Immobili
Veicoli

TENNIS«Nole sta tentando di chiudere la carriera come il più grande di tutti i tempi»

08.09.20 - 23:44
Strigliate e carezze per il serbo, a terra dopo gli US Open.
keystone-sda.ch / STF (Frank Franklin II)
«Nole sta tentando di chiudere la carriera come il più grande di tutti i tempi»
Strigliate e carezze per il serbo, a terra dopo gli US Open.
 «Non ha guardato dove stava tirando la palla. Non si può».
SPORT: Risultati e classifiche

NEW YORK - La stagione di Novak Djokovic, quella dei tornei vinti e dell'incredibile imbattibilità in campo, non passerà alla storia come perfetta (ora non più) o magnifica. Sarà ricordata quasi esclusivamente per quanto accaduto agli US Open. La squalifica dopo la pallata involontaria con la quale ha steso un giudice, rimarrà una macchia indelebile sulla carriera di un fenomeno. Di un fenomeno fragile.

Che il serbo abbia irrimediabilmente sporcato la sua immagine è convinto John McEnroe, bad boy del tennis passato attraverso mille tempeste. 

«Quello che ha commesso è stato un errore da principianti - ha sottolineato l’ex campione statunitense - Non ha guardato dove stava tirando la palla. Non si può. Io ho esperienza da questo punto di vista… e in campo si deve stare attenti. Cosa posso aggiungere? È incredibile quanto sia nervoso e frustrato da quando ha ricominciato a giocare. Su di lui c’è tanta pressione e tutti i problemi e le voci fuori dal campo lo hanno condizionato. A questo punto, che gli piaccia o meno, rimarrà per sempre il “cattivo”. Vedremo come gestirà questo ruolo».

La pressione è un tema toccato anche da Radek Stepanek, amico fraterno ed ex coach di Novak. «Si trova ogni giorno a fronteggiare critiche e a fare i conti con grandi aspettative; è ovviamente sotto pressione - ha commentato il ceco - ed è questo che lo ha portato a commettere un errore. Ma siamo umani, abbiamo tutti il diritto di fare degli sbagli. In questo momento, dopo la squalifica, è affranto, triste, addolorato. Questo perché il gesto compiuto era ovviamente non intenzionale e perché a causa di esso ha perso l’opportunità di vincere un altro Slam. E sappiamo tutti quanto ci tenesse, quanto volesse trionfare per avvicinare Federer in quanto a Major vinti. Di Nole posso solo dire che sta facendo del suo meglio, che sta tentando di chiudere la carriera come il più grande di tutti i tempi...».

COMMENTI
 
GI 2 anni fa su tio
non oso immaginare cosa sarebbe successo qualora ci fosse stato il pubblico....e, peggio ancora alla sua prossima apparizione in campo con il pubblico....Paparino è in vacanza che non si sente più ????
Nano10 2 anni fa su tio
Il più cattivo, il più brutto, il più prepotente, il più antipatico, la sua più grande forza l’arroganza e l’ignoranza.
ziopecora 2 anni fa su tio
il più forte di tutti i tempi. Questo lo rende antipatico a tutta la corte di Federer
Nano10 2 anni fa su tio
È proprio vero il detto che dice: chi si assomiglia si piglia cmq potrà vincere tutto quello che vuole e battere ogni record ma il suo intelletto non aumenterà mai e.... se non avesse avuto il dono per il tennis chissà cosa avrebbe fatto. Poche parole buon intenditore
ziopecora 2 anni fa su tio
mah, un tifoso da curva nord che passa il tempo a sparare insulti, nascosto dietro ad una tastiera, che parla di intelletto. Il perfetto ossimoro.
seo56 2 anni fa su tio
Sarà ricordato per il cafone che é!!
NOTIZIE PIÙ LETTE