Tipress (archivio)
CANTONE
28.06.2020 - 13:290
Aggiornamento : 14:32

Offerta d'impiego al netto e in euro, HotellerieSuisse non ci sta

L'annuncio dove si ricercava una ricezionista era apparso negli scorsi giorni su alcuni portali social.

Lorenzo Pianzzi, presidente dell'associazione di categoria ticinese: «Pratica non contemplata dal Contratto collettivo».

BELLINZONA - Ha fatto parecchio scalpore l'offerta d'impiego pubblicata questa mattina da un albergatore del Locarnese su alcuni portali. L'annuncio, infatti, ricercava una ricezionista disposta a lavorare in Ticino con un salario netto di 1'500 euro, con già dedotte le spese di vitto e alloggio.

Una pratica, questa, che non è andata giù a HotellerieSuisse Ticino che per voce del proprio presidente Lorenzo Pianezzi rammenta a tutti gli operatori del settore che la stipulazione di un salario netto non è contemplata dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. «Il salario - precisa Pianezzi - va sempre indicato lordo, le deduzioni che seguono, previste dalla legge, vanno tolte unicamente in seguito sul contratto di lavoro, in sede di assunzione».

Pianezzi e HotellerieSuisse Ticino auspicano quindi il rispetto «scrupoloso» dei regolamenti e delle leggi e questo per favorire «i buoni rapporti» tra collaboratori e datori di lavoro. «In tal senso la nostra associazione - conclude Pianezzi - si adopera regolarmente organizzando formazioni mirate con la collaborazione d'Istituzioni quali il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Telma 8 mesi fa su tio
Cercano di motivarci chiedendoci di passare le vacanze in Ticino. Ci propongono un buono di 25 franchi a persona per fare una cena di almeno 40 franchi in un ristorante del Ticino e loro che cosa fanno? Assumono personale italiano a scapito di quello residente. Inutile chiedere il nostro aiuto a questo punto. Pura ipocrisia. Per me possono fallire tutti gli albergatori e ristoratori. Tanto non ci saranno ticinesi che perderanno il lavoro!
Tato50 8 mesi fa su tio
@Telma In Italia hanno fatto di peggio. Un buono da 500 Euro per gli Alberghi che hanno aderito all'iniziativa. All'inizio erano in molti gli albergatori che hanno aderito. Poi, al termine dell'offerta, gli Albergatori sono venuti a conoscenza che la differenza delle spese lo Stato non pagava ma toglieva la somma dalla tutti arazione dei redditi-;((( Hanno rinunciato tutti perché hanno bisogno del contante per andare avanti e non sconti sulle tasse. Non c'è limite al peggio-;((
Evry 8 mesi fa su tio
Almeno una buona decisione, grazie
roma 8 mesi fa su tio
IPOCRITI.
tip75 8 mesi fa su tio
scusate ma in ticino e’ ancora pieno di persone che fanno la paga al netto e poi perché non scandalizzarsi della proprietà in euro già che intende solo italiani e nessuno svizzero o residente???io ticino...terra di predatori
gmogi 8 mesi fa su tio
Andate avanti con le vostre regole che tanto i “nuovi capetti” si creano il loro nido pensando ai loro interessi ed agli amici degli amici. Il treno è sempre più lontano e oramai perso!!
seo56 8 mesi fa su tio
Quanta ipocrisia.. questa é solo la cima di un iceberg... tutti lo sanno ma va bene così!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-01 21:17:33 | 91.208.130.85