keystone-sda.ch (Francisco Guasco)
MESSICO
07.08.2020 - 07:010

Si cammina «per la memoria e la giustizia» delle persone scomparse

Al momento ci sono ancora oltre 9mila persone scomparse nello stato messicano di Jalisco

I famigliari, colleghi e amici delle vittime chiedono più sostegno da parte delle autorità, che non farebbero abbastanza

GUADALAJARA - Ha avuto luogo ieri l'ennesimo raduno, l'ennesima marcia dei cittadini messicani per chiedere giustizia e verità sulla scomparsa dei loro cari, dei loro parenti e dei loro amici. 

Succede a Guadalajara, nello Stato messicano di Jalisco, che ha aderito alla campagna nazionale nella quale ogni mercoledì del mese ha luogo un "Cammino per la memoria e la giustizia", per rendere più visibile possibile il problema delle sparizioni in Messico e per chiedere più impegno da parte delle autorità.

In Messico, dal 2006 a oggi, sono oltre 71'000 i casi di persone scomparse. Una cifra impressionante quanto preoccupante. «Non cerchiamo colpevoli, desideriamo solo poter rivedere i nostri cari» cita uno dei numerosi cartelli presenti alla manifestazione, come riportato dal portale messicano Informador. 

«Ci manchi», «vorremmo solo sapere che stai bene», si legge su altri tra i numerosi striscioni dei famigliari presenti alla camminata.

L'evento a Guadalajara è stato organizzato dal collettivo Fundej, ("Famiglie Unite per i Nostri Scomparsi di Jalisco"), che ha sottolineato anche l'inettitudine delle autorità, che non rispondono alle loro richieste, e che apparentemente non «sono capaci a contare», in quanto le persone scomparse, secondo Fundej, sarebbero molte di più di quanto non dicano le cifre ufficiali.

«Le famiglie lavorano da anni per costruire strumenti e modi per localizzare la nostra gente, ma la negligenza e l'inefficienza delle commissioni di ricerca non hanno permesso a nessuno di questi strumenti di funzionare», ha detto Guadalupe Aguilar, membro di Fundej, come riporta l'Informador.

Alla protesta si sono uniti anche numerosi giovani studenti dell'Università di Guadalajara (UdeG), come anche membri della Federazione degli studenti universitari (FEU), che hanno camminato con il gruppo di famiglie per chiedere giustizia anche per i 21 studenti universitari rapiti, assassinati, o scomparsi negli ultimi anni, 11 dei quali non sono ancora stati localizzati.

«Da qui diciamo al Governo dello Stato di Jalisco, al Governo federale, al governatore e al procuratore che non smetteremo di accompagnare i gruppi che cercano i loro cari scomparsi, e che continueremo a protestare» ha detto il leader della FEU, ribadendo il ruolo delle autorità e la necessità di agire, «poiché le vittime continuano ad aumentare, e la giustizia continua a mancare». «Quanti altri morti ci aspettano? Quante altre persone devono sparire prima che lo Stato prema un pulsante d'emergenza?».

Secondo il Sistema Informativo sulle Vittime delle Scomparse (SISOVID), ci sono 9'439 persone, nello stato di Jalisco, che sono al momento scomparse.

keystone-sda.ch (Francisco Guasco)
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-21 15:16:59 | 91.208.130.85