tipress
LUGANO
23.11.2020 - 19:440
Aggiornamento : 20:00

Scarcerato don Chiappini

Il giudice dei provvedimenti coercitivi non ha convalidato il fermo. Il sacerdote torna a piede libero

LUGANO - Esce dal carcere don Chiappini. Il sacerdote luganese, in stato di fermo da venerdì a seguito delle accuse rivolte nei suoi confronti dal Ministero Pubblico, ha potuto tornare al suo domicilio. Resterà indagato a piede libero. 

A riferirlo è la Procura, in una nota diramata in serata. L'80enne, ricordiamo, è accusato di sequestro di persona, coazione e lesioni in relazione alla vicenda della "perpetua" finlandese che, secondo gli inquirenti, avrebbe vissuto da "segregata in casa" presso l'abitazione del prete negli ultimi anni. 

Il Giudice dei provvedimenti coercitivi, decorso il termine del fermo di polizia (48 ore), ha stabilito che non sussisteva la necessità di una carcerazione preventiva. Non ha quindi convalidato l'arresto.  «Alla luce dei numerosi atti istruttori già predisposti e ancora da svolgere - scrive il Ministero pubblico - l'inchiesta prosegue ora il suo regolare corso con l'imputato a piede libero». Non verranno rilasciate ulteriori informazioni «vista la particolare delicatezza della vicenda».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-30 02:28:53 | 91.208.130.86