Cerca e trova immobili

EUROPASono queste le mete turistiche a rischio terremoto

11.02.23 - 21:00
Sebbene non sia possibile prevedere i sismi, un modello sviluppato dai ricercatori mostra le città europee particolarmente a rischio
Pexels/Airam
Sono queste le mete turistiche a rischio terremoto
Sebbene non sia possibile prevedere i sismi, un modello sviluppato dai ricercatori mostra le città europee particolarmente a rischio

NAPOLI - Le immagini scioccanti delle zone terremotate in Turchia e Siria stanno facendo il giro del mondo e dimostrano che i terremoti sono tra i disastri naturali più letali. Nel XX secolo sono stati responsabili di oltre 200'000 morti e di quasi 250 miliardi di franchi di danni, solo in Europa.

Per valutare meglio il potenziale rischio sismico in Europa, l'organizzazione no-profit EFEHR (European Facilities of Earthquake Hazard and Risk) ha sviluppato il modello 2020 European Seismic Hazard and Risk. Il team di ricerca comprende personale dell'ETH e del Servizio Sismologico Svizzero.

Il modello si basa su oltre 30.000 terremoti avvenuti in Europa tra il 1000 d.C. e il 2014 con una magnitudo di almeno 3,5 sulla scala Richter. Il modello è illustrato da una mappa interattiva della pericolosità e del rischio sismico.

Il rischio sismico è particolarmente elevato in Italia
L'Italia è il Paese europeo con il maggior numero di terremoti registrati. La mappa interattiva del rischio sismico mostra che, oltre ai nostri vicini, anche la Turchia, la Grecia, l'Albania, la Romania e la regione balcanica sono a rischio.

Ma anche alcune regioni di Austria, Belgio, Francia, Germania, Islanda, Norvegia, Portogallo, Slovenia, Spagna e Svizzera sono ad alto rischio. I Paesi nordici, Finlandia e Norvegia, invece, hanno la frequenza sismica più bassa d'Europa. Solo alcune città più densamente popolate, come Helsinki e Oslo, sono più esposte ai terremoti.

Istanbul, Napoli e Atene sono particolarmente a rischio
Nel determinare il rischio sismico, i fattori principali sono il numero di edifici più vecchi, un elevato rischio sismico e le aree urbane. Le città dove il rischio è più elevato sono Istanbul e Smirne in Turchia, Catania e Napoli in Italia, Bucarest in Romania e Atene in Grecia.

Questi quattro Paesi rappresentano da soli quasi l'80% dei danni economici stimati (quasi sette miliardi di franchi svizzeri), che i terremoti causano in media ogni anno in Europa.

Ma anche città come Zagabria, Tirana, Sofia, Lisbona, Bruxelles e Basilea sono a rischio sismico superiore alla media, rispetto a città meno esposte come Berlino, Londra o Parigi.

Il modello come guida per il futuro
Anche se non è possibile prevedere con precisione la localizzazione e la frequenza dei terremoti, il modello serve a migliorare la valutazione e la comprensione dei rischi. Di conseguenza, è possibile adottare le giuste misure preventive per i vecchi edifici, ad esempio, per ridurre i rischi futuri. Attualmente, in Europa sono note oltre 1'200 località in cui è probabile che si verifichino terremoti futuri.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE