Immobili
Veicoli

SPONSORNuove tecnologie e professioni del futuro

20.04.20 - 08:56
Le opportunità della “quarta rivoluzione industriale” e i relativi interrogativi
ATED
Nuove tecnologie e professioni del futuro
Le opportunità della “quarta rivoluzione industriale” e i relativi interrogativi

MANNO - La crescente diffusione delle nuove tecnologie digitali sta progressivamente generando svariate opportunità professionali e milioni di nuovi posti di lavoro in diversi settori, dalla finanza al marketing, passando per le attività legate alle discipline ingegneristiche e tecniche.

Le opportunità dettate dal cambiamento che la cosiddetta “quarta rivoluzione industriale” porta con sé non mancano, come pure le domande, i dubbi e le curiosità. Qual è l’impatto delle nuove tecnologie sulle organizzazioni e sulle persone? Quali sono le competenze necessarie e i profili professionali richiesti dal mercato per affrontare i cambiamenti dettati dal sempre più prominente ruolo del digitale? Quali sono le opportunità offerte dalla formazione di base e continua? E quale il ruolo della ricerca scientifica e dell’innovazione?

Il mercato del lavoro è sempre più dinamico e in continua evoluzione; l’introduzione di nuove tecnologie e metodologie operative richiedono un aggiornamento costante degli addetti ai lavori, nonché la formazione di nuove figure professionali. È altrettanto importante sottolineare la carenza di personale specializzato nel settore delle scienze matematiche, informatiche, naturali e tecniche (MINT) in Svizzera, un tema ben noto agli addetti ai lavori. I professionisti qualificati sono il motore della capacità innovativa, della competitività e della crescita economica di un Paese, la Svizzera, stabilmente ai vertici delle principali graduatorie internazionali relative a ricerca e innovazione.

Temi importanti al centro dell’attenzione del Dipartimento tecnologie innovative della SUPSI realtà che attraverso diversi percorsi di studio (Bachelor e Master) forma giovani ingegneri altamente qualificati per le aziende e istituzioni del territorio, con un occhio sempre attento alla formazione continua e all’aggiornamento professionale del personale tecnico già attivo nel mondo del lavoro. Formazione che, unita alla qualificata attività di ricerca scientifica e trasferimento tecnologico, è volta a supportare la capacità di innovazione e crescita del sistema regionale, e delle imprese in particolare.

La domanda di ingegneri preparati ad affrontare le sfide della quarta rivoluzione industriale è crescente sia a livello regionale, sia a livello nazionale. Le istituzioni che si occupano di formazione sono dunque chiamate a mantenere elevata la qualità della propria offerta, innovando contenuti e approcci in linea con gli sviluppi dei diversi settori di riferimento.

Crescere ed evolvere, inserendo elementi che possano contribuire ad ampliare e a migliorare l’offerta formativa. È anche in quest’ottica che il Dipartimento tecnologie innovative darà il via nel mese di settembre 2020 al Bachelor SUPSI in Data Science and Artificial Intelligence. un percorso di studi triennale innovativo che fonda le proprie radici sulla crescente richiesta di Data Scientist ed esperti di IA nei diversi settori industriali. Il Bachelor farà leva sulle competenze del Dipartimento tecnologie innovative e in particolare dell’Istituto Dalle Molle di studi sull’intelligenza artificiale USI-SUPSI – Istituto di riferimento del nuovo percorso di studi – realtà che vanta una trentennale esperienza nel settore dell’intelligenza artificiale, nonché prestigiosi riconoscimenti e collaborazioni in ambito accademico e scientifico a livello nazionale e internazionale. Il percorso di studi sarà erogato in lingua inglese (con la possibilità di seguire alcuni corsi in italiano), con una forte componente computazionale e un programma caratterizzato da lezioni tradizionali in aula, laboratori, Data Challenges e Hackathon.

Il nuovo Bachelor è stato presentato al pubblico, unitamente agli altri percorsi di studio del Dipartimento, in occasione degli Open Day virtuali SUPSI a inizio aprile. Le presentazioni sono accessibili in qualsiasi momento sul sito www.supsi.ch/go/openday.

Tra le novità previste nell’anno accademico 2020-2021, il trasferimento del Dipartimento tecnologie innovative della SUPSI presso il nuovo campus di Lugano-Viganello: una struttura all’avanguardia che ospiterà tutte le attività di formazione e ricerca del Dipartimento.

NOTIZIE PIÙ LETTE