Immobili
Veicoli
GLAMILLA
ULTIME NOTIZIE Ticino
MENDRISIO
23 min
Dopo lo stop pandemico a Mendrisio ritorna la Festa della Musica
Più di 20 gruppi e 7 palchi per animare le vie del Borgo, venerdì 24 e sabato 25 giugno
CANTONE/SVIZZERA
2 ore
San Gottardo preso d'assalto: già 10 km di coda
Durante la notte la situazione si era calmata, ma in prima mattinata è già da bollino nero
CANTONE
15 ore
I frontalieri in telelavoro «vanno regolarizzati»
Un'interrogazione firmata Plr e Ppd chiede al Consiglio di Stato di attivarsi
CAPRIASCA
18 ore
Tesserete-Bidogno-Bogno: strada chiusa per tre ore e mezza
I lavori di pavimentazione stradale avranno luogo mercoledì e giovedì notte.
LUGANO
22 ore
Lugano Bike Emotions premia Nino Schurter
Il campione del mondo sarà presente sabato 28 maggio in compagnia di altri protagonisti del mountain bike svizzero.
CANTONE
22 ore
Un nuovo Comitato per l’ATTE cantonale
Otto i nuovi volti. Riconfermato quale Presidente l'uscente Giampaolo Cereghetti.
CUGNASCO GERRA
22 ore
Dieci anni dopo, in memoria di Alan
Giubileo per la Birra Bozz. Il titolare Richy Bozzini porta avanti il sogno del fratello, morto di cancro alle ossa.
CANTONE
23 ore
Alex Farinelli nel Comitato centrale dell'ACS
Il sindaco di Comano (e consigliere nazionale) prende il posto di Simone Gianini, che lascia la carica dopo 4 anni.
LUGANO
1 gior
“Famiglia in bicicletta”: la scultura che promuove le piste ciclabili
L'artista Gabriela Spector rende omaggio agli sforzi del comune di Lugano per sviluppare la mobilità dolce.
CANTONE
1 gior
In Ticino 50 nuovi casi e sei pazienti Covid in meno
I ricoverati scendono così a 37 in tutto. Nessuno è in cure intense.
FOTOGALLERY
BEDRETTO
1 gior
Il Passo della Novena è uscito dal letargo invernale
La strada che collega Bedretto a Ulrichen è stata riaperta questa mattina alle nove.
BELLINZONA
1 gior
Torna "Belli di Sera"
Stasera i negozi di Bellinzona terranno aperto fino alle 21.
CANTONE
1 gior
Ladri "elettrizzati" fanno incetta di bici (e di denunce)
Nei primi mesi del 2022 la Polizia cantonale ha ricevuto parecchie denunce per furti di biciclette.
LAMONE
18.05.2020 - 09:400
Aggiornamento : 10:07

Wanda, il cane che indica la strada a chi non la vede

Susanne alleva con amore aspiranti cani guida che aiuteranno le persone non vedenti ad affrontare la loro quotidianità

di Redazione
GILDA BORASIO

LAMONE - Un cane guida mostra tra l’altro ostacoli, semafori e strisce pedonali. È un compagno ed amico fedele. Inoltre, la sua attitudine aiuta a creare contatti con altre persone poiché quest’ultime trovano più facilmente il coraggio di rivolgere la parola al detentore attraverso il cane. Susanne Schwaninger di Lamone è al suo nono cane guida, che segue per la Scuola Svizzera di Allschwil.

Da dove questa scelta di vita?
«Tredici anni fa, dopo la lettura di un articolo, mi sono appassionata a questo mondo. La Scuola Svizzera per cani guida di Allschwil manifestava la necessità di arruolare nuovi volontari e da quel momento ho deciso di intraprendere questa attività di formazione per la voglia di aiutare gli altri, caratteristica che mi ha sempre contraddistinto».

Come si svolge una giornata tipo?
«Ovviamente il nostro Labrador vive con noi. Esco per due passeggiate di circa un’ora e mezza l’una ed altre più brevi, nel bosco oppure in città. Wanda impara una serie di esercizi: questi vanno dai semplici comandi acustici basilari, che tutti i cani dovrebbero assimilare, ad altri più specifici affinché Wanda sappia muoversi in tutte le situazioni possibili con estrema facilità. Inoltre, una volta alla settimana seguiamo una formazione in una scuola cinofila specializzata per l’addestramento per i cani giovani».

Quali sono le tappe che un cane guida deve affrontare partendo dalla nascita?
«L’animale raggiunge alla decima settimana la famiglia adottiva. Superato l’anno e mezzo d’età il cane viene sottoposto ad esami di vario carattere al fine di verificarne l’idoneità per il servizio. L’ultima fase è costituita da una formazione specifica con un istruttore della scuola».

Come avviene la separazione?
«Il cane è pronto per il suo ruolo di guida ad una persona non vedente o ipovedente quando i responsabili della scuola lo ritengono tale. In accordo con il nuovo detentore, il cane può ovviamente continuare ad avere rapporti con la famiglia adottiva. Credo che questa sia per noi la parte migliore perché permette di osservare come alcuni sforzi si rivelano utili nella quotidianità di chi viene aiutato grazie anche al nostro lavoro. La separazione è dolorosa, ma ci aiuta sapere che non è un distacco definitivo e che la vita del cane continua in modo positivo».

Perché consiglierebbe ad una persona di seguire un cane guida?
«La formazione di un cucciolo guida può regalare innumerevoli soddisfazioni, tenuto conto che il rapporto ha un fine ed uno scopo umanitario. Inoltre, in questo percorso non è il cane il solo ad imparare; anche la persona che si occupa di formarlo ha la possibilità di apprendere nozioni che altrimenti non conoscerebbe e di trarne quindi numerosi insegnamenti».

Oltre ai cani ha qualche altra passione?
«La natura e le passeggiate mi sono sempre piaciute, con Wanda posso godermele ogni giorno. Adoro cucinare per mio marito Fritz e i miei due figli Natalie e Sandro, che apprezzano le mie ricette. Mi dedico anche alla lettura e al nuoto».

La Scuola Svizzera per Cani Guida di Allschwil cerca sempre volontari
ALLSCHWIL - Un cane guida, per un non vedente o un ipovedente, non è solo un fedele compagno di vita, ma costituisce anche un prolungamento del suo corpo. Il cane è chiamato a sostituire gli occhi della persona e diventa la sua chiave di accesso al mondo.
La Scuola Svizzera dei cani guida per ciechi di Allschwil lo ritiene basilare. Dal 1972 opera sul territorio svizzero grazie ad un fondo spese e a contributi da parte dell’Assicurazione invalidità, al fine di fornire un fondamentale sostegno nella vita di persone cieche o ipovedenti. Un aiuto concreto, grazie al lavoro svolto da oltre 500 cani attualmente in azione, che si estende anche a scopi sociali, disabili e bambini autistici.
Il numero di cani guida addestrati è tuttavia ancora basso rispetto a quello delle persone che effettivamente ne avrebbero bisogno. Per questo motivo sono sempre necessari aiuti e nuovi volontari che abbiano voglia di mettersi alla prova e di aiutare il prossimo.
G.B.
Contatto:
www.blindenhundeschule.ch
info@blindenhundeschule.ch
061-487 95 95




GLAMILLA
Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-26 11:05:31 | 91.208.130.85