Depositphotos (archivio)
ITALIA
15.06.2020 - 09:230

Omicidi e tentati omicidi in casa anziani: infermiere in manette

L'operazione dei carabinieri è scattata questa mattina all'alba nell'Ascolano

Il procuratore ha parlato di «gravi indizi di colpevolezza» per i quali sono state ravvisate «esigenze cautelari».

ASCOLI PICENO - È scattata alle prime luce dell'alba di questa mattina l'importante operazione dei carabinieri di Ascoli Piceno in relazione a otto omicidi volontari premeditati e quattro tentati omicidi di pazienti anziani ospiti in una residenza sanitaria assistenziale della provincia. I militari hanno arrestato un infermiere.

L'uomo, in servizio presso la Rsa di Offida, è indagato per i dodici fatti avvenuti tra il gennaio 2017 e il febbraio 2019, nei periodi in cui l'infermiere prestava servizio presso la struttura. L'ipotesi degli inquirenti è che i decessi siano avvenuti somministrando farmaci non previsti o in dosi eccessive.

Contestate, fa sapere il procuratore Umberto Monti, «le ulteriori aggravanti dell'aver commesso i fatti con mezzi insidiosi (ripetute somministrazioni indebite di farmaci, promazina, insulina, anticoagulanti, per dosi e/o tipologia non previsti e controindicati, al fine di causare i decessi), e con abuso dei poteri e violazione dei doveri inerenti la funzione di infermiere che espletava». A fondamento della misura cautelare sono stati acquisiti «gravi indizi di colpevolezza e sono state ravvisate esigenze cautelari».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 05:36:14 | 91.208.130.86