TENNISAndy Murray non infierisce: «Ognuno è libero, ma ci sono delle conseguenze»

14.01.22 - 16:45
Uno dei grandi rivali del serbo si è espresso sull'intricata vicenda, con Nole che potrebbe lasciare presto l'Australia
keystone-sda.ch / STF (Mark Baker)
Andy Murray non infierisce: «Ognuno è libero, ma ci sono delle conseguenze»
Uno dei grandi rivali del serbo si è espresso sull'intricata vicenda, con Nole che potrebbe lasciare presto l'Australia
Nel frattempo la stampa serba è imbufalita per quanto successo.
SPORT: Risultati e classifiche

MELBOURNE - «Non prendo a calci il mio avversario mentre è a terra». Con queste parole Andy Murray, che non ha voluto infierire, si è espresso in merito alla questione-Djokovic. «Per gareggiare agli Australian Open devi essere vaccinato e ovviamente la maggior parte dei giocatori ha scelto di farlo – ha continuato il britannico in conferenza stampa – Ognuno è libero di fare la sua scelta, ma ci sono anche delle conseguenze per queste decisioni».

Nel frattempo la stampa serba è imbufalita per la scelta operata dal governo australiano: "È uno dei più grandi scandali sportivi del secolo", "Vergogna! Lo Stato chiede l’arresto e il ritorno di Djokovic all'hotel dell’orrore!", sono soltanto due delle affermazioni che si possono leggere sui vari quotidiani. 

Ricordiamo che la sentenza definitiva è attesa per la mattinata australiana di domenica, che per noi significa attorno alle 23 di domani sera. 

COMMENTI
 
ORS3 1 anno fa su tio
A casa e basta!!!! Se una Nazione ha delle leggi bisogna rispettarle. Ma d’altronde è ne DNA di questa gente fare i cavoli che vogliono. Ormai… gentaglia questa famiglia Djiokovic. Un po’ di lavori in miniera o in qualche stalla x fargli capire il significato della parola “lavoro” BUFFONI
BlueShark 1 anno fa su tio
E adesso addossooooo!!!!
francox 1 anno fa su tio
A terra. Milionario.Mavaaaa....
ZioG. 1 anno fa su tio
Un po di prigione gli farebbe schiarire le idee
Nikko 1 anno fa su tio
Personaggio nazionalista discutibile amico di personaggi nazionalisti discutibili sospettati di crimini nella guerra in ex-Yugoslavia. Ci vorrebbe una decisione che insegni a costoro che la legge è uguale per tutti, anche per chi ha sul libro paga uno stuolo di azzeccagarbugli al suo servizio.
medioman 1 anno fa su tio
Ma cosa ne sai tu di crimini di guerra, leggi quello che scrivono i media…. Qui si parla di uno sportivo arrogante, che vuole raggirare la legge di un paese di me…..da, tirata fuori per una presunta pandemia 🤔. Se volevano proteggere la popolazione nel 2021, dovevano eliminare il torneo, ma visto che girano milioni… Siamo solo dei burattini 🤮 noi siamo solo dei burattini,
Dline 1 anno fa su tio
che pecora ignorante che sei
Talos63 1 anno fa su tio
La stampa serba dovrebbe prendersela con la famiglia Djokovic… e il governo serbo dovrebbe condannare col carcere lo “sbruff 1” per le cose che ha ammesso, come farebbe con chiunque non di attiene alla legge serba riguardo l’isolamento per essere positivo al Covid
seo56 1 anno fa su tio
Lui è il suo clan di 🤡 se li meritano tutti!
Dline 1 anno fa su tio
che sfigato che sei....ma che problemi hai nla vita??
GIUCAS 1 anno fa su tio
Qualora non avesse capito che è ora di prendere il volo di ritorno....almeno salvarebbe la sua faccia....altrimenti la vedo dura giocare con un pubblico che non la smetterà di fischiarlo....posso capire la sua "voracità di Slam"....ma forse è venuto il momento, anche per lui, di tornare con i piedi per terra.....
Patty 1 anno fa su tio
Ben gli sta! È così a essere disonesti.
Dline 1 anno fa su tio
lui disonesto o il mondo intero?? che pecora🪙
Gus 1 anno fa su tio
Se l'Australia è coerente, siamo tutti Australiani!
Dline 1 anno fa su tio
ma te conosci la storia dell'Australia???? non hai capito niente della vita sei soli una pecora...
Dani/hcl 1 anno fa su tio
Ma tu chi sei?dai della pecora a tutti..sei per caso il montone? Ah si..tu sei quello che ha capito tutto della vita😂😂
Brontolo pensionato 1 anno fa su tio
L'Australia è una delle nazioni che ancora nel 2015 e 2021 è stata denunciata all'Onu da 100 nazioni per gravi violazioni dei diritti umani. Un giudice riconosce e sancisce un tuo diritto legale e un politico lo annulla e ti nega la libertà, per paura di perdere voti alle prossime elezioni? Ma di cosa stiamo parlando? Nole non sarà simpatico e lo condivido, ma a dire che l'Australia sia una nazione da prendere d'esempio è paradossale. In questa storia ne escono tutti con le ossa rotte. Sia Nole, sia il torneo che la politica e l'Australia. L'unica ad averci guadagnato come sempre è la stampa scandalistica che ci ha marciato alla grande.
NOTIZIE PIÙ LETTE