Mario Krpan
A ognuno il suo percorso
ULTIME NOTIZIE Viaggi & Turismo
SAN GALLO
2 gior
RagARTz: 83 artisti, 16 paesi e 400 opere d’arte
La grande mostra di sculture resta ancora aperta fino al 31 ottobre
Viaggi & Turismo
6 gior
Navigare attraverso il Parco del delta del Po
Patrimonio UNESCO: tappe finali della “Locarno-Milano-Venezia”
CANTONE / ITALIA
1 sett
Locarno-Venezia: sul Naviglio Grande
In viaggio sulle vie navigabili che portano alla Serenissima
Viaggi & Turismo
2 sett
Quinten, la riviera della Svizzera orientale
Ultima tappa del reportage alla scoperta dell’Heidiland, tra Bad Ragaz e il Walensee
NEWSBLOG VIAGGI
3 sett
“Senda dil Dragun”: il sentiero più lungo del mondo
A colloquio con Reto Poltéra, promotore di un progetto turistico sostenibile
ITALIA
3 sett
Macugnaga: museo della montagna e del contrabbando
Reportage su una regione ricca di storia, montagne e natura incontaminata.
SAN GALLO
1 mese
Il magico eremo dei Walser nella Valle di Calfeisen
Reportage alla scoperta dell’Heidiland, tra Bad Ragaz e il Walensee
BOSCO GURIN
1 mese
I Guriner al lavoro per il futuro di Bosco Gurin
“Tavola rotonda” promossa dalla comunità culturale e politica per dare una nuova identità al comune Walser
GRIGIONI
1 mese
Arosa Bärenland: la nuova casa degli orsi bruni
Reportage alla scoperta dei Grigioni: le perle di Coira, Arosa e Laax.
ASCONA
1 mese
Ascona, si salpa per Venezia
Nuova edizione del trekking culturale sulla storica idrovia
Viaggi & Turismo
1 mese
C’era una volta una bambina chiamata Heidi
Reportage alla scoperta dell’Heidiland, tra Bad Ragaz e il Walensee
ITALIA
1 mese
Grado, storica gemella di Venezia
Reportage alla scoperta dell’idrovia che dalla città lagunare porta a Trieste.
GRIGIONI
2 mesi
Coira, la città più antica della Svizzera
Reportage alla scoperta dei Grigioni: le perle di Coira, Arosa e Laax
Viaggi & Turismo
2 mesi
Grimsel, sorgente d’Europa e fonte d’energia
Finesettimana all’ospizio del Grimel, albergo datato 1932
SVIZZERA
24.11.2020 - 10:330

Un inverno in salita, indimenticabile e tutto da scoprire!

Con "My First Time" Svizzera Turismo lancia la nuova compagna pubblicitaria

ZURIGO - La prossima stagione invernale pone sfide importanti per l'intero settore del turismo. Nelle destinazioni di montagna, tuttavia, è opportuno una prudente fiducia. Svizzera Turismo (ST) invita a vivere l'inverno in modo nuovo con "La mia prima volta" e a definire la propria sfida personale. L'industria del turismo ha lanciato ieri a Zurigo la nuova campagna invernale.

Nella nuova campagna invernale, Svizzera Turismo (ST) presenta l'inimmaginabile varietà dell'inverno svizzero. Ognuno dovrebbe trovare l'attività ideale e adatta e provare qualcosa per la prima volta. Insieme all'intero settore, la ST presenta 100 esperienze invernali che coprono tutte le regioni linguistiche della Svizzera e tutti i livelli e le attività. "My First Time" è una campagna attiva, soprattutto digitale, che si svolge in tutti i Paesi da cui è possibile o realistico un viaggio in Svizzera a causa della situazione pandemica.

Per tener conto delle circostanze attuali e per collocare i messaggi giusti al momento giusto, la ST ha sviluppato un sistema di monitoraggio. Sulla base di fattori quali la quota di mercato, il numero di casi e le restrizioni di viaggio, questo sistema fornisce raccomandazioni per l'azione su un messaggio appropriato. A seconda dei risultati, le misure pubblicitarie nei rispettivi paesi vengono adattate a breve termine e orientate all'empatia, alla percezione o alla prenotazione.

L'avvio della stagione invernale è sostenuto da due consiglieri federali. Simonetta Sommaruga, presidente della Confederazione, è convinta che molto sarà possibile quest'inverno, a patto che le cifre della corona possano essere ridotte. Dice quindi: "Conto su tutti per fare di questo inverno un buon inverno". In un'intervista, il ministro del Turismo, il consigliere federale Guy Parmelin, chiarisce che il governo federale farà tutto il possibile per garantire che le condizioni quadro per il turismo siano giuste e che gli ospiti possano godere di vacanze invernali sicure e d'atmosfera. Chiede: "Rimanete in Svizzera, godetevi il nostro Paese, e noi, le autorità e i professionisti del turismo, ci prenderemo cura della vostra sicurezza".

Secondo un'indagine di settore condotta dalla ST alla fine di ottobre, le aziende montane registrano attualmente un livello di prenotazioni per le vacanze di Natale inferiore del 19% rispetto all'anno precedente. Le prenotazioni per le vacanze sportive sono attualmente inferiori anche del 28% rispetto all'anno precedente. Sulla base delle attuali previsioni KOF, la ST ha calcolato anche il numero di pernottamenti per l'inverno (Istituto svizzero per la ricerca sul ciclo economico ETH). E questi mostrano un meno del 21,7% per l'intera stagione in montagna rispetto all'ultimo inverno "regolare" 2018/19. Gli ospiti d'oltremare continueranno a essere completamente assenti e gli ospiti dei mercati locali europei genereranno solo la metà circa (-50,6%) dei loro pernottamenti in Svizzera. È piacevole notare che le previsioni prevedono un aumento del 9 % dei pernottamenti interni alla Svizzera.

Al lancio invernale hanno partecipato le principali organizzazioni turistiche svizzere. I direttori di Funivie Svizzera, Swiss Snowsports, GastroSuisse e HotellerieSuisse hanno illustrato i rispettivi concetti di protezione del settore e le precauzioni speciali. Tutti hanno sottolineato con forza di essere pronti per l'inverno e per i loro ospiti. Anche se, come dice Claude Meier, HotellerieSuisse, l'inverno sarà straordinario, perché questa volta non è solo una questione di ospitalità ma anche di sicurezza. Daniel Borner di GastroSuisse ha inoltre sottolineato che i concetti di protezione nella gastronomia di montagna hanno dimostrato di funzionare. A nome di tutto il settore, Davide Codoni, Swiss Snowsports, ha invitato il popolo svizzero in montagna, che definisce "il più grande e più bel centro fitness all'aperto".

Martin Nydegger, Direttore ST, ha riassunto: "Il settore è pronto, ora la fiducia degli ospiti deve essere rafforzata". A tal fine, la ST ha creato con l'industria il marchio "Clean&Safe", attualmente utilizzato da oltre 4.000 aziende. Esso fornisce agli ospiti la garanzia che i concetti di protezione esistono e vengono rispettati nello stabilimento in questione. Il sito web associato fornisce informazioni trasparenti su tutti gli attuali concetti di protezione del settore. La ST ha inoltre lanciato un sito web intitolato "Dove è cosa e quando è aperto". Oltre alle informazioni sulla situazione pandemica e sulle restrizioni di viaggio, gli ospiti possono trovare anche i fatti rilevanti sui concetti di protezione, le condizioni operative e le offerte per tutti i settori turistici. Nydegger è quindi ottimista: "Siamo assolutamente fiduciosi per questo inverno, perché sarà sicuro, e certamente indimenticabile!”.

Testo a cura di Claudio Rossetti

Contatto: newsblog@viaggirossetti.ch
Link utile: www.viaggirossetti.ch 


 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-25 08:56:05 | 91.208.130.86