TiPress/archivio
+2
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
HCAP
1 ora
Pestoni lascerà il Berna
La conferma è giunta da Florence Schelling
NATIONAL LEAGUE
2 ore
Ambrì e Lugano: cambia il calendario
In seguito a un inizio di campionato a singhiozzo la SIHF ha deciso di apporre qualche modifica al programma
CHAMPIONS LEAGUE
4 ore
L'EuroRonaldo si vuole sbloccare
Torna la Champions e si attendono già i primi verdetti. La Juve ospita il Ferencvaros: CR7 a caccia del primo gol
ATLETICA
6 ore
Diamond League: gran finale a Zurigo
È stato diramato il calendario: si partirà il 23 maggio con Rabat
NATIONAL LEAGUE
6 ore
Un mese di stop per Tanner Richard
Il giocatore del Ginevra si è infortunato alla parte alta del corpo
HCL
6 ore
Dopo rinvii e disavventure, a Lugano arrivano le Aquile
I bianconeri, reduci da tre vittorie filate, ospitano il Ginevra di Linus Omark, Top Scorer della Lega
CALCIO
8 ore
«Il glorioso Chiasso non lo riconosco più»
Vittorio Bevilacqua a 360 gradi sul calcio ticinese: «Complimenti al Lugano, ma meriterebbe più pubblico».
MOTOMONDIALE
18 ore
«La malattia mi sta distruggendo»
Da due anni l'australiano convive con una rarissima sindrome da stanchezza.
HCAP
22 ore
L'Ambrì perde Conz: fuori 2 mesi
Brutte notizie per coach Cereda, che dovrà fare a meno del portiere 29enne
HCAP
22 ore
Pestoni di ritorno ad Ambrì?
Dall'anno prossimo l'attaccante ticinese del Berna potrebbe rientrare in Ticino.
PREMIER LEAGUE
23 ore
Problema muscolare per Shaqiri
L'attaccante della nazionale dovrebbe essersi infortunato con la Svizzera.
BUNDESLIGA
23 ore
«Favre? Chi giudica solo i titoli ha una visione limitata»
Joachim Watzke, direttore generale del club tedesco: «Al momento non ci sono decisioni prese».
SERIE A
1 gior
Milan in ansia per Ibra: lesione al bicipite femorale
Ancora non si conoscono i tempi di recupero esatti.
LUGANO
29.04.2020 - 20:300
Aggiornamento : 30.04.2020 - 22:45

«Ho ancora i miei dubbi, ho visto negatività attorno all’ipotesi di ripartire»

Allenamenti dall'11 maggio, gare a porte chiuse possibili dall'8 giugno. Il presidente Renzetti: «Ora tocca alla SFL».

Dalle ultime direttive del Consiglio federale, si va verso la ripresa dei campionati. Il patron bianconero: «Ho la mia opinione, ma ci adegueremo alle decisioni. Ad ogni modo, per la SFL, credo sia un'occasione persa».

LUGANO - Finito nelle grinfie della pandemia e congelato ormai da inizio marzo, anche il calcio elvetico potrebbe pian piano tornare a rivedere la luce. Tra le misure di allentamento annunciate dal Consiglio federale, vi è infatti anche quella che prevede una graduale ripresa delle attività sportive. In particolare, nello sport d'élite, dall’11 maggio saranno permesse sedute collettive con più di cinque persone. Da lunedì 8 giugno, nelle leghe professionistiche, potranno riprendere anche le partite. Una buona notizia, ma anche uno scenario che lascia degli interrogativi. L’evolversi della situazione resta infatti da monitorare con cautela giorno per giorno, anche per evitare brutte sorprese o bruschi dietrofront.

«Ora il Consiglio federale dà questa possibilità, ma la palla adesso è passata alla Swiss Football League - interviene Angelo Renzetti, presidente del Lugano - Sarà la SFL, composta dalle 20 squadre, a decidere i prossimi passi. Io, ultimamente, ho visto molta negatività attorno all’ipotesi di ripartire. A giusta ragione ho ancora i miei dubbi che si ricominci».

Tornare in campo vorrebbe dire giocare a porte chiuse.
«Se ora si dovesse davvero ripartire, a tutte le incognite si aggiungerebbero le spese dei tamponi, la perdita del lavoro ridotto e le perdite legate all’assenza di pubblico. In più ci sarebbero le trasferte da organizzare con tutte le necessarie e giuste precauzioni. Insomma riprendere in questo modo, a porte chiuse, sarebbe un bagno di sangue. Inoltre non ci sarebbe nemmeno il tempo di riflettere e fare le giuste considerazioni».

Ovvero?
«A mio avviso per la SFL è un’occasione persa. Dovevano avere il coraggio, come in Francia e in Olanda, di chiudere il campionato. Finire cercando di uscirne con le ossa il meno rotte possibile… Dopodiché si poteva ricominciare con un campionato rimodellato. 12 squadre e un sistema di partite normale. Non bislacco come quello nella proposta respinta di recente. In questa situazione ci siamo accorti una volta di più che il "business model" del nostro calcio non funziona. Poteva essere anche l’occasione per ridimensionarci».

Secondo Renzetti la SFL cosa farà?
«Adesso ci sono le condizioni quadro dettate dal Consiglio federale. Ovviamente, se la maggior parte dei club fosse contrario al ritorno in campo, non credo che potrebbero farci partire. In fondo siamo noi la SFL...».

Domanda diretta: l’11 maggio il Lugano sarà in campo ad allenarsi?
«Ho la mia opinione, ma oggettivamente non voglio neanche impuntarmi o fare il “bastian contrario”. Noi ci adegueremo a quello che si decide. Se guardiamo la ragione pare logico restare fermi, poi c’è anche il sentimento».

Ora quali saranno i prossimi passi?
«In queste settimane si vociferava di una ripresa il 4 maggio e quindi abbiamo già comunicato ai giocatori di tornare in Ticino. Diversi sono già qui, ma entro il 4 rientreranno tutti. Nel frattempo aspettiamo. Si potrà anche iniziare ad allenarsi, poi - in base alle direttive - o si continua o ci sarà il definitivo “rompete le righe"…».

CALCIO: Risultati e classifiche

TiPress/archivio
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
albertolupo 6 mesi fa su tio
no, no, così falsiamo il campionato! concorda piuttosto col presidente che se vinci mangi pasta e se perdi ti obbliga a mangiare la bistecca ;-)
LR4You 6 mesi fa su fb
Almeno voi professionisti potete ripartire.....
Pasquale Gaudiero 6 mesi fa su fb
Poi mi spiegate .. come faranno i calciatori a tenere le distanze .??... Perchè se non riescono a tenere .....vale per tutti ....si apre tutto senza condizioni di distanze...
albertolupo 6 mesi fa su tio
Eh bon dai. Si riparte da un bel campionato dilettanti. Solo giocatori locali che alla fine della partita, se vincono, guadagnano una bella bistecca, se perdono un piatto di pasta. Ci sarebbe sicuramente più pubblico.
Norvegianviking 6 mesi fa su tio
@albertolupo Io giocherei per perdere, adoro la pasta ??
Mattiatr 6 mesi fa su tio
@albertolupo 200 franchi d'iscrizione, abbastanza birra da passar sopra alle grattate su tutta la gamba, musica, carne e festa. Spero proprio che quest'anno non annullino i tornei amatori delle valli! L'anno scorso abbiamo conquistato il 14 esimo posto in classifica a Piano di Peccia, ma sempre presenti alla cassa del bar ;-) Premio miglior gol del torneo a un mio soci che in rovesciata ha segnato da 20 metri, ovviamente auto proclamato!
Nunzia Conte Iorio 6 mesi fa su fb
X rapid solo familiari
Massimo Ranzoni 6 mesi fa su fb
Ma a Lugano non vedo problemi, tanto i 1000 spettatori li vedono raramente.🙈🙈🙈. Matteo Radaelli giusto?
Matteo Radaelli 6 mesi fa su fb
Massimo Ranzoni balordo!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-11-24 16:49:28 | 91.208.130.86