Deposit - foto d'archivio
GERMANIA / SVIZZERA
05.10.2020 - 21:570

“Bambini morti per la mascherina”, ecco la nuova fake news

È iniziata a circolare in Germania per poi essere ricondivisa sui social anche svizzeri, tra i "negazionisti"

Il dottor Christoph Berger, dell’Ospedale pediatrico universitario di Zurigo: «Dal mio punto di vista è semplicemente impossibile».

Fonte 20 Minuten / Daniel Krähenbühl
elaborata da Jenny Covelli
Giornalista

ZURIGO - “Quattro bambini in una settimana sono morti a causa della mascherina”. È la notizia che circola nelle ultime ore sui social e in alcuni gruppi WhatsApp, in particolare in Germania, per poi raggiungere anche la Svizzera. Si riferisce che gli incidenti siano avvenuti nella regione della Frisa settentrionale, nello stato del Baden-Württemberg e a Wiesbaden. L’ultimo a Schweinfurt, dove una bimba di sei anni sarebbe svenuta a bordo dello scuolabus per poi morire in ospedale “per avvelenamento da CO2”.

Versioni della stessa teoria che vengono fatte rimbalzare sui social network, contro cui ha preso posizione la polizia della Bassa Franconia dello Stato di Baviera: «Si tratta di fake news, non condividetele. Non c’è stato nessun incidente». Le autorità hanno anche aperto un’inchiesta per stabilire da chi è partita la falsa notizia.

Se la teoria che “la mascherina uccide i bambini” viene dalla Germania - ma la bufala era già circolata in Cina in giugno -, non mancano i “negazionisti” svizzeri che l’hanno ricondivisa. Forti delle dichiarazioni del medico tedesco Bodo Schiffmann, uno degli scettici più famosi. Recentemente, ha descritto la mascherina come un «simbolo di oppressione» e una «maschera da schiavo». In un video parla anche di un bambino che «è quasi soffocato perché la indossava», asserendo di volere «proteggere la sua fonte» non rivelandola.

La comunità dei medici smentisce categoricamente. «È estremamente improbabile che una persona sviluppi sintomi potenzialmente letali perché indossa una mascherina», ha spiegato Michael Pfeifer, presidente della società tedesca di pneumologia alla Süddeutsche Zeitung. «Non sono a conoscenza di incidenti in Svizzera di questo tipo che hanno coinvolto bambini - gli ha fatto eco il dottor Christoph Berger, dell’Ospedale pediatrico universitario di Zurigo -. Anzi, dal mio punto di vista, è semplicemente impossibile».

Secondo Berger, le mascherine certificate chirurgiche o di stoffa consentono anche ai bambini di respirare correttamente. È però importante che i genitori istruiscano i figli sul corretto uso. «Se un bambino ha problemi respiratori causati da altro, come un attacco d’asma, sa che può togliersi la mascherina. Inoltre in Svizzera è consigliato l’utilizzo solo dai 12 anni in su».


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-24 13:59:52 | 91.208.130.85