Immobili
Veicoli
Nessuno stop: l'hockey va avanti
Imago
+1
NATIONAL LEAGUE
30.12.2021 - 11:180
Aggiornamento : 22:53

Nessuno stop: l'hockey va avanti

Per disputare una partita, una squadra dovrà avere a disposizione un minimo di 15 giocatori più un portiere

La classifica finale verrà stabilita sulla base della media punti. 

LUGANO - Si va avanti! A causa del programma già molto serrato e della pausa olimpica in programma a febbraio i club di National League sono concordi sul fatto che un'interruzione del campionato oggi non avrebbe senso, né sportivamente né economicamente. Questo nonostante le diverse quarantene che negli ultimi giorni hanno "colpito" le squadre del nostro hockey. 

In una videoconferenza i club hanno stabilito che, d'ora in avanti, per disputare una partita, ogni squadra dovrà avere a disposizione un minimo di 15 giocatori di movimento più un portiere (e non più 12+1).

Inoltre, poiché il calendario di questa stagione lascia poco spazio di manovra a causa della sosta olimpica e c'è il rischio di non riuscire a recuperare il ritardo di tutte le partite, la classifica finale verrà stabilita sulla base della media punti. 

In vista della post season l'obiettivo è quello di lasciare invariata la formula, facendo disputare i playoff al meglio delle sette partite e al meglio delle tre i pre-playoff. 

Un sistema, quello della media punti, adottato anche in Swiss League. Dovranno inoltre venir disputate almeno 37 gare da tutte le squadre per poter decretare il vincitore del campionato. 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Ti-press (Pablo Gianinazzi)
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Alex 4 mesi fa su tio
molto bene! ottima scelta?chi non condivide che stia a casa mica c è l obbligo di andarci allo stadio...o anche questo è pilotato dal.governo?
Brontolo pensionato 4 mesi fa su tio
un'interruzione del campionato non avrebbe senso, né sportivamente né economicamente. Ovvio si sacrifica unicamente la salute pubblica e la vita umana, sacrificabile per il mondo economico.
Luca 68 4 mesi fa su tio
bravi voi del hockey avete proprio capito tutto, personalmente non mi vedrete più, e mi disgusta sempre di più vedere che di mette sempre i soldi al primo posto. bravi complimenti
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-29 04:40:06 | 91.208.130.89