PREMIER LEAGUERonaldo esce allo scoperto: «Non sono tornato allo United per arrivare sesto»

13.01.22 - 21:30
Spogliatoio spaccato e risultati al di sotto delle aspettative: nuove scintille in casa Manchester United.
keystone-sda.ch (PETER POWELL)
Ronaldo esce allo scoperto: «Non sono tornato allo United per arrivare sesto»
Spogliatoio spaccato e risultati al di sotto delle aspettative: nuove scintille in casa Manchester United.
CR7 tenta di fare chiarezza dopo gli ultimi rumors: «Quando si cambia così tanto è sempre dura. Con Rangnick siamo migliorati sotto alcuni aspetti, ma serve tempo».
CALCIO: Risultati e classifiche

MANCHESTER - Passato in estate dalla Juve al suo Manchester United, dove aveva vissuto anni gloriosi ai tempi di Sir Alex Ferguson, Cristiano Ronaldo non ha nascosto un certo malessere per l'attuale situazione dei Red Devils.

Mentre i media parlano di spogliatoio spaccato e diviso addirittura in due clan - uno abituato a parlare in portoghese e capeggiato proprio da CR7, l'altro formato dai calciatori che tra loro comunicano abitualmente in inglese -, arrivano delle dichiarazioni firmate proprio dall'asso lusitano.

«Non voglio arrivare sesto o tra i primi tre in Premier League, sono tornato qui per provare a vincere. Ho esperienza e conosco la strada, ma non dirò come fare perché non credo sia corretto», ha commentato Cristiano Ronaldo.

I diversi avvicendamenti in panchina non hanno certo alimentato serenità in casa Red Devils: «Prima Solskjaer, poi Carrick, ora Rangnick (con cui si vocifera ci sia uno scarso feeling, ndr). Quando si cambia così tanto è sempre dura. Con il nuovo mister siamo migliorati sotto alcuni aspetti, ma c'è bisogno di tempo. Penso che farà un buon lavoro. Spero che nel nuovo anno lo United raggiunga il livello che i tifosi si aspettano e meritano», ha concluso.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE