medici sta con Raffaele De Rosa
BIASCA
13 ore
Licenziato dall'Ocst: «Sono distrutto»
CANTONE
13 ore
Prevenzione o radar trappola? A Camorino è strage di multe
CANTONE
14 ore
Martina Hirayama ricevuta da Manuele Bertoli
CANTONE
15 ore
Consuntivo 2018, c'è l'ok del Gran Consiglio
CANTONE
15 ore
Troppi voli cancellati: «Non si può andare avanti così!»
CANTONE
15 ore
Pau-Lessi: «Mai coperto nessuno». E chiede di essere sentito dal Gran Consiglio
LUGANO
17.09.2018 - 14:450
Aggiornamento : 16:19

Spazio Morel, c’è la domanda di costruzione

È in pubblicazione la richiesta per il cambio di destinazione: era una delle condizioni poste dalla Città per permettere il proseguimento delle attività

LUGANO - Rispetto delle disposizioni di legge e una domanda di costruzione. Sono queste le condizioni che, lo scorso maggio, erano state poste dal Municipio di Lugano per permettere il proseguimento delle attività allo Spazio Morel, in via Antonio Adamini. E da oggi all’Ufficio tecnico comunale è quindi in pubblicazione la richiesta per «il cambio di destinazione da garage a spazio per attività culturali».

Il progetto, partito nel febbraio 2017 nello stabile dell’ex garage Morel, propone un ambiente sperimentale e aggregativo per artisti e musicisti. Ma la scorsa primavera lo spazio culturale indipendente si era scontrato con la Città, che aveva deciso di «non rilasciare più alcun permesso speciale per l’esercizio provvisorio e l'intrattenimento musicale». Il motivo? Un’esibizione dal vivo sarebbe terminata un’ora e un quarto dopo il limite consentito.

Per lo Spazio Morel, gestito dall’Associazione culturale Drunken Sailors, l’attività proseguirà fino all’abbattimento dell’edificio che lo ospita, previsto per l’estate 2019.

1 anno fa Palazzine dietro al Lac: il progetto si adatta
1 anno fa Morel, trovato un accordo
Commenti
 
pulp 1 anno fa su tio
Mi fa sorridere il nome.... marinai ubriachi, associato a "culturale". Però non li conosco e magari a parte il nome goliardico sono bravi e propositivi.
Tenderloin 1 anno fa su tio
@pulp Perchè hanno iniziato tanti anni fa quando erano giovanissimi semplicemente per organizzare feste e concerti ( che cmq è sempre cultura anche se è per divertirsi e bere). Poi negli anni hanno sviluppato i loro interesse e il loro raggio d'azione. Cmq all'interno del Morel trovano spazio anche alcune startup tra cui una produzione di birra artigianale.
limortaccituoi 1 anno fa su tio
Una volta abbattuto l'edificio e finita l'esperienza del Morel si potrebbe collaborare con questi ragazzi, che hanno dimostrato di saperci fare, per la futura gestione dell'ex macello oggi (mal)gestito.
Tenderloin 1 anno fa su tio
Forza ragazzi. Un grande esempio di gioventù attiva e propositiva. Chapeau!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 07:09:44 | 91.208.130.87