Immobili
Veicoli

ItaliaSi inaugura oggi il Parco della Memoria, in ricordo al violento terremoto del 2009

28.09.21 - 13:38
Non sono mancate le polemiche dai familiari delle vittime per l'invito tardivo alla cerimonia. In molti non sono andati
Keystone
Si inaugura oggi il Parco della Memoria, in ricordo al violento terremoto del 2009
Non sono mancate le polemiche dai familiari delle vittime per l'invito tardivo alla cerimonia. In molti non sono andati

L'AQUILA - Viene inaugurato oggi il Parco della Memoria dell'Aquila. Il monumento è un tributo in ricordo alle vittime del sisma del 2009. Presenti alla cerimonia ministri e rappresentanti, ma solo qualche familiare delle 309 persone che hanno perso la vita la notte del terremoto.

Era già pronto da tempo, ma la sua inaugurazione è stata spostata a causa della pandemia. Poi, cinque giorni fa, è arrivato l'annuncio. Questa mattina alle 09:30, alla presenza anche del primo ministro Mario Draghi, è stato tagliato il nastro al memoriale per le 309 vittime del sisma del 6 aprile 2009. È stato il sindaco Pierluigi Biondi il primo a intervenire, come riporta Il Capoluogo, e lo ha fatto leggendo la lettera di una familiare: «L’inaugurazione tanto attesa cade il 28 settembre. Nel 1978 quel giorno ricevetti il più bel regalo per il mio compleanno: la mia Giò, deceduta in via Fortebraccio 7 insieme al mio nipotino Francesco, a mio genero Luigi e a Giorgia, la nipotina che portava in grembo e che avrebbe dovuto nascere proprio quel 6 aprile 2009». Questa donna non ha presenziato alla cerimonia, in quanto, come scrive, «sono fuori città e non sarò presente per seri motivi anche perché da tanto mi sono dissociata da iniziative polemiche».

Polemiche che sono arrivate giovedì scorso da alcuni familiari delle vittime per l'invito tardivo all'inaugurazione. Ad esempio Vincenzo Vittorini, che ha perso moglie e figlia, che in una nota ha scritto: «Essere invitati oggi a soli cinque giorni dalla manifestazione, rappresenta lo schiaffo definitivo e la beffa che questa città e la sua amministrazione, presente e passata, hanno dato alle vittime e ai loro familiari».

Mario Draghi ha poi preso la parola e ha sottolineato l'importanza della memoria e ha annunciato lo stanziamento 1,78 miliardi di euro. «Sono destinati alla ricostruzione sostenibile, al recupero ambientale, a iniziative per cittadini e imprese». 

NOTIZIE PIÙ LETTE