Cerca e trova immobili
Lugano: è un saliscendi continuo

SUPER LEAGUELugano: è un saliscendi continuo

12.09.22 - 11:00
I bianconeri si sono presentati a Berna senza argomenti. Non è andata meglio all'ACB
keystone-sda.ch (ANTHONY ANEX)
Lugano: è un saliscendi continuo
I bianconeri si sono presentati a Berna senza argomenti. Non è andata meglio all'ACB
Weekend da dimenticare per Lugano e Bellinzona.
Calcio - Super League11.09.2022

LIVE

Young Boys
3 - 0
Lugano
Calcio - Challenge League11.09.2022

LIVE

Wil
5 - 1
AC Bellinzona
CALCIO: Risultati e classifiche

LUGANO - Questa volta il Lugano “formato-trasferta” non è riuscito a pungere ed è tornato a mani vuote dal Wankdorf, nello stesso stadio in cui soltanto quattro mesi fa aveva vinto la Coppa Svizzera. Lo Young Boys si è invece riscattato dal ko di San Gallo, battendo con un eloquente 3-0 i bianconeri e issandosi allo stesso tempo al comando della classifica in compagnia del sorprendente Servette (prossimo avversario dei ticinesi il 2 ottobre).  

Gli uomini di Mattia Croci-Torti, presentatisi nella Capitale con pochissimi argomenti, non sono dunque riusciti a dare continuità alla vittoria di Zurigo. Certo, portar via punti da Berna è una missione quasi impossibile per chiunque soprattutto se – come successo a Sabbatini e compagni – subisci un gol dopo appena due minuti, nella fattispecie firmato da Nsame. Vantaggio giallonero che è diventato doppio al 41', quando Itten ha trasformato un rigore. Di nuovo Nsame al 64' ha chiuso i conti realizzando il 3-0, andato a rendere amarissimo il pomeriggio degli ospiti. 

Continua dunque il saliscendi del Lugano, sempre a caccia della sua identità dopo i pesanti addii avvenuti in estate. Tuttavia, gli uomini d'esperienza che possano far innestare qualche marcia in più non mancano alla squadra sottocenerina, scivolata nel frattempo all'ottavo posto. Quando siamo giunti ormai a un quarto di campionato, il Lugano può e deve dare di più per evitare di condurre una stagione anonima. 

CHALLENGE LEAGUE

Non c'è due senza tre? No, questo detto non vale per il Bellinzona. Dopo i successi su Xamax e Yverdon i granata ieri hanno masticato amarissimo in quel di Wil, perdendo nettamente lo scontro d'alta classifica per 5-1. Gli uomini di Fernando Cocimano (all'ultima da coach a interim) hanno dunque bocciato l'esame di maturità.

E pensare che il match della Lidl Arena era nato sotto una buona stella per l'ACB, in vantaggio con Pollero al 14'. I padroni di casa non hanno tuttavia accusato il colpo, pareggiando la sfida alla mezzora con Zali. Un blackout fra il 55' e il 60' è poi costato carissimo ai ticinesi, i quali hanno incassato le reti di Ndau e Silvio. A rendere ancor più amaro il pomeriggio del Bellinzona i gol nel finale siglati da Muntwiler (89') e Maier (92'). 

Quello di ieri è stato l'ultimo incontro prima di un lungo stop di tre settimane, dedicato ai 16esimi di Coppa Svizzera e alla Nazionale. In campionato Tosetti e compagni – scivolati al quinto posto in classifica – torneranno a battagliare il 2 ottobre in casa contro lo Sciaffusa. Una pausa che permetterà alla società di reperire un nuovo allenatore, colui che avrà il compito di far fare un deciso salto di qualità a un Bellinzona sì attrezzato, ma ancora un po' troppo altalenante...

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
CLASSIFICA
PLPuntiWDLGFGAGDFORM
1Sion316719102612140WDDWW
2Thun30601866553421WLWWL
3Xamax3140913944395WDLWD
4Aarau30401171245450WLLLW
5Vaduz30381081251456LWDWW
6FC Stade Nyonnais3038108123945-6WLWDL
7Wil3037910113941-2DLWDL
8AC Bellinzona303497143042-12LWLLW
9Sciaffusa3032711123145-14WLWLD
10FC Baden302466182563-38LWLLL
Ultimo aggiornamento: 20.04.2024 23:38
COMMENTI
 

Meiroslnaschebiancarlengua 1 anno fa su tio
Possono giocare spensierati. Quest'anno, grazie a Winterthur e Xamax, ci sono zero rischi di retrocessione.
NOTIZIE PIÙ LETTE