keystone-sda.ch / STR (BIANCA DE MARCHI)
+1
AUSTRALIA
21.05.2020 - 15:100

Una Mitsubishi va a schiantarsi contro un negozio, almeno 10 feriti

Non è chiaro se ci sia un movente terroristico dietro al folle gesto dell'autista

SYDNEY - Dieci persone sono rimaste ferite, almeno una gravemente, dopo che un'auto ha accelerato per andare a schiantarsi contro un negozio di hijab, nella zona ovest di Sydney.

Lo hanno dichiarato i servizi di emergenza locali, indicando che tra i feriti c'è anche l'autista del mezzo che ha sfondato la vetrina del Hijab House di Greenacre. Non ci sarebbe nessuno in pericolo di vita.

Secondo i testimoni e i video dell'incidente pubblicati sui social media (VEDI SOTTO), una Mitsubishi ha iniziato ad accelerare sul posto nel traffico bloccato davanti a un semaforo, provocando una nube di fumo bruciando le gomme. In seguito la si vede spingere una berlina bianca nell'incrocio coinvolto, e infine, accelerando ancora sempre nella stessa direzione, si nota l'auto finire in pieno contro le porte di vetro della parte anteriore del negozio.

La polizia del New South Wales ha dichiarato che non c'è alcuna indicazione iniziale che l'incidente potesse essere legato al terrorismo, e che il conducente era già noto alla polizia per questioni legate al traffico. Tuttavia, le investigazioni sono appena iniziate e per ora gli ispettori non escludono nessuna possibilità.

Il negozio coinvolto, Hijab House, ha nel frattempo indicato che ci sono feriti sia tra i clienti che tra il personale dello shop. In una dichiarazione pubblicata su Facebook, si legge: «La comunità è scossa, stiamo cercando di dare un senso a questa tragedia», «La cosa importante è che tutti siano ancora vivi».

Il 51enne alla guida del mezzo è stato arrestato, ed è stato sottoposto ad analisi del sangue e delle urine.

keystone-sda.ch / STR (BIANCA DE MARCHI)
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Loredana Lory GC 1 sett fa su fb
Francesco Sganga 1 sett fa su fb
La quarantena ci renderà migliori... dicevano
Sandokan85 1 sett fa su tio
Mamma mia per fortuna è stata una Chevrolet ad avere un colpo di testa. Da una Mitsubishi pero' non me lo sarei mai aspettato un comportamento del genere!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-04 01:34:32 | 91.208.130.89