Deposit
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
26 sec
«Fu la Russia a uccidere Litvinenko»
Lo ha deciso la Corte europea per i diritti dell'uomo, ad avvelenare l'ex-KGB con il polonio «agenti dello Stato russo»
Texas
2 ore
Prima causa contro l'aborto illegale: un dottore ha infranto la nuova legge
Il legale ha citato in giudizio il medico perché pensa che la legge dovrebbe essere revisionata
Messico
2 ore
Frustati e caricati con i cavalli, i metodi di repressione migratoria
La portavoce della Casa Bianca: «un'inchiesta verrà aperta». Non è chiaro se ci saranno delle conseguenze per gli agenti
MONDO
5 ore
Cibi a rischio col cambiamento climatico
Iniziano a scarseggiare determinati prodotti alimentari a causa delle problematiche legate al clima.
GERMANIA
13 ore
Uccide commesso che non lo aveva servito perché senza mascherina
Una volta arrestato, il 49enne ha ammesso di aver agito per la rabbia causata dal rifiuto
Italia
14 ore
Bambini di 10 anni sfruttati in una piazza di spaccio siciliana
Un'indagine durata un anno ha portato alla luce le prove di un giro illegale con tanto di minorenni coinvolti
STATI UNITI
15 ore
Sparatoria in un liceo: due feriti
La loro vita non sarebbe in pericolo, il governatore Northam è informato dei fatti
STATI UNITI
16 ore
Trovato un corpo: potrebbe appartenere a Gabby Petito
Da qualche giorno non si hanno più notizie nemmeno del fidanzato Brian Laundrie
Stati Uniti
17 ore
Gli States riaprono il turismo ai viaggiatori stranieri
Il bando cadrà a novembre e l'accesso sarà garantito soltanto ai possessori di attestato vaccinale
NUOVA ZELANDA
15.09.2021 - 13:200

Il partito Maori propone di cambiare il nome alla Nuova Zelanda

Attraverso una petizione chiedono anche di dare maggiore importanza alla lingua te reo Māori

AUCKLAND - Presto la Nuova Zelanda potrebbe chiamarsi Aotearoa. O almeno è quello che si augura il partito Maori, che ha lanciato una petizione per cambiare i nomi dei luoghi (città, paesi e montagne...) in lingua te reo Māori. 

«È ormai tempo che il te reo Māori venga riportato nella sua legittima posizione come prima lingua ufficiale di questo paese. Siamo un paese polinesiano, siamo Aotearoa» si legge nella dichiarazione della petizione, riportata dalla Cnn. In particolare i parlamentari chiedono che il processo linguistico del "ritorno alle origini" venga terminato entro il 2026. 

Stando ai dati contenuti nella dichiarazione, la padronanza della lingua te reo Māori è scesa dal 90% nel 1910 al 26% nel 1950. In particolare viene incolpata la Corona «che è riuscita a spogliarci con successo della nostra lingua». E spetta dunque sempre alla Corona «ripristinare lo status della nostra lingua». 

Ma la petizione si spinge anche oltre, chiedendo che la lingua sia accessibile in tv, in radio, sui cartelli stradali, sulle cartine, nelle pubblicità e presente anche nel sistema educativo. 

In poche ore la petizione ha già raggiunto le 25'000 firme. 

La primo ministro neozelandese non si è ancora sbilanciata sulla questione. Lo ha fatto invece l'oppositore David Seymour: «Le persone sono già libere di usare i nomi dei luoghi Maori. Quello che il partito Maori sta dicendo è che vorrebbe vietare alle persone di chiamare il nostro paese Nuova Zelanda». 

Già negli ultimi decenni si è comunque assistito ad un cambiamento dei toponimi di alcune isole, come per l'Isola di Pasqua che è tornata ad essere chiamata Rapa Nui (in lingua rapanui, sempre polinesiana come il te reo), per Tuvalu (in precedenza Isole Ellice), Kiribati (Gilbert's Islands) e Vanatu (Nuove Ebridi). 

Curiosità - Taumatawhakatangihangakoauauotamateaturipukakapikimaungahoronukupokaiwhenuakitanatahu è il nome in te reo Māori di una collina della nuova Zelanda. Lunga 85 lettere, significa "la collina su cui Tamatea, il capo di grande statura fisica e fama, ha suonato sul suo flauto un lamento in memoria di suo fratello". Gli abitanti della zona, per comodità, lo abbreviano in Taumata. 

Imago
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 11:09:22 | 91.208.130.85