Keystone
SPAGNA
10.08.2019 - 08:560
Aggiornamento : 12:45

Open Arms, salvate altre 39 persone

Lo rende noto il fondatore dell'ong spagnola, Oscar Camps, specificando che il salvataggio è avvenuto in acque internazionali

ROMA - Altre 39 persone sono state tratte in salvo da Open Arms. Lo rende noto il fondatore dell'ong spagnola, Oscar Camps, specificando che il salvataggio è avvenuto in acque internazionali. L'imbarcazione, che da giorni era ferma al largo di Lampedusa con 121 migranti a bordo, era partita questa notte per la missione di salvataggio che si è appena conclusa. «Ora aspettiamo un porto sicuro dove sbarcare», annuncia Camps.

La segnalazione del barcone con a bordo le 39 persone è arrivata ancora una volta da Alarm Phone. Nella serata di ieri «siamo stati contattati da una barca in difficoltà nella zona Sar maltese con 45 persone a bordo - scrive su Twitter il servizio telefonico che fornisce ai migranti un numero da chiamare in caso di difficoltà -. Alle 21.00 abbiamo avvertito l'Rcc (Centro di coordinamento dei soccorsi, ndr) di Malta» chiedendo un soccorso immediato in quanto, stando al racconto dei migranti, la barca stava affondando.

A chiedere l'intervento di Open Arms è stata proprio Malta ma ora La Valletta ha fatto sapere all'ong di essere disponibile a trasferire su una motovedetta i 39 salvati questa notte e trasferirli a terra ma di non essere disponibile per gli altri 121 migranti a bordo da 9 giorni. Una decisione «inammissibile», dicono da Open Arms. «Questa situazione - aggiunge Oscar Camps - sta provocando gravi problemi di sicurezza a bordo».
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-06 11:15:05 | 91.208.130.89