Immobili
Veicoli
I ticinesi con i piedi nel fuoco per affrontare ogni limite

CANTONEI ticinesi con i piedi nel fuoco per affrontare ogni limite

09.11.21 - 06:00
La camminata sui carboni ardenti, organizzata dal recordman Gérard Moccetti, ha avuto luogo domenica a Vacallo.
Tipress
I ticinesi con i piedi nel fuoco per affrontare ogni limite
La camminata sui carboni ardenti, organizzata dal recordman Gérard Moccetti, ha avuto luogo domenica a Vacallo.
E la sfida, da cogliere però solo in presenza di un professionista, è aperta davvero a tutti: «I bambini più piccoli che prendono parte ai corsi hanno di regola cinque anni».

VACALLO - È un tappeto rosso decisamente alternativo, quello percorso domenica a piedi nudi da 11 ticinesi. Un tappeto di tizzoni roventi. L’insolito evento, che, letteralmente, ha fatto scintille, si è svolto a Vacallo, sotto gli occhi attenti dell’istruttore Gérard Moccetti, residente a Figino. 

Passeggiata da Guinness dei primati - La camminata è stata effettuata su sei metri di carboni ardenti, ad una temperatura vicina ai 700 gradi. Cinque degli undici partecipanti non avevano mai svolto questa attività, spiega a Tio/20Minuti Moccetti, che nel 2003 ha stabilito il record mondiale di 50 metri e mezzo nella camminata sui carboni ardenti. L’evento si è svolto senza alcun intoppo, e ha suscitato grande entusiasmo.

Niente paura - Il senso di questo rituale, che pare venisse praticato già in antichità, sta nel legame tra corpo e mente. «È un modo di allargare i nostri limiti e ridimensionare quelli che ci poniamo nella vita», spiega Moccetti, «dà la forza di affrontare nuove sfide». «L'idea», sottolinea la maestra del fuoco Paola Cavadini, «è che quando si ha paura di qualcosa non significa che questa debba fermarci».

Dai vetri al fuoco - Ma l'operazione non va certo approcciata senza preparazione, ed è necessaria la presenza di una persona preparata. Prima del tu per tu con le braci ardenti vengono infatti effettuati vari esercizi volti «ad incrementare e poi a smorzare l’adrenalina, e a connettersi con sé stessi», spiega Cavadini. Tra questi, la camminata sui vetri, ma anche la corsa ad occhi chiusi, guidata solo dalle voci dei presenti.

Bambini coraggiosi - E l'età dei partecipanti spazia più di quanto si possa pensare. «I bambini più piccoli che prendono parte ai corsi hanno di regola cinque anni», spiega Moccetti, che solo quest’anno ha organizzato ben 63 corsi di camminata sui carboni ardenti in tutta la Svizzera e nei Paesi limitrofi. In Ticino ne tiene, in media, uno al mese.

In piano e in altura - L’evento di Vacallo, svolgendosi sotto i 600 metri di altitudine, ha dovuto ricevere l’autorizzazione del Municipio, che ha dato il via libera. Questo in linea con le disposizioni cantonali relative ai fuochi all’aperto: «Speriamo che anche altri Comuni si rendano conto che non c'è nulla da temere», afferma Cavadini.

In fuga da un mondo freddo - Per il 62enne questo "giocare col fuoco" non è una vera professione, ma più che altro un’intensa passione, portata avanti da ben 36 anni. «Ho lavorato tutta una vita in banca. Camminavo sui carboni ardenti come hobby, per evadere da un mondo puramente tecnico, finanziario, anche crudele». Oggi pensionato, può dedicarvisi con maggiore frequenza: «A livello mondiale sono l’istruttore più attivo in assoluto».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO