Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Il capo dell'esercito è positivo al coronavirus
Il comandante di corpo Thomas Süssli si trova in isolamento
BERNA
7 ore
Quasi 600 ricoverati, un centinaio in cure intense
In totale i posti letto ancora liberi nelle strutture sanitarie erano 6353.
BERNA
8 ore
Cadavere a Interlaken: la polizia pensa a un atto violento
L'identificazione formale della vittima non è ancora avvenuta
LUCERNA
8 ore
Voleva pulire un serbatoio: operaio perde la vita
Un collega è stato soccorso e si è salvato
FRIBURGO
8 ore
Allievo conducente ruba l'auto e finisce tra i binari
Il bilancio è di due persone arrestate e una ragazza ferita
URI
9 ore
Non rispettano i tempi di riposo, smascherati due camionisti
In tutte e due le situazioni sono emersi anche difetti sui veicoli.
VALLESE
9 ore
Albinen fra i belli di Svizzera
Il villaggio potrà vantarsi di essere "uno dei Borghi più belli della Svizzera".
VIDEO
LUCERNA
9 ore
Non voleva indossare la mascherina, immobilizzato a terra e arrestato 
È accaduto sabato in un ristorante. L'uomo è stato portato via con la forza e ammanettato dagli agenti della polizia.
SVIZZERA
10 ore
Il Cancelliere della Confederazione è in quarantena
Walter Thurnherr ha avuto contatti con un famigliare risultato positivo al coronavirus.
SOLETTA
10 ore
Prova a far esplodere un bancomat, ma arriva la polizia
Nonostante l'intervento degli agenti, il ladro è riuscito a fuggire
SVIZZERA
10 ore
Tre milioni di persone utilizzano Twint
In Svizzera il 50% dei detentori di smartphone utilizza l'app
ZURIGO 
11 ore
Mascherina e telelavoro, ecco come operano 15 grandi aziende
Da Novartis a Lonza, passando dai principali istituti bancari.
BASILEA CITTÀ
11 ore
La St. Jakobshalle non si chiamerà Federer Arena
I promotori del progetto non sono riusciti a raccogliere le 3'000 firme necessarie per la votazione.
BERNA
03.01.2020 - 14:440
Aggiornamento : 17:23

La Svizzera esorta l'Iran e gli Stati Uniti ad evitare ogni escalation

Washington e Teheran non hanno rapporti diplomatici ed è Berna a curare i loro rispettivi interessi. Guterres: «Il mondo non ha bisogno di un'altra guerra del Golfo»

di Redazione
Ats

BERNA - Dopo l'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani la scorsa notte a Baghdad in un attacco americano, oggi la Svizzera ha lanciato un appello alla calma. Berna ha esortato Iran e Stati Uniti ad evitare ogni escalation.

Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha confermato all'agenzia Keystone-ATS che il Ministero degli esteri iraniano ha convocato il capomissione dell'ambasciata svizzera in Iran. Washington e Teheran non hanno rapporti diplomatici ed è Berna a curare gli interessi americani in Iran e quelli iraniani negli Stati Uniti.

Al diplomatico elvetico è stato detto che «l'assassinio del generale Soleimani» è un «palese esempio del terrorismo di Stato americano, e che il regime statunitense è pienamente responsabile delle conseguenze dell'atto», ha indicato su Twitter un portavoce del Ministero degli esteri iraniano.

Due giorni fa, mercoledì, Teheran aveva già convocato un diplomatico svizzero: gli era stato detto che gli Stati Uniti dovevano cessare le «assurde» accuse a Teheran di aver fomentato il violento attacco di manifestanti all'ambasciata americana a Baghdad. L'Iran aveva affermato di non volere un conflitto ma di essere pronto a difendersi dai «guerrafondai».

La protesta iraniana era giunta dopo che il presidente americano Donald Trump aveva puntato il dito contro Teheran, dichiarando su Twitter che avrebbe pagato caro l'attacco all'ambasciata.

Stati Uniti e Iran hanno rotto i rapporti diplomatici da quando un gruppo di studenti prese in ostaggio nel 1979 il personale dell'ambasciata americana a Teheran.

Guterres: «Il mondo non può permettersi un'altra guerra del Golfo» - «Questo è un momento in cui i leader devono esercitare la massima moderazione, il mondo non può permettersi un'altra guerra nel Golfo». Lo ha detto il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, in una nota del suo portavoce.

Guterres ha «costantemente sostenuto la necessità di una de-escalation nel Golfo» ed è «profondamente preoccupato per la recente escalation».

Trump: «Soleimani ha fatto milioni di vittime» - Il generale Qassem Soleimani «ha ucciso o ferito gravemente migliaia di americani durante un lungo arco di tempo e stava complottando per ucciderne molti altri... ma è stato preso!».

Così ha twittato Donald Trump, secondo cui Soleimani «è stato direttamente e indirettamente responsabile per la morte di milioni di persone, compreso un grande numero di manifestanti uccisi di recente nello stesso Iran. Doveva essere fatto fuori molti anni fa!».


 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
anndo76 9 mesi fa su tio
e' come in natura...pesce grosso mangia quello piccolo.....o nessuno ha il coraggio di dirlo ???? NESSUNO sa' che il nostro benessere equivale a sfruttamento etc di altri esseri umani ?? o facciamo tutti gli ipocriti ?? se no' se credete all'utopica parola " comunismo" o "siamo tutti uguali" be' allora versate i 100 frs l'anno alle varie lobby come amnesty, croce rossa etc e lavatevi la coscienza con 4 spiccioli ( per noi )
miba 9 mesi fa su tio
Certo che il paranoico-narcisista, alias Trump, ha proprio una bella faccia tosta!! Va ad accusare qualcuno di milioni di morti ma ha volutamente omesso di ricordare che gli Stati Uniti hanno diretramente sul groppone Hiroshima (il Giappone aveva già firmato la resa), Nagasaki (è stato per gli USA un semplice test...) ed entrambi avevano inoltre lo scopo di dimostrare a Stalin chi avesse i muscoli più forti. La guerra di Corea (in cui hanno commesso le peggiori nefandezze), Il Vietnam (in cui hanno buttato tonnellate di napalm su donne e bambini), la guerra del golfo (ricordate il pretesto della provetta di Powell all'ONU edn il carcere di Abu Grahib?). Oltre naturalmente tutte le guerre, i disordini ed i colpi di stato finanziati, tentati/e o riusciti. Altro che culla della democrazia!! Questa è la culla della feccia del nostro pianeta (ed hanno cominciato sin dall'inizio a confinare i nativi con l'inganno non appena scoperto l'oro). Chiamateli quindi criminali, è l'aggettivo più corretto ed appropriato!
sedelin 9 mesi fa su tio
@miba BEN DETTO, nulla da aggiungere!
WinstonSmith 9 mesi fa su tio
@miba Bello il commento! scritto da chi dorme sogni tranquilli e vive liberamente grazie a questi criminali. Si esprime liberamente nell'epoca e nella regione più pacifica, sicura e ricca che la storia abbia mai conosciuto.
anndo76 9 mesi fa su tio
@miba come ti ho scritto in altri post, e' la legge del piu' forte....di cui anche io e te siamo partecipi ( per difendere il ns. stile di vita, consumismo etc ) o credi che sia gratis tutto lo show ?? ripercorri la storia.....si chiamavano faraoni...imperatori...re...e cosi via. ora multinazionali etc , giochi di potere. Cambiano le parole , i nomi ma NON il resto
miba 9 mesi fa su tio
@WinstonSmith Fai un elenco: da una parte metti gli USA e dall'altra i paesi arabi poi alla fine ci arrivi tu stesso a capire chi sono i criminali :)
Wunder-Baum 9 mesi fa su tio
??
Bayron 9 mesi fa su tio
Perché qualcuno ascolta la Svizzera??
anndo76 9 mesi fa su tio
@Bayron zero al cubo,
Wunder-Baum 9 mesi fa su tio
prima si bombarda e poi si corre ai ripari per evitare escalations ?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-20 02:03:34 | 91.208.130.87