Tipress (archivio)
La sede di Neggio.
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
4 min
Affitti il calo, grazie al Covid
In Ticino e in particolare a Lugano le pigioni stanno calando
LUGANO
11 min
Villa Castagnola punta sulla sostenibilità
Utilizzo di energia idroelettrica ed eliminazione della plastica monouso per il 135° compleanno del Grand Hotel
AIROLO
41 min
Gottardo chiuso per una panne
Un veicolo ha bloccato la galleria. Traffico deviato
CANTONE
1 ora
Covid-19: tre nuovi casi in Ticino
Salgono a 3'445 i contagi registrati nel nostro cantone da inizio pandemia. Le vittime sono 350.
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Oltre 570 auto truccate intercettate dalla polizia
Nel post-lockdown in tutta la Svizzera sono stati intensificati i controlli. In Ticino il fenomeno è stabile
LOCARNO
4 ore
Parte il Pardo, ma la città se n'è (un po') dimenticata
Vetrine spoglie e strade "nude" per un'edizione speciale che è luogo d'incontro online, ma non trascura le sale.
CANTONE
11 ore
Primo agosto in fattoria: in Ticino 3'200 ospiti
Quest'anno a causa della pandemia il brunch ha visto la partecipazione di 31 aziende
CANTONE
12 ore
«Albergatori ticinesi coscienziosi»
Per Trotta è importante fidelizzare la clientela. Un aumento ulteriore dei prezzi sarebbe stato controproducente
CANTONE
12 ore
L'InterCity fa capolinea a Lugano? Scatta la petizione
La raccolta firme è promossa dal deputato leghista Massimiliano Robbiani: «È uno schiaffo al Mendrisiotto»
CANTONE
13 ore
Affari d'oro grazie a turismo interno e telelavoro
Non è solo la parziale chiusura delle frontiere ad aver fatto aumentare la cifra d'affari dei negozi alimentari.
VIDEO
LUGANO
15 ore
Lugano è un campo da golf?
Buche, rattoppi, milioni di spesa pubblica. E i cittadini si lamentano
NEGGIO
08.07.2020 - 18:530

«Cosa sta succedendo alla Fonte di Neggio?»

Omar Balli e cofirmatari interrogano il Governo. Nel "mirino" anche la selezione del nuovo direttore

NEGGIO - Un'interrogazione firmata dai deputati leghisti Omar Balli, Sem Genini, Lelia Guscio, Bruno Buzzini e Massimiliano Robbiani chiede al Consiglio di Stato di mettere sotto la propria lente la Fondazione La Fonte di Neggio.

All'esecutivo viene chiesto in particolare di quantificare i contributi pubblici ricevuti annualmente dalla fondazione e di fare luce sulla scelta dell'attuale direttore.

«Corrisponde al vero che il direttore attuale risiede a Zurigo ed è presente solo parzialmente in Ticino?», chiedono i firmatari, che vogliono sapere anche quanti erano «i concorrenti idonei ad assumere la carica che risiedevano in Ticino» e se «l'Ufficio invalidi e il Consiglio di Stato» sono stati coinvolti nella selezione.

Le domande dell'interrogazione

  • A quanto ammontano i contributi pubblici che riceve la Fondazione La Fonte annualmente (media degli ultimi 3 anni)?
  • A quanto ammontano annualmente (media degli ultimi 3 anni) i fondi che la Fondazione raccoglie tramite donazioni e contributi privati? Viene svolta attivamente una ricerca fondi? Con che modalità?
  • Corrisponde al vero che il Direttore attuale de La Fonte risiede a Zurigo ed è presente solo parzialmente in Ticino?
  • Quanti erano i concorrenti idonei ad assumere la carica che risiedevano in Ticino?
  • L’Ufficio invalidi, che dovrebbe essere il Servizio cantonale di riferimento, e/o il Consiglio di Stato è stato coinvolto nella scelta? L’ha avvallata?
  • L’Ufficio invalidi e/o il Consiglio di Stato è a conoscenza della presenza solo parziale del Direttore in Ticino? Ritiene giustificabile questa situazione, specialmente dal profilo della raggiungibilità del direttore in caso di emergenza? Come vuole intervenire?
  • Negli ultimi 3 anni, quanti licenziamenti, mancati rinnovi di contratto, sostituzioni, ecc. ecc. sono stati effettuati a La Fonte, in particolare per quel che concerne l’amministrazione e il team catering? Hanno riguardato anche persone al beneficio dell’AI? Tutto questo, ha comportato una diminuzione dell’offerta per gli utenti? L’Ufficio Invalidi e/o il Consiglio di Stato ne era a conoscenza? In che misura intende intervenire?
  • Sembrerebbe imminente, se non addirittura già in corso, l’esternalizzazione del servizio di refezione della casa con occupazione di Neggio. Inoltre è stata drasticamente ridotta l’offerta della panetteria/pasticceria “Il Fornaio” ad Agno: da tre panettieri, ne è rimasto uno solo. L’Ufficio Invalidi e/o il Consiglio di Stato era al corrente? Come vuole intervenire?

Per quel che concerne la richiesta di un credito d’investimento di fr. 4'832'100.- quale contributo alla Fondazione La Fonte per la costruzione di un nuovo edificio a Neggio destinato a casa con occupazione (v. messaggio numero 7807 del 15 aprile 2020), rilevo che, in Ticino, si stima per il periodo 2019-2022 un fabbisogno di 160 nuovi posti per persone con disabilità. Nello specifico, 70 con presa in carico diurna, 10 notturna e 80 diurna e notturna. L’edificazione dalla nuova casa con occupazione che dovrebbe sostituire l’attuale casa denominata “Fonte 3” costerà in totale oltre 11 milioni di franchi, con un aumento di soli 3 posti letto (si passa infatti dai 21 attuali a 24). Inoltre, nel messaggio, si menziona che la Fondazione La Fonte necessita di fondi propri per CHF 6'273'000.- che la stessa si è impegnata a ottenere in parte tramite una raccolta di donazioni. Richiamato quanto sopra, considerata anche l’entità dell’investimento, chiedo al Lodevole Consiglio di Stato:

  • Non era possibile aumentare in misura maggiore i posti letto? Quali valutazioni sono state fatte al riguardo?
  • A quanto ammonta la parte di mezzi propri che la Fondazione si è impegnata a ottenere tramite una raccolta di donazioni, quali garanzie ha dato al riguardo e quanto di questa somma è già stato raccolto?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-05 10:43:04 | 91.208.130.85