Immobili
Veicoli

HCLI bianconeri tornano al successo: Ajoie battuto 4-1

26.10.21 - 22:05
Reduci da due sconfitte, gli uomini di McSorley si sono riscattati superando meritatamente i giurassiani.
Ti-press (Pablo Gianinazzi)
I bianconeri tornano al successo: Ajoie battuto 4-1
Reduci da due sconfitte, gli uomini di McSorley si sono riscattati superando meritatamente i giurassiani.
Il 4-1 maturato alla Cornèr Arena è frutto delle reti di Josephs, Herburger, Fazzini e Hudacek. Per gli ospiti a segno Devos al 51'.

LUGANO - Chiamato al riscatto dopo le due sconfitte contro Langnau e Zugo in cui aveva incassato anche ben 12 reti, il Lugano - con Boedker in sovrannumero e Liland Irving tra i pali - ha risposto presente sbarazzandosi dell'Ajoie. Già battuti nettamente lo scorso 14 settembre a Porrentruy (2-7), i giurassiani hanno a lungo sofferto la verve e la fame dei bianconeri, che alla Cornèr Arena - con John Slettvoll ospite d'eccezione - si sono imposti 4-1.

Col botto la partenza dei padroni di casa, che al 3'17", con Romanenghi sulla panchina dei "cattivi", hanno già sbloccato lo score grazie a Troy Josephs, che ha depositato il disco in rete dopo un'eccellente combinazione con Morini. Vicini al raddoppio all'11' con due belle iniziative di Traber e ancora Morini, i ticinesi hanno fatto breccia per la seconda volta pochi minuti dopo, quando Herburger ha trovato il suo primo gol stagionale. Servito da Bertaggia, bravissimo nel recuperare il puck nel terzo offensivo, il centro non ha lasciato scampo a Östlund segnando il 2-0 in shorthand.

Il secondo periodo, apertosi con una bella conclusione di Romanenghi che ha sollecitato l'attento Irving, ha premiato ancora i bianconeri. Il Top Scorer Luca Fazzini, al 26' in situazione di powerplay, ha infatti siglato il pesante 3-0 con un polsino chirurgico dei suoi.

Arginati senza particolari affanni i tentativi di reazione dei rivali, il Lugano è tornato sul ghiaccio nel terzo tempo con tre gol di vantaggio da gestire e possibilmente incrementare. Per riuscirci ai ticinesi sono bastati pochi minuti, con Hudacek che non ha fallino nemmeno questa sera l'appuntamento con il gol. Il ceco, servito da Alatalo, ha trafitto Östlund al 43' siglando la sua quinta rete in maglia bianconera (in sole quattro presenze). Col successo ormai in cassaforte, i bianconeri hanno poi subito il gol della bandiera dell'Ajoie, a bersaglio col canadese Devos in superiorità numerica (51').

Ritrovato il sorriso e il successo, la truppa di McSorley si porta a quota 26 punti e si prepara ora alla trasferta di Bienne.

LUGANO - AJOIE 4-1 (2-0, 1-0, 1-1)

Reti: 3’17” Josephs (Morini) 1-0; 13'21" Herburger (Bertaggia) 2-0; 25'34" Fazzini (Alatalo, Arcobello) 3-0; 42'53" Hudacek (Alatalo, Josephs) 4-0; 50'08" Devos (Fortier, Frossard) 4-1.

LUGANO. Irving; Riva, Alatalo; Mirco Müller, Nodari; Chiesa, Wolf, Villa, Haussener; Bertaggia, Arcobello, Fazzini; Josephs, Thürkauf , Hudacek; Morini, Herburger, Vedova; Stoffel, Walker, Traber. 

Penalità: 5x2' Lugano; 4x2' Ajoie.

Note: Cornèr Arena, 4'756 spettatori. Arbitri: Hebeisen, Mollard; Cattaneo, Duarte.

COMMENTI
 
sergejville 8 mesi fa su tio
Partita da vincere e vittoria è stata. Dopo il 2-0 si è capito che sarebbe stata una serata tranquilla. Brividi rivedere e scambiare quattro chiacchiere con (super in forma) John Mago Slettvoll. E incrociare tanti ex giocatori sempre un gran piacere! Una bella serata dove -come spesso succede- gli assenti hanno avuto torto ;-)
Evry 8 mesi fa su tio
Bravi... ma giÒ dò dida perchè.... auguri
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT