Tipress
CANTONE
22.02.2021 - 20:390

Pigioni, si andrà a votare

Bocciata dal Gran Consiglio l'iniziativa popolare che chiede di informare il nuovo inquilino sull'affitto precedente

MENDRISIO - Il Gran Consiglio ha bocciato oggi l'iniziativa popolare generica "No alle pigioni abusive, Sì alla trasparenza", che nel 2018 era riuscita a collezionare più di 7'600 firme. Il popolo sarà chiamato ad esprimersi. 

L'iniziativa chiede l'introduzione dell'obbligo, per i proprietari, di mostrare al nuovo inquilino la cifra pagata dal locatario precedente attraverso un formulario, se viene riscontrata una penuria di abitazioni nella zona. 

Il Gran Consiglio ha votato il rapporto con 43 voti favorevoli e 18 contrari, respingendo dunque sia l'iniziativa che la mozione.

«Non vediamo in realtà problemi che potrebbero esserci in altri cantoni, con un mercato locativo teso o dove si verificano un aumento dei prezzi. In realtà è in corso un calo delle pigioni» ha dichiarato Fabio Käppeli durante la seduta. 

«L'intento dell'iniziativa è quello di poter contenere il costo delle pigioni degli appartamenti attraverso la trasparenza: con l'introduzione del formulario ufficiale, al momento della sottoscrizione di un contratto di affitto, si verrebbe a conoscenza della pigione pagata dall'inquilino precedente. In questo modo si porrebbe un freno agli aumenti di affitto praticati senza nessuna giustificazione legata a migliorie o lavori vari. Ci batteremo in occasione del voto popolare» commenta invece il PS. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-24 16:15:25 | 91.208.130.89