Ated
ULTIME NOTIZIE ated ICT Ticino
CANTONE
1 gior
Chi vince tra TikTok e Youtube?
Un’analisi di App Annie rivela che gli utenti ora trascorrono più tempo a guardare video su TikTok che su YouTube.
CANTONE
4 gior
Un progetto “made in Ticino” per monitorare da remoto i pazienti cardiaci
Si tratta di un'idea dell’Istituto MeDiTech della SUPSI, che intende sviluppare un prodotto unico e innovativo
CANTONE
6 gior
Cornèr Banca sale a bordo di Swiss Virtual Expo
Anche Cornèr Banca partecipa a Swiss Virtual Expo, aderendo a un format di evento che è sulla frontiera dell’innovazione
LUGANO
1 sett
Arrivano i Ray-Ban Stories
Dalla partnership tra Facebook e EssilorLuxottica, nasce la prossima generazione di occhiali intelligenti o smart.
CANTONE
1 sett
Digital twin: cos'è e come funziona
CANTONE
1 sett
EOC diventa il primo ospedale virtuale
Al Swiss Virtual Expo lancerà un ecosistema ospedaliero per valorizzare ancora di più il ruolo centrale del paziente
ated ICT Ticino
2 sett
Dati personali e salute: come tutelarsi
I dati sono il vero “petrolio” dei giorni nostri.
Stati Uniti
2 sett
Arriva il Tesla Bot di Elon Musk
Scende in campo anche Elon Musk nello sviluppo e ricerca di robot umanoidi
CANTONE
2 sett
La pagina contatti del sito: perché non trascurarla
La pagina dei contatti è una delle più strategiche per il sito internet.
FOTO
ated ICT Ticino
3 sett
Hack4Learning: vince FormiDabile
All’iniziativa promossa da SUFFP hanno partecipato 20 persone con 4 progetti pensati per risolvere le sfide educative.
ATED - ICT TICINO
3 sett
Security lab: e-learning in formato virtuale
Anche Security Lab partecipa a Swiss Virtual Expo dentro il padiglione di ated virtual network
ated ICT Ticino
3 sett
Twitter entra nel social commerce
Dopo Facebook e Instagram scatta l’ora di Twitter per rendere possibile l’acquisto tramite i tweet dell’uccellino.
ated ICT Ticino
1 mese
La tua immagine on e off line
Quanto è importante curare la propria immagine online e offline nell’era post Covid?
ated ICT Ticino
1 mese
Il fashion scommette sugli sport elettronici
STATI UNITI
31.05.2021 - 07:530

Commercio: c’è chi apre e chi chiude

Google sceglie New York per aprire il suo primo negozio monomarca.

Mentre il Gruppo Disney e Accesorize chiudono molti spazi in Europa, affidandosi alle vendite online.

NEW YORK - È New York la città scelta dal Google per il suo debutto retail. Negli scorsi giorni, infatti, la controllante Alphabet Inc ha dichiarato che Big G aprirà il suo primo negozio fisico nella Grande Mela quest’estate, ricalcando quell’approccio al dettaglio che ha aiutato Apple a incassare miliardi di dollari negli ultimi due decenni. Ma a ben vedere si tratta di una scommessa che anche Amazon sta percorrendo con l’apertura degli spazi fisici Amazon Go. Tornando a Google, il suo primo store sarà situato nel quartiere Chelsea della città, vicino al campus newyorkese dell’azienda, che oggi ospita oltre 11mila dipendenti.

Come osserva Pambianco, Google in passato ha già testato la vendita diretta e aperto dei negozi pop-up per promuovere i suoi prodotti, ma nel suo monomarca ha precisato che venderà smartphone Pixel, Pixelbook e fitness tracker Fitbit insieme ai dispositivi domestici intelligenti Nest. Il negozio offrirà anche un servizio di in-store pick up, permettendo ai clienti di comprare online da GoogleStore.com con ritiro direttamente nel negozio fisico. «All’interno del negozio, tutti i visitatori potranno fare esperienza di come tutti i servizi e prodotti Google funzionano insieme in maniera immersiva», con ulteriori dettagli che Google si riserva di rivelare in fase di inaugurazione. «L’annuncio – spiega Reuters – segnala che il gigante d'Internet ha preso ispirazione da Apple nella gestione di negozi fisici e nella fornitura di servizi di persona al cliente per aumentare le vendite». Apple, che ha aperto i suoi primi due negozi al dettaglio in Virginia nel 2001, ha 270 negozi negli Stati Uniti e molti altri in tutto il mondo. Questi, oltre a trainare le vendite, forniscono anche ai clienti un servizio di assistenza diretta per risolvere piccoli e grandi problemi di gestione dei supporti tecnologici.

Ma se i colossi tecnologici trovano una sede fisica per rendere più agevole il contatto con i propri clienti, ci sono marchi che invece intraprendo la strada opposta. Ovvero chiudono i negozi fisici per puntare sulle vendite online. È il caso della catena Disney che a marzo aveva annunciato di voler chiudere 60 dei suoi Disney Store in tutto il Nord America scommettendo sulle piattaforme e-commerce. Dei circa 300 negozi Disney in tutto il mondo, il colosso aveva fatto sapere di volerne chiudere il 20% quest’anno, fra cui i 16 punti vendita della vicina Italia. E alcuni era in posizioni di grande pregio e traffico come Corso Vittorio Emanuele a Milano e Via del Corso a Roma.

Ma non si tratta dell’unica azienda perché il mese scorso il brand inglese di accessori e bijoux Accessorize che fa capo al gruppo Monsoon Accessorize ha comunicato la chiusura in Italia di ben 25 negozi. Una decisione che avviene dopo 18 anni dall’inaugurazione del primo negozio aperto nel Bel Paese e che probabilmente è uno degli effetti più dirompenti della crisi dettata dal Covid-19. E anche Inditex, il più grande gruppo del fast fashion, ridimensiona, a livello globale, i punti vendita più piccoli a favore dell’espansione dei negozi monomarca, con 1.200 chiusure previste entro la fine del 2021. Fino a 700 negozi chiuderanno in Europa, oltre a 100 nelle Americhe e 400 nel resto del mondo. Sempre Inditex ha optato per la chiusura dei punti vendita fisici dei marchi come young Bershka, Pull&Bear e Stradivarius, le cui collezioni resteranno però disponibili online.

CHI È ated – ICT Ticino - ated - ICT Ticino è un’associazione indipendente, fondata e attiva nel Canton Ticino dal 1971, aperta a tutte le persone, aziende e organizzazioni interessate alle tecnologie e alla trasformazione digitale. Dal suo esordio, ated - ICT Ticino organizza manifestazioni e promuove innumerevoli conferenze, giornate di studio, visite e viaggi tematici, workshop e corsi. ated - ICT Ticino collabora con le principali istituzioni pubbliche e private, enti e aziende di riferimento, nonché altre associazioni vicine al settore tecnologico e all’innovazione. Grazie alla costante crescita qualitativa dell’attività svolta sul territorio, ated – ICT Ticino si propone come l’associazione di riferimento nell’ambito economico, politico e istituzionale del cantone, in grado di favorire il dibattito tra aziende e professionisti e capace di coinvolgere le giovani generazioni, grazie ai percorsi promossi dal programma ated4kids e da tutte le sue altre iniziative.

Per ulteriori informazioni:

ated – ICT Ticino
Email: media@ated.ch
T. +41(0)91 8575880


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-22 05:22:07 | 91.208.130.89