Cerca e trova immobili

MARCO PINAPer gli Svizzeri: nulla?

23.01.24 - 23:09
Marco Pina, già Sindaco di Ligornetto
Imago
Fonte Marco Pina
Per gli Svizzeri: nulla?
Marco Pina, già Sindaco di Ligornetto

Dopo aver ascoltato la conferenza stampa della Consigliera Federale Baume-Schneider (22.01.24) e dopo aver letto la propaganda di un comitato borghese recentemente costituitosi (23.01.24) avevo due possibilità: quella di stare zitto, far finta di nulla e poi votare di testa mia, oppure quella di prendere “carta e penna” e di esprimere il mio pensiero ad alta voce.

Siamo consci che, una grande fetta della ricca Svizzera è veramente povera. Sono cifre implacabili, oltre 700'000 svizzeri sono bisognosi; quindi, un otto percento dei nostri connazionali fa fatica ad arrivare a fine mese e avrebbe bisogno di ricevere dei contribuiti per far fronte al continuo aumento delle spese. I “nostri” eletti affermano che potrebbero beneficiare di aiuti, ad esempio della complementare. Però sappiamo benissimo che, gli Svizzeri, sono anche molto orgogliosi e, quindi, difficilmente chiederanno gli aiuti allo Stato. Questo l’ho constatato negli anni durante i quali amministravo, in qualità di sindaco, il mio comune.

Pertanto, abbiamo un’alta percentuale di Svizzeri che, o sono poveri o vivono al limite delle loro possibilità e questo non sicuramente perché sono scialacquatori ma, perché, con i continui aumenti con cui siamo confrontati, non ce la fanno quasi più. Una tredicesima AVS darebbe loro un po’ di ossigeno, quello strettamente necessario per “tirare a campare”.

Fatta questa premessa, ora entriamo nel merito.

I contrari basano la loro campagna sul fatto che, il primo pilastro nei prossimi anni non avrà più le risorse necessarie per far fronte alle future uscite e, proprio per questo, occorrerà aumentare il prelievo sui salari e aumentare l’IVA.

Ma scusate, queste sono le uniche due misure a disposizione del dei nostri rappresentanti a Berna?

Penso proprio di no!

La mia sensazione è che, specialmente negli ultimi anni, il CF e le due camere, siano nella nostra capitale per rappresentare i gruppi di interesse e gli altri. Quando cito gli altri, intendo i membri di Bruxelles, della NATO, dell’ONU ecc. e non dei propri confederati.

Svizzeri che, a ogni proposta di aumento avanzata dal CF, hanno sempre risposto di sì, fregiandosi del titolo di masochisti.

Ora, questi Svizzeri che hanno costruito (con i propri avi) il benessere della nostra Nazione, hanno il desiderio, il bisogno e il diritto di una risposta concreta dettata dalle necessità, in poche parole di un aiuto concreto.

Ora basta con l’affermare che la nostra Nazione non ha i soldi necessari, li abbiamo, eccome li abbiamo, ma oggi li distribuiamo agli altri sotto forma di donazioni, regali milionari, di aiuti e chi più ne ha più ne metta.

E per gli Svizzeri: nulla?!

Prima di concludere devo, però, rispondere al consigliere nazionale Thomas Aeschi, facente parte del comitato borghese, il quale afferma che questa misura aiuterebbe anche agli Svizzeri all’estero, i quali già usufruiscono di notevoli vantaggi in relazione al loro potere di acquisto. Questi, secondo il consigliere nazionale, stanno già beneficiando del franco forte e del minor costo della vita. Aeschi porta come esempio: un pensionato svizzero in Macedonia ha un potere d’acquisto quattro volte superiore a quello che avrebbe in Svizzera, in Turchia, la differenza è di addirittura 5 volte.

Sono, in questo caso, concorde con quanto da lui affermato e, vista la particolare situazione di beneficio in rapporto ai cittadini Svizzera qui residenti, la soluzione potrebbe essere quella di non far beneficiare di questo aiuto ai non residenti

Concludo affermando che, prima di donare soldi a destra e a manca, così almeno diventiamo simpatici agli altri (ma solo perché elargiamo soldi a tutti); versiamoli ai nostri anziani, che non hanno mai chiesto nulla se non di essere degnamente rappresentati da persone che hanno a cuore la Svizzera più che “comprare” il consenso all’estero.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Lele71 2 mesi fa su tio
👍finalmente qualcuno che dice le cose giuste!!!!

klich69 2 mesi fa su tio
Grazie Signor PINA, sacrosante parole che denotano il sentore per la vera popolazione Svizzera quella che costruito col duro lavoro senza computer e cellulari che adesso i nostri guru girano la schiena per vendere la grande e magica CH. La realtà lei la conosce e ringrazio dar voce a gli Svizzeri veri.

Fra Francesco 2 mesi fa su tio
Ci sono anche residenti all’estero che non hanno benefici, citare Macedonia e Turchia mi sembra ridicolo, quanti svizzeri risiedono in questi 2 paesi? L’AVS non può fare distinzione tra residenti in Svizzera e residenti all’estero.

Luca 68 2 mesi fa su tio
bravo pienamente d'accordo

80vins 2 mesi fa su tio
E finalmente, facciamoci glinaffaracci nostri e torniamo ad essere quello che siamo sempre stati, fuori dal c... EUROPA e altri...dalla libera circolazione abbiamo avuto solo problemi e i ricchi sempre più ricchi.... Riflettete bene quando votate

Katiuscia 2 mesi fa su tio
Grande lei e' un grande, la a Berna ha fare i brillanti con i nostri soldi e noi arranchiamo

nNano 2 mesi fa su tio
Per fare i semafori o le rotonde spesa 3 milioni sul piano di Magadino abbiamo dovuto votare. Per donare 8/10 miliardi all UK no. Perché? Chi ce lo può spiegare? Grazie

Se7en 2 mesi fa su tio
Risposta a nNano
👍🤣

Silver09 2 mesi fa su tio
Risposta a nNano
Condivido questa riflessione al 100%! Come mai decisioni come questa o altre, come ad esempio, autorizzare la cessione di armi, attraverso Paesi terzi, non vengono preventivamente condivise e proposte alla popolazione attraverso un referendum popolare? Sicuramente interessante la votazione popolare che riguardava il taglio o meno delle corna alle vacche ma non avremmo forse preferito essere coinvolti su tematiche più importanti?

Filippone22 2 mesi fa su tio
Parole santissime!

curiuus 2 mesi fa su tio
Risposta a Filippone22
Concordo in pieno 👍

Gus 2 mesi fa su tio
Se tutti i politici ragionassero come il Sindaco Pina, avremmo una Svizzera migliore, più rispettosa delle diversità e soprattutto più riconoscente verso i propri cittadini e non solo verso i ricchi, gli stranieri, gli asilanti e gli altri Stati. Bravo SINDACO!

Se7en 2 mesi fa su tio
…. pienamente d’accordo ed è quello che ho scritto anch’io, in più circostanze…, ma chi dovrebbe leggere certi messaggi, non li legge perché è troppo impegnato a devolvere i capitali milionari ovunque, ma meno o mai al proprio popolo nella fascia dei reali bisognosi…! Questa è l’altra faccia della Svizzera, governati da persone che hanno troppi tornaconti e interessi personali…!

Emi79 2 mesi fa su tio
Sottoscrivo pienamente!

nNano 2 mesi fa su tio
BRAVO MARCO. Purtroppo siamo diventati in popolo di teste basse! Ci teniamo a farci vedere belli all estero! Doniamo miliardi a UK, Africa, UE ecc. Per i nostri anziani non ce ne sono più. Pozzo vuoto! Povera CH. I nostri anziani hanno lavorato una vita per poi sentirsi oggi dire che costano troppo perché vivono di più! Rimedio? Far tornare il COVID così partono a 64 anni in bellezza....

Gimmi 2 mesi fa su tio
Bravo Signor Pini!concordo pienamente la sua opinione!!

Rhood 2 mesi fa su tio
🤝👍🤝🤝👏

Bigman2 2 mesi fa su tio
Richiedo una complemetare (a cui mi hanno già preannunciato un diritto) ma a distanza di oltre 3 mesi tutto giace in un cassetto,perchè a sentir loro hanno tantissime richieste e sono in arretrato con le decisioni. Intanto io devo tirare avanti con meno di 1500 fr al mese, dopo aver lavorato per oltre 45 anni. Se però avessi lo statuto S avrei già tutto risolto. Il fatto che manca personale è quantomeno ridicolo, perchè se in 10mila non pagano le tasse i richiami partono immediatamente per tutti in contemporanea. Fate solo pena...

Cicci& 2 mesi fa su tio
Io sicuramente, a malincuore, in pensione andrò all'estero

Stellina40 2 mesi fa su tio
Svizzera, Svizzera mia, quanto ti ho amato e quanto ti amo non lo so ma....ci stai proprio abbandonando, noi che non vogliamo lasciare questa bellissima terra, ma sembra quasi che dovremo farlo. Che tristezza

Deluso 2 mesi fa su tio
Fermo restando che agli altri i soldi vengono di fatto regalati, agli svizzeri invece viene negato il diritto di usufruire delle prestazioni che hanno pagato per una vita…sentir dire che all’estero il potere d’acquisto è maggiore rispetto al paese in cui hai vissuto e pagato, è un chiaro invito a far le valigie…che amarezza….

Panoramix il Druido 2 mesi fa su tio
Allora: se avrebbero diritto alla complementare e per orgoglio non la chiedono, mi si perdoni la franchezza ma sono fatti loro! Questo non giustifica minimamente l'innaffiatoio della 13. AVS.

Voilà 2 mesi fa su tio
Risposta a Panoramix il Druido
C'è chi non rientra nei parametri della complementare per pochi franchi, inoltre l'adattamento all'inflazione è insufficiente da parecchi anni, tenendo conto anche del fatto che il premio di cassa malati non è nel "paniere".
NOTIZIE PIÙ LETTE