Segnala alla redazione
Tipress (archivio)
L'OSPITE
19.03.2020 - 12:000

Le dogane andavano chiuse prima

Omar Wicht consigliere comunale Lugano

Questa situazione “surreale” o pandemia come la su vuol chiamare, ci porta inevitabilmente ad una riflessione. Quando tutto sarà finito, urgeranno altre misure da adottare all’interno del nostro paese. In primis, la “salvaguardia” economica dei ticinesi e dei luganesi, poi un investimento più mirato interno, nel formare personale sanitario e non solo, senza dover dipendere dall’estero. Anche noi qui abbiamo bravi e intelligenti giovani, volenterosi e magari disoccupati. Diamoli un opportunità, prendiamo spunto da questa crisi per capire quale sono le priorità interne nel nostro paese. Dipendere dal estero e’ nocivo, lo abbiamo vissuto sul problema che non siamo riusciti a chiudere in tempo le frontiere, come d’altronde hanno fatto tutte le altre nazioni. Altro che Europa unita! Qui ogni stato ha scelto per vinto suo. In futuro in Svizzera e in Ticino, investiamo di più sui nostri. 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-05 16:23:53 | 91.208.130.85