Immobili
Veicoli

ITALIACoronavirus, funerale prima dell'esito del tampone: in quarantena in 70

06.03.20 - 09:33
Il 75enne è morto nel Foggiano. Aveva contratto l'infezione a Cremona
Depositphotos (archivio)
Coronavirus, funerale prima dell'esito del tampone: in quarantena in 70
Il 75enne è morto nel Foggiano. Aveva contratto l'infezione a Cremona
Alle esequie hanno partecipato quasi 300 persone. Le autorità stanno ricostruendo la catena di contatti.

SAN MARCO IN LAMIS - Un funerale che probabilmente non si sarebbe dovuto fare. Alle esequie della prima persona morta per coronavirus in Puglia - un 75enne di San Marco in Lamis, nel Foggiano - hanno partecipato quasi 300 persone. E dopo la cerimonia è scattato l’allarme. In quattro - parenti e persone vicine al defunto - sono risultati positivi al virus.

In tutto sono al momento 70 le persone finite in quarantena. Il "peccato originale" - si legge sul Fatto Quotidiano - sarebbe stato commesso dal medico legale che avrebbe restituito la salma alla famiglia per i funerali prima di ricevere l’esito del tampone. Una vicenda sulla quale ora indaga anche la Procura di Foggia.

L’anziano era stato a Cremona a febbraio per fare visita alla figlia. Dopo il suo ritorno a casa a metà mese ha accusato i primi malori. Il decesso è avvenuto la sera del 27 febbraio. Il giorno successivo il corpo è stato trasferito all’ospedale di San Severo e successivamente nella sala mortuaria di San Marco in Lamis. I funerali hanno avuto luogo il pomeriggio del 3 marzo, poche ore prima che si conoscesse l’esito del tampone.

Le autorità stanno ricostruendo la catena di contatti, per risalire alle centinaia di persone che hanno preso parte alla cerimonia. Il presidente della Regione Puglia ha parlato di un «errore catastrofico» commesso dal medico legale. Un errore contro cui «non c’è rimedio. Questo ha determinato una serie di possibili contagi molto diffusivi che adesso è difficile riepilogare».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO