Immobili
Veicoli

TI.MAMMESpezie ai bambini: via libera dell’OMS

12.01.22 - 08:00
Sì all’utilizzo degli aromi nell’alimentazione dei piccoli, ma anche quelli piccanti?
Deposit
Spezie ai bambini: via libera dell’OMS
Sì all’utilizzo degli aromi nell’alimentazione dei piccoli, ma anche quelli piccanti?

L’utilizzo sempre più frequente delle spezie nella cucina occidentale ha dato spazio a molti interrogativi sull’opportunità di utilizzarle anche nell’alimentazione dei più piccoli. L’organizzazione mondiale della sanità sostiene l’utilizzo di questi aromi, apprezzandone le caratteristiche di insaporitori alternativi all’utilizzo di zucchero e sale, contro il cui consumo eccessivo è impegnata, sottolineandone anche il pregevole contenuto di sostanze antiossidanti. Le spezie, quindi, sono buone, fanno bene e sono adatte anche ai bambini. I piccoli, già dai 7 mesi iniziano a formare il proprio bagaglio di sapori da utilizzare da grande per variare la propria dieta. È utile, quindi, iniziare a proporre loro le spezie più dolci come cannella, curcuma ed anice, una alla volta e distanziate nel tempo. Un discorso a parte meritano le spezie piccanti come pepe, peperoncino, paprika e rafano che andrebbero evitate poiché potrebbero danneggiare la sensibilità delle papille gustative.

La sensazione di bruciore provocata da un aroma piccante può essere troppo forte per un bambino, persino dolorosa e potrebbe generare una sorta di avversione per i cibi piccanti. Un aiuto all’avvicinamento al mondo delle spezie per i più piccoli arriva anche dall’abitudine delle mamme di mangiare alimenti speziati durante la gravidanza, prima, e l’allattamento, in seguito. L’assunzione di questi cibi rappresenta un’introduzione di nuovi sapori nell’alimentazione dei piccoli attraverso la placenta, quando sono ancora nel pancione e, poi, attraverso il latte. Via libera, quindi, al consumo di spezie dolci e delicate da parte dei bambini, con un inserimento graduale nella loro alimentazione quotidiana aiutando i più grandicelli a scoprire le caratteristiche di queste sostanze coinvolgendoli nella preparazione dei piatti, lasciandoli sperimentare la consistenza dei vari aromi ed il loro impiego oltre la cucina, per esempio come coloranti naturali. Curiosità e gusto sono da sempre un binomio vincente.

TMT (ti.mamme team)

Seguici anche su Facebook e Instagram