Cerca e trova immobili

HCAPIl primo anno alla Gottardo Arena «fra alti e bassi»

30.03.22 - 07:00
Il direttore generale dell'Ambrì Nicola Mona ha stilato un bilancio della prima annata all'interno della nuova struttura
TiPress
Il primo anno alla Gottardo Arena «fra alti e bassi»
Il direttore generale dell'Ambrì Nicola Mona ha stilato un bilancio della prima annata all'interno della nuova struttura
«Una delle preoccupazioni che avevamo era quella di riuscire a traghettare l'entusiasmo, l'euforia e lo spirito della Valascia nella nuova pista, ma anche da questo punto di vista possiamo dire di aver raggiunto l'obiettivo».
HOCKEY: Risultati e classifiche

AMBRÌ - "Giù le mani della Valascia". Questo lo slogan che, negli ultimi anni, in Leventina andava per la maggiore. La casa storica dell'Ambrì, però, non era più al passo con i tempi e - avanti fra deroghe e "stampelle" - ha potuto tirare a campare fino al termine della stagione 2020-21, prima di andare in pensione lasciando un senso di vuoto nella maggior parte dei fans biancoblù, ai quali sono state consegnate le chiavi di una nuova (moderna) casa. Così l'11 settembre 2021 - una data storica per l'HCAP - la società di Filippo Lombardi ha ufficialmente inaugurato il nuovo salotto, voltando definitivamente pagina e dando nuova linfa al club.  

Com'è andato il primo anno alla Gottardo Arena? Ne abbiamo parlato con il direttore generale Nicola Mona: «È una domanda alla quale non è semplice rispondere. Il terreno è naturalmente molto vasto e dipende da che prospettiva la si guardi: ci sono stati tanti alti ma anche dei bassi».

Quali sono stati gli alti?
«A livello di ticketing e di presenza di pubblico abbiamo assolutamente centrato, ma direi anche superato, l'obiettivo che ci eravamo prefissati. 4'600 abbonati è una cifra che in Leventina non si era mai vista. Una delle preoccupazioni che avevamo era quella di riuscire a traghettare l'entusiasmo, l'euforia e lo spirito della Valascia nella nuova pista ma anche da questo punto di vista possiamo dire di aver raggiunto l'obiettivo. Il calore dei nostri tifosi è rimasto il medesimo e l'atmosfera che abbiamo respirato quest'anno è stata eccezionale».

Cosa, invece, non ha funzionato? 
«L'essere entrati di corsa nel nuovo impianto ci ha messo di fronte a tante sfide. Diversi processi non erano ancora oliati e non tutto è filato liscio. Alcuni tifosi si sono lamentati per i disservizi, che certamente non erano voluti. D'altronde, però, la prima partita era l'11 settembre e per questo ha velocizzato alcuni processi che forse andavano programmati con più calma».

Parliamo di ricavi generali: è bastata una stagione per notare la differenza?
«Direi di sì. Visto il considerevole numero di tessere vendute, a livello di abbonamenti il ricavo è stato nettamente maggiore rispetto a ciò a cui eravamo abituati. Da un lato è sicuramente figlio della novità, ma dall'altra anche del comfort, dei maggiori servizi e del minor freddo che si patisce in questa struttura. A qualcuno piaceva la Valascia per quello che era, con i suoi difetti e il suo essere diversa, ma con un nuovo impianto ne hanno beneficiato tutti coloro che avevano ben altre aspettative».

Tanti hanno spesso parlato di una cattedrale nel deserto: quale vita dare alla Gottardo Arena nei mesi in cui l'hockey è in vacanza?
«Il nostro è uno stadio multifunzionale. Ad inizio aprile spegneremo la macchina del ghiaccio per riaccenderla a giugno. Nei mesi a venire sono previste alcune manifestazioni, fra spettacoli ed eventi aziendali. Qualcosa si farà, ma purtroppo non siamo a Zurigo e non abbiamo la lista d'attesa che può avere l'Hallenstadion: Ambrì non è Zurigo... C'è comunque anche l'Osteria Valascia che rimarrà sempre aperta».

COMMENTI
 

Boss 1 anno fa su tio
già le mani avanti tra un anno arriverà la richiesta d’aiuto finanziario. si è dimenticato d’informare che sono state sbagliate parecchie cose nella costruzione della cattedrale è non tutti gli eventi si possono organizzare . ha già imparato dal suo presidente !!

Bibo 1 anno fa su tio
Risposta a Boss
Cosa sarebbe stato sbagliato e quali eventi non si potrebbero organizzare?

Boss 1 anno fa su tio
Risposta a Bibo
per esempio un automezzo con il palco non entra !’ per i concerti veri la vedo dura . il tabellone non è più possibile farlo uscire

Bibo 1 anno fa su tio
Risposta a Boss
Era per sapere, grazie x le info. :-)

Bibo 1 anno fa su tio
Risposta a Boss
Comunque mi sono informato, sembra che un autocarro possa entrare tranquillamente ma non so cosa intendi per "automezzo con il palco". Per il tabellone visto che si può alzare e abbassare presumo che non sia così complicato poterlo smontare...

angie2020 1 anno fa su tio
Pagato tutti gli artigiani😊😊?.

cle72 1 anno fa su tio
Risposta a angie2020
Non ti preoccupare. Quello che a volte viene riportato non è al 100% corretto. In qualità di fornitori con l'azienda in cui lavoro, conosco la situazione.

Blobloblo 1 anno fa su tio
Risposta a angie2020
Cosa c’è bambina?? Preoccupata??

Gus 1 anno fa su tio
Per farla funzionare meglio, bisognerebbe sostituire qualcuno

Bibo 1 anno fa su tio
Risposta a Gus
Cioè?

DE 1 anno fa su tio
IDEONA: trasferiamo i momò in Leventina e lasciamo il Mendrisiotto ai frontalieri 😂

cle72 1 anno fa su tio
Evry dagli una feta!!! non hai capito ancora nulla dei sussidi. Documentati sulle leggi svizzere prima di continuare a scrivere scemenze.

Evry 1 anno fa su tio
e i süssidi volano in alto..... cmq auguri

Bibo 1 anno fa su tio
Risposta a Evry
Ma le tue stronz... volano sempre più in alto...

Blobloblo 1 anno fa su tio
Risposta a Evry
Grazie ancora!!! 😂😂😂

KeepCalm 1 anno fa su tio
Risposta a Evry
te ghè propi la boca domà par di stüpidat..varda al to lügan va che lè mei

sergejville 1 anno fa su tio
Osteria Valascia? Ehm... no comment. Che Ambrì non fosse Zurigo (e nemmeno Rapperswil, Bienne o Lugano) lo si sapeva già in sede di progetto.

Bibo 1 anno fa su tio
Risposta a sergejville
Quindi? pensi che loro non lo sapevano? L'osteria è aperta tutti i giorni con all'interno pure la posta, perché no comment?

Blobloblo 1 anno fa su tio
Risposta a sergejville
Per fortuna non è come Lugano, se no chi la riempiva la pista??? 😂😂😂

cle72 1 anno fa su tio
Risposta a Blobloblo
Neanche regalando i biglietti😁😁e con la pista sotto il cule...tto!

Blobloblo 1 anno fa su tio
Risposta a cle72
Si infatti, neanche regalando i biglietti! 😂 Magari pagando qualcosa qualcuno in più? 😂
NOTIZIE PIÙ LETTE