OMAR WICHT
L'OSPITE
22.09.2021 - 00:010

I fatti del Parco Saroli

Omar Wicht, consigliere comunale Lega dei Ticinesi - Lugano

LUGANO - Venerdì sera è andata in scena l’ennesima escalation di violenza che da diversi mesi attanaglia Lugano.

Lungi da me fare accuse particolari verso un gruppo noto per questo tipo di attività, non autorizzate, ma come diceva il buon Andreotti, «pensar male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina». Poco prima del rave abusivo, passeggiavo con la mia famiglia per le vie del centro e sono sbucati all’improvviso un centinaio di persone che inneggiavano: «No Green Pass!» Io non mi sono mai espresso su questo tema, in quanto credo nel libero arbitrio, «c’è’ chi sceglie la pillola blu e chi quella rossa»...

Ciò che magari mi fa riflettere è che se quelle persone erano effettivamente coloro che hanno partecipato alla festa, spero vivamente che l’abbiano fatto con la mascherina o con una certa coscienza etica verso il prossimo. Concludo sostenendo in pieno l’operato delle forze dell’ordine, le quali fanno il loro lavoro e se poi è scappato qualche proiettile e qualcuno si è fatto male mi spiace. Magari la prossima volta, come fanno a Zurigo si potrebbero usare gli idranti di acqua gelida, così gli rinfrescano un po’ le idee. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-18 23:33:57 | 91.208.130.86