Immobili
Veicoli

BELLINZONALa Lega e l'UDC «valutano il referendum» contro il raddoppio della tassa base rifiuti e il PLR sollecita una"spending review"

09.11.21 - 15:31
Il deficit milionario e la nuova tassa più onerosa fanno uscire allo scoperto le forze politiche della capitale
Tipress
BELLINZONA
09.11.21 - 15:31
La Lega e l'UDC «valutano il referendum» contro il raddoppio della tassa base rifiuti e il PLR sollecita una"spending review"
Il deficit milionario e la nuova tassa più onerosa fanno uscire allo scoperto le forze politiche della capitale

BELLINZONA - Conti in rosso per 3,45 milioni di franchi nel preventivo 2022 e contemporaneo raddoppio della tassa base sui rifiuti da 80 a 150 franchi. A Bellinzona lo stato delle finanze fa uscire contemporaneamente allo scoperto PLR e Lega. Quest’ultima giudica «spregiudicata la manovra» del Municipio che «utilizza questo nuovo balzello ai danni della gente per coprire i buchi di bilancio cagionati dalla sua gestione scriteriata degli ultimi anni».

«La scelta più banale!» - La Lega di Bellinzona, pur ricordando l’esistenza di disposizioni federali e cantonali, «non imperative», che prevedono la copertura totale dei costi di smaltimento attraverso tassa base e tassa sul sacco, afferma che è stata fatta «la scelta più banale, ma questo non è far politica!». «La copertura del 100% delle spese - continua il comunicato - può essere raggiunta anche aumentando il costo dei sacchi e tassando così chi produce più rifiuti».

La Lega valuta il referendum - I leghisti parlano di un «facile escamotage per liberare subito oltre 1,5 milioni di franchi utilizzati finora per il pagamento della parte “scoperta” delle tasse, mettendo l’importo a carico diretto di tutti i contribuenti. Coerentemente e onestamente, le imposte dovrebbero così diminuire alla luce del cospicuo risparmio ottenuto. In altre parole il moltiplicatore d'imposta dovrebbe scendere dal 93% al 91%». Invece no, sottolineano i leghisti, che terminano con un annuncio: «Se questa dovesse essere la scelta della maggioranza del Consiglio comunale, valuteremo seriamente il lancio di un referendum».

Il PLR preccupato dal deficit - La situazione finanziaria della Città preoccupa anche il PLR che chiede al Municipio e al Consiglio comunale una chiara assunzione di responsabilità: «Spending review? La cura dimagrante deve ancora iniziare» titola il comunicato stampa. «A partire dal 2024 infatti, al termine del periodo di compensazione del minor contributo di livellamento a seguito dell'aggregazione, si prevede per lo stesso anno, vale a dire fra soli due anni, un deficit che – senza correzione della spesa – supererebbe gli 8 milioni, con un moltiplicatore aritmetico che potrebbe spingersi oltre 100%». 

La revisione della spesa - Secondo il PLR occorre agire da subito per invertire la tendenza: «Il Municipio è invitato, con il supporto del Consiglio comunale, a spingere da subito e maggiormente sull’acceleratore affinché la revisione della spesa entri seriamente nel vivo, rivedendo al contempo al rialzo gli obiettivi di rientro strutturale al momento insufficienti».

«Investimenti strategici a rischio» - Altrimenti, di questo passo, continua il PLR, «anche gli importanti investimenti strategici che si intendono concretizzare non saranno più sostenibili. Ma siamo sicuri che la loro realizzazione sia davvero voluta da tutte le forze politiche?».  È ora più che mai necessario, conclude il PLR, «mostrare una chiara volontà di tornare il prima possibile al pareggio dei conti, poiché solo con finanze sane si può continuare ad investire e progettare la Bellinzona di domani, e in definitiva fare politica».

COMMENTI
 
Moro 7 mesi fa su tio
A tutti, vaccinati, guariti, testati e non vaccinati, ci riguarda tutti! Non importa quale sia lo status dell'individuo. Coloro che a novembre diranno"sì" alla legge Covid in Svizzera forse non hanno capito qual è la vera posta in gioco! Penso che la maggior parte di essi non siano consapevoli e non sappiano davvero a cosa dovrebbero dire di sì. Si fidano ciecamente delle dichiarazioni di"20 Minuten" e"SRF" che sono veicolate dal governo. Quindi qual è la cosa fondamentale di questa legge a cui dovete pensare prima di votare. *- Secondo l'articolo 1, il Consiglio federale può prendere decisioni in casi urgenti fino alla fine del 2031 senza informare i parlamenti*. *- Secondo l'art. 9, il Consiglio federale può intervenire nella legislazione in materia di esecuzione e fallimento e quindi limitare i diritti di proprietà*. *- Il Consiglio federale può decidere arbitrariamente e da solo sulle restrizioni della vita economica e sociale fino alla FINE del 2031*. *- La discriminazione e la sorveglianza di massa sono sancite dall'art. 3. La ricerca di contatti, le soglie, il programma di vaccinazione, gli ordini di quarantena, i test sono legalmente ordinati dal Consiglio federale*. *- L'introduzione del certificato Covid nell'art. 6a permette la restrizione e la sorveglianza dei cittadini su base permanente. Tutto questo non può essere approvato, nessuno può approvare che i nostri diritti fondamentali vengano tolti agli svizzeri in questo modo? E questo non ha niente a che vedere con il fatto che uno sia un sostenitore della vaccinazione, un oppositore della vaccinazione, un sostenitore di Corona o un critico. Si tratta di limitazioni palesi dei nostri diritti fondamentali che ci faranno perdere la nostra libertà in futuro. Qualsiasi cosa che non sia un *NO* a questa legge permetterà alla nostra tanto decantata democrazia di vacillare! La libertà è un valore grande e comporta delle responsabilità. Alziamo la testa, guardiamo il cielo e votiamo NO alle pastoie che ci vogliono imporre per il nostro bene. Un grande grazie a tutti voi.
Tato50 7 mesi fa su tio
Molto bene; adesso parliamo dei rifiuti e del costo e piantala con i tuoi proclami. Forse qualcuno non si è accorto che fai pubblicità, nemmeno tanto occulta, su Blog che c'entrano un tubo : Redazione, dianaaa !!
Tato50 7 mesi fa su tio
Non contenti, per andare in discarica, hanno aumentato la tassa annuale da Fr. 20.- a Fr. 30.- . Partita la raccolta firme !!!!!!!!!!!!!!!!
Princi 7 mesi fa su tio
mha strano per risanare le c.... che fanno i nostri politici , il cittadino deve mettere come sempre mano al portafoglio !! ma ol rüt è aumentato del doppio in poco tempo ? che vergogna
seo56 7 mesi fa su tio
Valutano?? Soliti bla-bla…
Nmemo 7 mesi fa su tio
Molti alti funzionari vanno mandati a casa. Ben si sa che sono stati “infornati” in tutta fretta negli ex Comuni prima dell’aggregazione.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO