Immobili
Veicoli
Depositphotos (jonson)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
1 ora
Morto schiacciato da un albero
L'uomo stava tagliando del legname in una zona boschiva.
SVIZZERA
2 ore
«Quasi nessun Omicron-contagiato in cure intense»
È ancora Delta, secondo quanto riportato da alcuni ospedali svizzeri, a causare i decorsi più gravi.
FOTO
BERNA
4 ore
"Libertà!" e bandiere svizzere nella capitale
La manifestazione, non autorizzata, è stata sorvegliata da vicino delle forze dell'ordine.
ZURIGO
6 ore
18enne gravemente ferito da un 17enne
L'aggressore è stato arrestato a casa sua dagli agenti della polizia cantonale
SVIZZERA
6 ore
Long Covid: pendenti 1'800 richieste all'AI
Al momento non sono però noti casi in cui la rendita di invalidità è stata effettivamente concessa.
FOTO
GINEVRA
7 ore
Rogo in una palazzina, due persone in pericolo di vita
L'incendio è scoppiato nel loro appartamento.
SVIZZERA
8 ore
La malattia di Newcastle è stata rilevata in Svizzera
Diverse galline ovaiole di un'azienda avicola zurighese sono state infettate da questa sindrome, altamente contagiosa
BASILEA CITTÀ
8 ore
Tentata rapina a Basilea, ferito un 45enne
Nessuna traccia dell'autore dell'aggressione: la vittima è stata colpita alle spalle
SVIZZERA
9 ore
Anche il PLR riapre il dossier nucleare
Il 12 febbraio l'assemblea dovrebbe preannunciarsi sul ricorrere a impianti di nuova generazione
VAUD
9 ore
Caduta mortale per un operaio
L'incidente è avvenuto nel cantiere per una piscina al centro sportivo di Malley
VALLESE
10 ore
Travolto da una valanga: la vita di un 72enne è in pericolo
L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio nella regione del Col du Sanetsch
SVIZZERA
10 ore
Alleanza del Centro e Verdi Liberali in assemblea
Si parlerà delle votazioni del 13 febbraio, ma anche di Europa e AVS
NIDVALDO
10 ore
In contromano per 12 chilometri sulla A2, seguendo il navigatore
La polizia ha fermato la conducente di un veicolo con targa italiana
SVIZZERA
11 ore
«Il periodo del certificato Covid sembra arrivare alla fine»
Le decisioni prese mercoledì potrebbero essere modificate, in caso di un'evoluzione positiva della situazione pandemica
SVIZZERA
11 ore
Le vittime di aggressioni sessuali criticano l'operato della polizia
Chiunque segnali una violenza di questa natura deve essere interrogata
SVIZZERA
07.08.2020 - 19:200
Aggiornamento : 21:01

«Automobile al sole: una trappola mortale». Parola del TCS

Qualche consiglio utile per evitare brutte sorprese in questi giorni di canicola

BERNA - In questi giorni di canicola il TCS mette in guardia dal rapido aumento della temperatura all'interno delle automobili, che può essere mortale per persone e animali. Sotto il sole cocente si può infatti arrivare velocemente a 50 gradi e, dopo un'ora, fino a 80. 

Rischio spesso sottovalutato - La formazione di calore all'interno dell'auto può essere influenzata dalle oscillazioni della temperatura esterna e dalle mutate condizioni dei raggi solari, spiega il Touring Club Svizzero. «La carrozzeria, il cruscotto e i sedili diventano allora talmente caldi che basta toccarne le superfici per scottarsi. La maggior parte delle persone sottovalutano il fatto che, già dopo pochi minuti sotto il sole cocente, l'elevata temperatura all'interno di un'automobile può diventare estremamente pericolosa per persone e animali. Infatti, rimanere all'interno di un veicolo con temperature a partire dai 40 gradi diventa pericoloso. Vari test effettuati dal TCS hanno dimostrato quali provvedimenti possono veramente contribuire a ridurre la temperatura all'interno di un veicolo e che cosa si può fare per ridurre i rischi per la salute. Oltre a ciò, si devono considerare anche alcuni punti per quanto riguarda la manutenzione della vettura».

I consigli - Ecco quindi una serie di consigli utili. A partire da come evitare che l'abitacolo si surriscaldi: «Vari test del TCS hanno dimostrato che, oltre al fatto di parcheggiare la propria vettura all'ombra, l'impiego di pellicole antisolari può avere un effetto positivo sulle temperature registrate all'interno dell'abitacolo. Così, dopo un'ora di sosta, nelle vetture sprovviste di pellicole di protezione solare si sono misurate sul cruscotto temperature di oltre 77 gradi. La temperatura era invece inferiore ai 40 gradi nelle auto munite di pellicole antisolari. Contrariamente all'opinione diffusa, i test hanno dimostrato che l'influenza del colore della vernice sulla temperatura in auto è veramente minima. È vero che, nei primi 20 minuti, le automobili scure si riscaldano più in fretta di quelle dai colori chiari. Tuttavia, prendendo in considerazione un lasso di tempo più lungo, la temperatura finale si differenzia soltanto di pochi gradi».

È utile lasciare i vetri aperti per minimizzare l'aumento della temperatura? «I vetri leggermente abbassati non hanno l'effetto di raffreddamento desiderato. Durante il test, all'interno del veicolo è stata misurata una differenza di temperatura di appena 2 gradi. I test hanno invece dimostrato che durante gli spostamenti, l'apertura completa dei vetri contribuisce in poco tempo ad un considerevole raffreddamento dell'abitacolo».

Per evitare di mettere in pericolo la salute delle persone e degli animali occorre evitare di restare in un veicolo non raffreddato e parcheggiato sotto il sole. Un bambino o un animale non deve restare in auto nemmeno per una breve sosta. «A partire da una temperatura interna di 45 gradi, in pochi secondi vi è il rischio di bruciature e di lesioni della pelle. Occorre dunque prestare attenzione quando si sale in macchina, quando si toccano i sedili, il volante, la leva del cambio o altre componenti all' interno dell'abitacolo».

Arieggiare l'abitacolo - Prima di salire a bordo, aggiunge il TCS, è necessario arieggiare l'abitacolo. La differenza tra la temperatura di un abitacolo climatizzato e quella esterna dovrebbe essere al massimo di 6 gradi. Una differenza di temperatura maggiore potrebbe danneggiare l'organismo umano e comportare, ad esempio, un raffreddore.

Quali effetti potrebbe avere il calore sul veicolo? «Temperature come quelle che si riscontrano in Svizzera in piena estate» conclude il TCS «non pongono problemi a una vettura di nuova generazione, sempre che la stessa sia in perfette condizioni. Se, per esempio, manca acqua o olio, il motore può surriscaldarsi. È dunque consigliabile in estate controllare frequentemente i livelli dell'olio e del liquido di raffreddamento. Se la spia del motore si accende occorre fermarsi immediatamente e chiamare il servizio di soccorso stradale. In queste condizioni, percorrere qualche chilometro supplementare può bastare ad arrecare danni al motore, ciò può comportare costi elevati».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Nicklugano 1 anno fa su tio
In estate vado quasi solo in scooter, la temperatura è piacevole anche sotto il sole...
Don Quijote 1 anno fa su tio
Ahh ecco, ed io che pensavo che tutto quel caldo in macchina fosse dovuto a un problema del motore! Invece basta posteggiare all'ombra, grazie per le delucidazioni.
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Dimenticano di dire che per brevi soste bisogna lasciare il motore acceso per permettere al condizionatore di tenere la temperatura corretta nell'abitacolo... :-)
skorpio 1 anno fa su tio
@lo spiaggiato Non preoccuparti ..la gente lo fa anche senza ricordarlo.....
koalaboss 1 anno fa su tio
soprattutto per gli animali... non lasciateli in macchina!!!!!!!!!!!! lasciateli in casa piuttosto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
miba 1 anno fa su tio
E mi raccomando: sempre rigorosamente con la mascherina e meglio ancora se vengono indossati anche bi guanti in lattice :):):)
momo73 1 anno fa su tio
@miba Sembra assurdo ma io ne vedo ogni giorno a decine, soli/e in auto con la mascherina .. allucinante cosa hanno creato con questo terrorismo mediatico
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-22 19:55:05 | 91.208.130.89