Keystone
La quota di donne è cresciuta in quasi tutti i Cantoni e sulle liste di quasi tutti i partiti.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Le stazioni ferroviarie più comode d’Europa: Zurigo al secondo posto
La classifica è stata stilata dal Consumer Choice Center, e la Svizzera può esserne soddisfatta
VAUD
11 ore
Caduta mortale nella gola del Chauderon
Una 62enne è precipitata per una cinquantina di metri
URI
11 ore
In retromarcia sull'A2 per evitare controlli
Pericolosa manovra di tre autotrasportatori, che volevano sottrarsi a un controllo perché i loro veicoli presentavano difetti tecnici
FOTO
TURGOVIA
13 ore
Scoppia la polemica su questo cartellone elettorale
La decisione di una candidata al Gran Consiglio turgoviese di farsi ritrarre con un fucile d'assalto ha riportato alla mente la strage avvenuta a Zugo
VIDEO
BERNA
13 ore
Quando l'acqua anziché cascare... risale
Curioso fenomeno quello immortalato nell'Oberland bernese. Ma c'è una spiegazione
SVIZZERA
13 ore
Quasi 90enne, il Glacier Express è sempre più amato
Il caratteristico treno rosso ha registrato un +10% di passeggeri: «Continua a essere una delle esperienze ferroviarie di maggior richiamo del mondo»
LUCERNA
16 ore
Beccato con la targa contraffatta e senza patente
Il 32enne polacco è stato fermato ieri nei pressi di Triengen
SVIZZERA
16 ore
Feriti sulle piste: 140 interventi in un weekend
È stato un fine settimana intenso per la Rega. Numerosi gli sciatori soccorsi per infortuni
ARGOVIA
16 ore
Trovata morta una donna scomparsa a fine dicembre
Il corpo della 64enne è stato rinvenuto a pochi chilometri di distanza dal suo domicilio
SVIZZERA
16 ore
Il cervo dello Jägermeister ha perso il suo significato cristiano
Il TAF ha stabilito che il logo del noto digestivo, un cervo con una croce, può essere commercializzato senza ferire i sentimenti religiosi
SVIZZERA
30.09.2019 - 10:220
Aggiornamento : 11:30

Le donne vogliono tingere di rosa il Parlamento: «Obiettivo metà-metà»

Per la prima volta, le candidate al Consiglio nazionale superano il 40% del totale. Una coalizione in favore delle quote rosa: «Ora non resta che votarle»

BERNA - Le donne ambiscono a un Parlamento metà-metà, in cui i generi siano ugualmente rappresentati. Per la prima volta, le candidate al Consiglio nazionale superano il 40% del totale. Ora, è il momento di votarle, afferma una coalizione in favore delle quote rosa guardando alle imminenti elezioni federali del 20 ottobre.

La quota di donne è cresciuta in quasi tutti i Cantoni e sulle liste di quasi tutti i partiti, sottolinea in un comunicato odierno la Commissione federale per le questioni femminili (CFQF), che collabora con cinque organizzazioni, tra cui l'Alleanza delle società femminili svizzere (alliance F). In Ticino la percentuale di candidate (36,2%) è inferiore rispetto al resto del Paese, dato che la Svizzera tedesca si attesta al 40,8% e quella romanda al 39,4%.

Da Zugo a Sciaffusa - In cima alla classifica si trova Zugo con il 49,3% (37 donne e 38 uomini), seguito da Basilea Città (45,9%). Ultime posizioni invece per San Gallo (32,9%) e Sciaffusa (24,1%). Come si può notare, malgrado il record registrato, ovunque gli uomini si trovano in maggioranza.

In 19 dei 20 Cantoni che applicano il sistema proporzionale - nei sei a sistema maggioritario non sono state depositate né liste elettorali né candidature ufficiali - il tasso di donne è salito. In controtendenza solo Svitto (-1,5 punti percentuali). L'aumento più consistente, oltre i 10 punti, si osserva a Neuchâtel, Vallese e Turgovia.

Si smarca solo il PBD - A livello di partiti, solo il PBD, dove la percentuale di donne è diminuita di 1,2 punti, non si allinea al trend. L'incremento più accentuato è messo a referto dai Verdi liberali (+7,8 punti), davanti a Partito evangelico (+6,9) e PLR (+6,6). Seguono nell'ordine PPD (+5,9), Verdi (+4,8), PS (+4,1) e UDC (+3,2).

Gli schieramenti di sinistra sono quelli in cui si osserva un maggior successo delle quote rosa. Le liste di ecologisti (55,4%) e socialisti (51,0%) sono infatti a prevalenza numerica femminile. I Verdi sono inoltre l'unica formazione a presentare in tutti i Cantoni un ventaglio di candidati o equamente diviso fra i generi o in cui le donne sono preponderanti.

Il tasso di donne in casa PPD (40%) è in linea con la media nazionale (40,3%). Il PLR (37,3%) non è lontano, al contrario dell'UDC (22,1%). Quest'ultimo partito, insieme al PBD, è il solo a non presentare nessuna lista cantonale con più donne che uomini. Nei Verdi, che capeggiano la particolare graduatoria, ciò capita invece 13 volte.

Opera di convincimento - Attualmente, le donne occupano un terzo scarso dei seggi al Nazionale e il 13% di quelli agli Stati, viene ricordato nella nota. Dalle ultime elezioni federali, gli ambienti sensibili al tema si sono dunque impegnati a lavorare per impedire il prosieguo di questa sottorappresentanza, con una serie di progetti e campagne. Iniziative che hanno portato a candidarsi per la Camera del popolo 1873 donne, ossia 565 (+5,8 punti) in più rispetto al 2015.

Dopo il periodo di stallo attorno al 35% che si protraeva dagli anni '90, come detto nel 2019 il tasso di candidate ha compiuto un deciso passo avanti, superando la soglia del 40%. Fra tre settimane, la CFQF è dunque convinta, sulla base dell'analisi statistica divulgata oggi, che ci siano le condizioni per concretizzare questo aumento delle donne disposte a lanciarsi in politica.

Commenti
 
Maxy70 4 mesi fa su tio
Direi che l'importante é che arrivino PERSONE degne della funzione e competenti riguardano ai compiti che le attendono, indipendentemente dal contenuto delle mutande....
Bayron 4 mesi fa su tio
Ma anche NO!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-18 04:37:44 | 91.208.130.85