Ti Press/lettore tio.ch
+9
MENDRISIO
18.10.2021 - 11:230
Aggiornamento : 16:41

Dal nucleo non si passa più, ma il traffico si sposta altrove

È entrato in vigore stamattina il divieto di transito attraverso il nucleo di Ligornetto. Non mancano però le lamentele.

«Davanti a un problema come quello del traffico, che colpisce tutta la regione, non è immaginabile che qualcuno possa pensare solo a un quartiere», protesta il sindaco di Stabio Simone Castelletti.

MENDRISIO - Primo giorno di divieto e primo giorno - o forse sarebbe meglio scrivere ennesimo giorno - di caos sulle strade della Campagna Adorna.

La chiusura parziale al traffico di transito del nucleo di Ligornetto - dal lunedì al venerdì, dalle 05.00 alle 08.00 e dalle 16.30 alle 19.30, ad eccezione del servizio a domicilio, di biciclette e ciclomotori - non è stata priva di conseguenze per i numerosi pendolari che quotidianamente percorrono via Pessina o Via Colombara per recarsi al lavoro. Ma nemmeno per gli altri automobilisti, che si sono visti aggiungere traffico al traffico in particolare sulle arterie principali in provenienza dai valichi di Stabio-Gaggiolo e di Ligornetto-Clivio.

Le nuove disposizioni decise dalla Città di Mendrisio - ricordiamo - hanno quale obiettivo quello d'impedire agli automobilisti (frontalieri ma non solo), di intasare le strade del nucleo storico del quartiere. Obiettivo che prima delle 8 è stato certamente raggiunto - non dopo, visto che non appena la strada è stata "riaperta" è stata nuovamente presa d'assalto - ma a pagarne il prezzo sono state altre zone della città e soprattutto il Comune di Stabio. Che non a caso di era opposto alla chiusura del centro di Ligornetto. La parole del sindaco Simone Castelletti non lasciano dubbi.

Ti-Press (Francesca Agosta)
Guarda tutte le 13 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
tschädere 1 mese fa su tio
chiudere subito le corsie per i frontalieri alle dogane.e lasciare passare solo macchine con minimo due persone a bordo.e un consiglio ai politici non venite con la scusa non e fatibile
Mao75 1 mese fa su tio
Il problema non puó essere sono colpa dei frontalieri: sei anni fa lavoravo per una azienda "illuminata" del mendrisiotto che già obbligava (a suon di bonus e rimborsi) i dipendenti al car-pooling o ai mezzi pubblici, autoctoni o forestieri che fossero. A volte basta applicazione e buona volontà per risolvere i problemi.... ora sarebbe il caso di passare all'obbligo generalizzato, nel rispetto di chi questa situazione la soffre in maniera completamente incolpevole: i momó.
andrea28 1 mese fa su tio
Invece di pensare ognuno al proprio orticello e di farsi la guerra tra piccoli comuni, farebbero meglio a collaborare e proporre e rivendicare un sistema di trasporto pubblico e privato adeguato alle esigenze del Sottoceneri: linee di tram nuove ad esempio o circonvallazioni che non vadano a creare nuove zone edificabili...
Blobloblo 1 mese fa su tio
Non credo sia di certo il problema della chiusura del nucleo...troppa importazione di lavoratori stranieri!!! In 1 per macchina tra l’altro!!! Bastaaaaaaa!!!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-02 08:49:02 | 91.208.130.86