ULTIME NOTIZIE Ticino
FOTO
CANTONE
2 ore
«In classe distanti, sui bus ammassati»
Azione di protesta quest'oggi in diversi istituti scolastici.
CANTONE
5 ore
Beccato dal radar a 100 km/h sui 50, poliziotto a processo anche se era un'emergenza
Il prossimo 9 ottobre un agente della Cantonale sarà giudicato alle Assise correzionali di Lugano
CHIASSO
6 ore
Pelli all'asta
La curiosa vendita all'incanto organizzata dall'Ufficio di esecuzione
CANTONE
8 ore
I radar risparmiano (ancora) solo la Valle di Blenio
La prossima settimana i controlli della velocità mobili avranno luogo in sei distretti su otto.
FOTO
MASSAGNO
8 ore
Cade una pianta, e Massagno resta senza corrente
Questa sera un blackout ha colpito case, attività e anche i semafori. Tutto per un albero divelto in zona La Stampa
BELLINZONA
8 ore
Mamme tremende, col SUV quasi in classe
Nuove segnalazioni dalla zona delle scuole nord. Il municipale Roberto Malacrida: «Chiediamo più rispetto».
FOTO E VIDEO
MELANO
10 ore
Il vento sradica una pianta e fa cadere alcuni pannelli
A Melano un albero dalle dimensioni notevoli ha ostruito la strada Cantonale.
FOTO
BELLINZONA
10 ore
La capitale non ne può più dei vandali
Sui nuovi moduli prefabbricati delle Scuole elementari Nord sono apparse diverse scritte.
BELLINZONA
11 ore
Lavori di pavimentazione
Saranno parzialmente chiuse via Gesero, via Mordasini e via Monte Gaggio
CANTONE
11 ore
Cpi: «Una decisione scandalosa»
Abusi sessuali: la Lega tuona contro Ps e Liberali per la votazione sulla commissione d'inchiesta
LOCARNO
12 ore
«Affitto spropositato che mette a rischio il Casinò»
La casa da gioco fa la voce grossa con la locatrice Kursaal Sa
BELLINZONA
12 ore
Un video a scuola fa arrabbiare Robbiani
Lo spot per il "sì" alla limitazione «strumentalizzato» davanti agli allievi. Scatta l'interrogazione
CANTONE
12 ore
Cooperazione e sviluppo, 14 nuovi diplomati
Sono invece 16 le persone iscritte al percorso accademico di quest'anno.
LUGANO
23.09.2019 - 06:040

«La forza di un’idea può cambiare il mondo»

Il “fatto su misura” al centro della quinta edizione della conferenza TEDxLugano. Tra i relatori anche la ticinese Patrizia Pfenninger

LUGANO - Ognuno ha le proprie esigenze e i propri desideri. E dopo la massificazione dei prodotti nella seconda metà del secolo scorso, in questo nuovo millennio è tornata alla ribalta la personalizzazione. Un concetto che riguarda tutti e tutto, dalla sanità alla moda, dalle vacanze ai beni per la casa. E che spazia quindi in più settori. Per questo la quinta edizione della conferenza TEDxLugano, in programma il prossimo 28 settembre al Palazzo dei Congressi, ha scelto il tema “Tailor-Made” (fatto su misura). Tra i relatori si conta anche la zurighese trapiantata in Ticino Patrizia Pfenninger (classe 1984), attiva nei settori design, marketing ed espressione artistica.

Su cosa verterà il tuo intervento?
«L’intervento, che farò con Pasquale Diaferia, parla di idee. Di quanto la forza di un’idea possa concretamente toccare e modificare il comportamento sociale. Addirittura il mondo. Se un’idea ha la forza (il cuore) e la condizione delle persone (la potenza) può arrivare a creare una coscienza sociale talmente importante in cui riconoscersi e a cui partecipare che difficilmente la si può ignorare. Si può sempre farne parte o meno, ma nel processo di decisione si è già fatto un atto molto importante. Il nostro intervento “The Power of Ideas will change the World (and you will decide if it’s going to happen)” non sarà un talk teorico ma porteremo proposte concrete, due idee originali e potenti».

Quale ruolo gioca la personalizzazione nel tuo settore?
«Le idee sono un ottimo esempio di “Tailor-Made”. Un’idea è il cuore di un progetto (e nelle idee ci sono le persone), e prende forma considerando tutte le componenti e le caratteristiche di una situazione. Un’idea è la risposta creativa e precisa a un dilemma».

Ci puoi fare un esempio?
«Un esempio apparentemente semplice: la cultura e le caratteristiche di un luogo. Se vengono sottovalutate portano una campagna (per fare un esempio pensando a qualcosa che sicuramente tutti hanno già visto) a essere ignorata, perché non ci si sente coinvolti. Ogni attività su larga scala, ma anche ridotta, deve considerare l'unicità di una determinata cultura, e plasmarsi di volta in volta a essa».

E cosa ci dici del “Tailor-Made” più in generale, quindi anche in altri ambiti?
«Che ogni soluzione efficace e vincente è fatta di persone e per le persone. Insisto nel dire che l’uomo rimane centrale, la creatività e le idee in primis. Per lo sviluppo delle società, a livello professionale ma soprattutto personale, “tailor-made” significa ascoltare e comprendere prima di agire, significa pensare al destinatario prima di comunicare».

Cosa significa, per te, partecipare a un evento come TEDxLugano?
«La cosa più importante sono le persone, potersi confrontare direttamente con i presenti. La bellezza dell’incontro e di parlare liberamente faccia a faccia con un caffè, senza il filtro dei social che molto spesso sono anestetizzati dalla frenesia degli eventi e spesso poco veritieri. Un confronto con una persona offre molto di più, parte con un sorriso».

Non si tratta della tua prima partecipazione a una conferenza TEDx: cosa ti ha dato la tua precedente esperienza?
«La mia prima partecipazione risale al 2018 a TEDxFoggia, un talk sempre in coppia con Diaferia. E abbiamo parlato in italiano, situazione profondamente diversa rispetto a questa che sarà in inglese. In quell’occasione trattavamo del rapporto tra A.I. e creativi, un rapporto intrinseco dove l’uomo guida e la tecnologia segue. Il regalo di quella partecipazione è stato il confronto, ascoltare i punti di vista delle molte persone che vivono a Foggia (ma non solo). Pensa quindi l’orgoglio che provo ora nel partecipare a TEDxLugano. Mi sento molto “profeta in patria” e mi aspetto un confronto molto ampio con i miei concittadini».

Il "Tailor-Made" in scena al Palazzo dei Congressi
“Tailor-Made”: è il tema della quinta edizione di TEDxLugano, in programma sabato 28 settembre 2019 al Palazzo dei Congressi di Lugano. La conferenza vuole esplorare la tendenza del “fatto su misura” nelle sue molteplici sfaccettature, discutendo le sfide dell’unicità, gli aspetti etici relativi alla privacy dei dati e le implicazioni generali sulla società in termini di nuove professioni e modi di vivere. L’evento del 2017 è stato seguito da oltre seicento persone presenti in sala.
Più info su www.tedxlugano.com

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 1 anno fa su tio
Non è un argomento difficile da sviscerare: la Svizzera è per natura un Tailor-Mode. Quante cose , in tanti campi,sono fatte su misura per la Svizzera e per gli Svizzeri? Quante volte ci siamo trovati a disagio di fronte a prodotti globalizzati che non rispondono alle nostre aspettative? Questa è anche la nostra forza.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-26 02:04:29 | 91.208.130.89