Keystone
UNIONE EUROPEA
28.12.2017 - 11:140

Bruxelles preoccupata per la condanna di Wu

Mogherini: «Solleva serie preoccupazioni sul giusto processo e il rispetto dello stato di diritto» in Cina

BRUXELLES - La condanna a otto anni di prigione per sovversione nei confronti dell'attivista cinese dei diritti umani Wu Gan «solleva serie preoccupazioni sul giusto processo e il rispetto dello stato di diritto» in Cina. È quanto dichiara un portavoce dell'Alta rappresentante Ue Federica Mogherini, secondo cui ora «deve essere garantito il diritto d'appello di Wu».

Le autorità cinesi, inoltre, «devono indagare sulle accuse di tortura nel caso di Wu e chiunque sia trovato responsabile dovrà essere perseguito secondo la legge».

L'Ue chiede il diritto a un processo equo anche per l'avvocato attivista per i diritti umani Xie Yang, e ribadisce la sua «preoccupazione» per la detenzione preventiva in corso da oltre due anni di un altro attivista, Wang Quanzhang, a cui è finora stato negato il diritto di vedere la sua famiglia e di consultare un avvocato di sua scelta.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-14 03:52:57 | 91.208.130.85