LUGANO«Città in ostaggio? Sì, siamo preoccupati»

05.09.19 - 08:05
Occupanti dell’ex macello pronti per la manifestazione del 14 settembre. I timori del municipale Roberto Badaracco: «Vorremmo comunicare con loro. Ma non si può»
Tipress
«Città in ostaggio? Sì, siamo preoccupati»
Occupanti dell’ex macello pronti per la manifestazione del 14 settembre. I timori del municipale Roberto Badaracco: «Vorremmo comunicare con loro. Ma non si può»

LUGANO – L’hanno annunciata con tanto, tantissimo, preavviso. C’è una certa preoccupazione attorno alla manifestazione degli occupanti dell’ex Macello di Lugano, prevista per sabato 14 settembre. Il futuro sfratto voluto dalle autorità è andato di traverso ai “molinari”. E il risultato potrebbe essere deleterio. Non lo nasconde nemmeno Roberto Badaracco, capo del Dicastero cultura, sport ed eventi. «Hanno proclamato di volere prendere la Città in ostaggio. È chiaro che ci sono dei timori».

Come vive l’autorità cittadina l’avvicinarsi di questa manifestazione?
Il Municipio ha preso seriamente questa situazione. Anche perché i propositi sembrano piuttosto bellicosi. Hanno lanciato l’evento tanti mesi prima della data stabilita. Probabilmente per raccogliere rinforzi provenienti dall’esterno. Altre persone che vivono al di fuori del Ticino e che credono nell’autogestione.

Non è la prima volta che i “molinari” scendono in piazza. Stavolta però c’è di mezzo uno sfratto. Di fatto, la Città ha dichiarato che all’ex Macello non possono più stare.
Infatti, i toni della protesta saranno probabilmente altri, rispetto al passato. Lo sfratto, in ogni caso, non c’è ancora stato. Dal Municipio non è ancora arrivata alcuna disdetta. Semplicemente si è detto che per una questione di pianificazione e programmazione degli spazi, la zona dell’ex Macello verrà destinata ad altro. Ma l’iter è lungo. Passeranno anni e anni prima che ciò accada. Nello stesso tempo, il Municipio ha attivato un gruppo di lavoro per la ricerca di spazi sostitutivi per queste persone.

Secondo il Partito Socialista, gli autogestiti potrebbero continuare in ogni caso a restare anche nel rinnovato ex Macello.
La maggior parte del Municipio non ritiene che questa sia una soluzione percorribile. Ma siamo coscienti che l’autogestione è prevista in una legge cantonale. Di base gli autogestiti non fanno nulla di illegale. E anche per questo il Cantone mette loro a disposizione una somma per il pagamento delle spese.

Se lo chiedono in tanti: l’affitto lo pagano, si o no?
No, non lo pagano.

Come si mantengono queste persone?
Non lo sappiamo. Si figuri che gira addirittura la voce che alcuni siano “figli di papà”. Ma non abbiamo alcuna conferma. Il nostro problema è che non abbiamo un interlocutore. Non c’è un portavoce. Come si fa a collaborare in questo modo? Loro la vedono come una “missione” da portare avanti tutti assieme. E in questo caso sbagliano: nel mondo politico ci sarebbe davvero tanta gente disposta a dare loro una mano. Anche perché alcune loro iniziative culturali sono veramente ben fatte. Organizzano, ad esempio, alcuni concerti molto carini.

Senza un interlocutore è difficile capire cosa abbiano in mente per il 14 settembre…
Non capiamo questa loro chiusura a priori. Manifestare è un loro diritto. E non siamo contrari a questo. Il fatto è che sabato 14 settembre a Lugano sono previsti anche altri eventi, tra cui la Corsa della speranza. Vorremmo che tutto si svolgesse nel modo più civile e sicuro possibile, senza arrecare danno né alla popolazione, né alla Città stessa. Tuttavia, finora, non siamo riusciti a comunicare con loro. Vorremmo, ma non ci riusciamo. Troviamo sempre un muro.

 

 

COMMENTI
 
Litapeppino 3 anni fa su tio
Certo che se ognuno di noi si si alzasse alla mattina e gli viene in mente di fare la sua " autogestione ". Certo che vedere come gli autogestiti riescono a tenere testa al Municipio, al Sindaco Borradori, e al Vice Sindaco Bertini, mi viene da chiedere ma chi avete messo in Municipio ? Due cala braghe. Certamente piu facile sfrattare una povera prostituta con regolare permesso di lavoro da un appartamento in pochi minuti, mettere i sigilli, e presentarsi con 9/10 poliziotti a fare la voce grossa. Neeee Bertini vicesindaco...
gigipippa 3 anni fa su tio
Contro i manifestanti usate pure gli idranti, non amano il pulito.
Max1 3 anni fa su tio
Ueeee sono un autogestito anch’io Pago un affitto Pago la cassa malati Pago tasse comunali cantonali e federali Pago le tasse di circolazione Pago luce acqua fognatura e spese varie Pago disoccupazione ai infortunio e cassa pensione Mantengo due figli agli studi E tutto questo autogestito grazie al mio lavoro .. intendete questo come autogestione vero?
moma 3 anni fa su tio
Anch'io sono autogestito cosi, siamo in 2. Non è che per caso parte dei nostri contributo vengono usati per tenere in piedi questa gente. Mi domando.
Max1 3 anni fa su tio
Assolutamente paghiamo noi
luganese doc 3 anni fa su tio
Premesso che ognuno e' libero di pensare quello che vuole sul Molino, mi sorge una domanda? Ma se anche i paracarri della val onsernone sanno che gli autogestiti si finanziano con le loro attivita' e non han mai chiesto un solo franco al cantone e al comune...come mai in questa intervista si afferma che ricevono dei soldi pubblici? Ma e' proprio sicuro signor Badaracco? Perche' se non fosse cosi' le sue affermazioni sarebbero molto ma molto gravi. Non pensa?
francox 3 anni fa su tio
I paracarri della val Onsernone sono mal informati. Gli autogestiti non sono autogestiti e ciucciano la tetta del comune, tanti soldi dei contribuenti.
matteo2006 3 anni fa su tio
per il momento rimangono parole i fatti mancano sempre all'appello è sempre il solito discorso che sono "finanziati" da comune e cantone ma nel concreto non si sa quanto; di cosa hanno paura nell'indicare cifre precise? non è perchè mi dicono che ricevono 100 o 1000 allora cambio idea. La politica del vago non è più attuabile ci vogliono cifre e fatti concreti basta belle parole che stanno bene solo sui cartelloni per le elezioni.
Tenderloin 3 anni fa su tio
Lancio una provocazione. Ma se i Molinari si accordassero per pagare un affitto al comune allora sareste d'accordo di lasciarli li?
MIM 3 anni fa su tio
E' e resta una provocazione, perché nella realtà non esiste una probabilità del genere.
Tenderloin 3 anni fa su tio
Sicuro? Ora comune e cantone hanno 3-4 anni per riuscire a trovare una nuova sistemazione adeguata. Se non dovessero trovarla (ed è una possibilità) tutto rientrerebbe in discussione. Inoltre non sappiamo se i rapporti di forza in municipio saranno gli stessi fra 4 anni. Naturalmente non esiste che i molinari entrino in una struttura nuova (macello ristrutturato) a gratis. Per questo, visto che il sindaco invierà la disdetta della convenzione fatta con Giuliano Bignasca e Giorgio Giudici se ne dovrà fare una nuova... (con affitto e tutto..)
miba 3 anni fa su tio
Un'idea per il municipio di Lugano. Prendere contatto con Kim Jong Un ed organizzare/finanziare per tutti gli autogestiti un viaggio/soggiorno di studio nel campo di lavoro di Yodok in Corea del Nord. Sono sicuro al 100% che tornerebbero entusiasti e con gioia nel paese in cui finora hanno fatto solo teorie del menga dalla comodissima posizione di mantenuti!!
Gus 3 anni fa su tio
Dovrebbero occupare l'aeroporto che è ormai inutile
centauro 3 anni fa su tio
Lo stavo per scrivere pure io, con l'ampia superficie sfruttabile basterebbe cedere a loro un hangar in affitto.
miba 3 anni fa su tio
Diritto a manifestare? Giusto. Il fatto però è che questi (come troppi) parlano sempre di diritti e mai di doveri (come ad esempio quello di pagare l'affitto se occupi locali e/o uno stabile). Gente che pretende che la società in cui vive si adatti a loro e non viceversa. Vogliono fare veramente gli autogestiti? Che imparino a mantenersi senza tutto (troppo) quello che la società in cui vivono regala loro. E per i figli di papà e/o presunti tali che facciano come gli svizzeri tedeschi: un paio di capre e un asino su qualche monte della Valle Maggia che tanto vengono mantenuti lo stesso, e se non è il papà tanto paga l'assistenza
matteo2006 3 anni fa su tio
Hanno anche il diritto all'autogestione. Io mi chiedo piuttosto come mai nessun partito, nessun politico abbiamo mai avanzato la proposta di togliere questa assurda legge e togliere gli aiuti per un autogestione non controllata perchè risposte del genere "Non sappiamo come si finanziano" quando parte dei finanziamenti arrivano dal Cantone non sono accettabili. Mi sta bene l'autogestione ma ci vuole trasparenza non basta difendersi dietro ad una legge e creare un'ulteriore (inutile) associazione quando poi nessuno dice come stanno le cose e fanno solo intrallazzi sotto banco.
KilBill65 3 anni fa su tio
L'errore che secondo me ha fatto il municipio di Lugano anni fa,' era quello di demolire subito l'ex macello…..Forse avrebbero avuto meno problemi!!….
miba 3 anni fa su tio
Ciao matteo2006, andando comunque alla sostanza delle cose sono dei mantenuti, o dai genitori o proprio da quello stato/società verso cui hanno un'avversione quasi viscerale... Voglio fare gli autogestiti? Va benissimo ma allora che siano coerenti con l'ideologia/modo di vita che hanno scelto. Comodo (e soprattutto molto opportunista) fare l'autogestione quando non devono guadagnare la pagnotta per vivere ma altri provvedono. Mah, quasi quasi se fossi più giovane farei l'auto gestito anch'io: solo diritti, niente doveri e soprattutto finanziato :):):)
matteo2006 3 anni fa su tio
Forse qualcosa ho trovato ma è molto interpretabile quindi mi pare che si stiano difendendo su basi molto poco solide: parole di Bruno Brughera presidente della neonata associazione AIDA "Vi è un passaggio della Legge cantonale sui giovani che prevede che lo Stato stimoli i giovani studenti a creare dei momenti di autogestione". Non hanno nessun diritto. La prossima domanda a cui sto cercando risposta è quanto ricevono dalla stato?
matteo2006 3 anni fa su tio
Questo è l'articolo 1 non modificato a piacimento da chi lo "usa". Scopo Art. 1Il Cantone sostiene e coordina, per il tramite della presente legge, attività giovanili finalizzate alla partecipazione dei/delle giovani in uno spirito di autodeterminazione.
polonord 3 anni fa su tio
Autogestiti che ricevono soldi pubblici? Ma quando mai ! Polizia fate il vostro lavoro fino in fondo, la popolazione è con voi! Questa gentaglia non deve avere spazio!
centauro 3 anni fa su tio
Sono prioritari radar e fare multe!
lo spiaggiato 3 anni fa su tio
Badaracco non fare il piangina... che sarà mai una manifestazione?... adesso a Lugano non si può neanche più manifestare?... piuttosto che piagnucolare pensa a trovare una sede alternativa per questa gente...
bananasplit 3 anni fa su tio
la soluzione c'è ... :-)) porto franco e Repubblica a sé ... vedrete che, se nn ne entra e nn ne esce ... si costituiscono da se ... i Molinari ... xchè voglia di lavorare nn c'è ne. :-)))
ni_na 3 anni fa su tio
A chi invita la polizia a usare la violenza, invece, dico che manca coerenza. In altre parole, invocate l'illegalità e l'illegittimità dell'abuso di potere per contrastare quello che ad oggi non è nulla di illegale: come viene ribadito nell'articolo, l'autogestione non è illegale, e manifestare è un diritto.
GI 3 anni fa su tio
che manifestare sia un diritto, non ho dubbi. Distruggere, approfittando di una manifestazione,...non credo sia legale... Ed è questo che, spesso e volentieri, questo genere di personaggi (+ i tanti loro adepti vestiti di neo con tanto di maschera per non farsi riconoscere) fanno....gli esempi non mancano !
Il vero Andrés Bignasca 3 anni fa su tio
Troppa paura nei commenti... Lunga vita all'autogestione
matteo2006 3 anni fa su tio
Un buon inizio sarebbe che entrambe le parti fossero essere dalla parte del dialogo prima di avanzare qualsivoglia proposta come il partito socialista che pensa lontano per nascondere il presente, il municipio e i partiti politici in generale non dovrebbero terrorizzare la gente con certe affermazioni senza fondamento alcuno, poi andrebbero dette le cose come stanno e non solo mezze verità e informazione spiccia senza approfondimento del tipo "il Cantone mette loro a disposizione una somma per il pagamento delle spese " oppure "Come si mantengono? Non lo sappiamo.". Qui si va a toccare la reazione di pancia delle persone, ormai prepariamoci che sarà una battaglia mediatica su tv, media online e social fino al 14 e poi qualcuno tirerà le somme finalmente una volta finita la pagliacciata (pagliacciata messa in atto da entrambe le parti).
ni_na 3 anni fa su tio
Non c'è niente per cui tremare. Il solito titolo per scatenare i commenti. Manifestare è un diritto, come viene giustamente detto. Da ciò che si legge sui vari annunci apparsi, lo scopo della manifestazione non è mettere "a ferro e fuoco" la città, ma semplicemente manifestare a favore dell'autogestione. Dunque calma e gesso.
On the Wild Side 3 anni fa su tio
Grande ovazione alla redazione di Tio.ch che fomenta paura e timori! Per essere obbiettivi bisognerebbe interpellare anche la controparte. Veri giornalisti ?
sedelin 3 anni fa su tio
la controparte é stata interpellata più di una volta, ma la controparte RIFIUTA il dialogo. chi non dialoga é perdente in partenza. e ti ricordo che l'idea di autogestione dei fondatori del molino non era quella di chi oggi rivendica un diritto con l'ostruzione.
On the Wild Side 3 anni fa su tio
Per essere partecipante delle attività del Molino quasi sin dagli inizi, posso affermare il contrario!
On the Wild Side 3 anni fa su tio
comp61: Quali soldi del Cantone? Autogestione = Autofinanziamento
Cleofe 3 anni fa su tio
peccato che i parassiti abbiamo occupato suolo senza pagare una lira.
On the Wild Side 3 anni fa su tio
Peccato che i Molinari abbiano occupato uno spazio firmando un accordo con il municipio di Lugano (2003-2030)
streciadalbüter 3 anni fa su tio
Siete l`esecutivo,eseguite .Un esecutivo pauroso non é una bella cosa.
don lurio 3 anni fa su tio
Ho letto i commenti tutti d'accordo .Un dittatore diceva al popolo "armiamoci e partite". I cittadini, anzi prima i genitori dei Molinari davanti alla Polizia come scuso in seguito tutti gli altri cittadini.
comp61 3 anni fa su tio
I soldi che vengono dati loro dal cantone: come vengono utilizzati? C’è un controllo?
GI 3 anni fa su tio
senza a e senza b, vanno presi ad uno ad uno e rispediti al loro domicilio.....la "festa" è già durata fin troppo.....
Hardy 3 anni fa su tio
Sicuramente metteranno la città a ferro e fuoco. Si salvi chi può, prima le donne e i bambini.
vulpus 3 anni fa su tio
Evviva la trasparenza caro onorevole: quanto versa il cantone ai figli di papà? ( e questi figli c'erano già all'inizio e se avesse scordato questa situazione è nata proprio per questa presenza). Quali sono le spese vive della città create da questa situazione? ( pensiamo ai consumi di energia, acqua, fognatura, spazzatura... cioé tutte quelle spese e tasse che il comune cittadino deve versare affinchè la città funzioni . Ha completamente ragione la signora che , idealmente rivendica lo stesso trattamento per tutte le associazioni, sopratutto quelle che stanno in piedi con il volontariato e svolgono attività a supporto di chi ne necessita per uno stato di vita almeno dignitoso) Chi parla di pedate e legnate è anche fuori luogo, ma la città deve saper far rispettare le leggi e la legalità.Non sentirsi forti solo con gli automobilisti.
Evry 3 anni fa su tio
Adesso BASTA, il Municipio in corpore deve intervenire in modo decisivo con tutti i mezzi a disposizione, non possiamo lasciarci calpestare da questa gente !!!! BASTA tergiversare con degli arroganti, prepotenti e anche dei mantenuti, persone sconosciute. Verso gli altri cittadini contribuenti si sarebbe già intervenuti. Basta e vergogna.
KilBill65 3 anni fa su tio
Se come detto, non riescono a comunicare con i giovani delll' EX macello, vuol dire che vogliono lo "scontro" quindi le autorita' facciano attenzione e prevedano le dovute precauzioni , visto che nello stesso giorno ci sono altre manifestazioni (sembra fatto apposta)……..
streciadalbüter 3 anni fa su tio
Mandateli a lavorare.
F.Netri 3 anni fa su tio
E quando mai si è potuto comunicare con dei comunisti che seguono e praticano il modello dei kolchoz sovietici?
Sir Stanley 3 anni fa su tio
Davvero praticano il modello dei kolchoz sovietici?!? Allora devono aver trasformato il macello in un’immensa fattoria collettiva ed avranno espropriato interi quartieri per trasformarli in campi da arare e destinare alla produzione agricola. Si vede che è un po’ che non passo da Lugano… chissà che cambiamento! Quindi quest’anno festeggeranno la conclusione dei quarto piano quinquennale. Ma una cosa mi sfugge: se sono tutti degli sfaticati come fanno a praticare il modello dei kolchoz, che richiede di lavorare almeno una quindicina di ore al giorno spaccandosi la schiena nei campi? Comunque se sono già arrivati a questo punto meglio tenerli d’occhio: sia mai che stiano pianificando di dividere in due Lugano come Berlino ed imporre la collettivizzazione forzata nella parte est. E da lì una nuova guerra fredda che ci porterà all’autodistruzione.
roma 3 anni fa su tio
...ma gli antisommossa vengono usati solo a Cornaredo e alla Resega? On. Badaracco, ma paura di cosa? Di 4 mantenuti? Che il consiglio comunale dia le dimissioni in corpore se non se la sente porre termine all'illegalità.
On the Wild Side 3 anni fa su tio
Come sicuramente nessuno ricorda, anche in passato le manifestazioni del molino si sono sempre svolte in modo pacifico. Anche dopo lo sgombero forzato del molino al Maglio di Canobbio, malgrado la partecipazione fosse altissima. L'unica occasione in cui si sono verificati problemi é stato nel 96 o giù di li, al parco del tassino (il molino ancora non esisteva) quando la polizia ha chiuso i cancelli del parco e caricato tutti i presenti con proiettili di gomma!
Lunalunera 3 anni fa su tio
????????????????????
Lunalunera 3 anni fa su tio
Demolizione e reclusione!
jena 3 anni fa su tio
Tolleranza zero! Radere al suolo!!!! E blindare chi crea casini e disagi.
tazmaniac 3 anni fa su tio
"il Municipio ha attivato un gruppo di lavoro per la ricerca di spazi sostitutivi per queste persone." ma ci rendiamo conto.... L'unico spazio sostitutivo per queste persone c'è già ed è a Giubiasco.
Cleofe 3 anni fa su tio
per il viaggio, Lugano-Giubiasco, contribuisco volentieri
francox 3 anni fa su tio
Perché insistere a parlare di autogestione quando invece attingono soldi dal comune e quindi dai contribuenti? Almeno la correttezza nell'usare i termini!
tazmaniac 3 anni fa su tio
apsettare la notte e prima del 14 settembre, procedere con la demolizione, 2 piccioni, con una fava.
NOTIZIE PIÙ LETTE