Cerca e trova immobili

MONDOUno sforzo a 9 cifre per oceani più puliti

03.07.23 - 10:31
La campagna lanciata dalla FAO, con un finanziamento da 115 milioni di dollari
Depositphotos (alphaspirit)
Fonte ats
Uno sforzo a 9 cifre per oceani più puliti
La campagna lanciata dalla FAO, con un finanziamento da 115 milioni di dollari

Un impegno economico di 115 milioni di dollari per ridurre l'inquinamento delle aree costiere e rendere gli oceani più puliti e più sani. È la campagna lanciata dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO) insieme a quattro agenzie partner.

L'Iniziativa 'Oceani Puliti e Sani' è cofinanziata dalla Banca Asiatica di Sviluppo (AfDB), Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (Bers) e Banca di Sviluppo dell'America Latina (Caf), in partnership con la Commissione Oceanografica Intergovernativa dell'Unesco.

«Insieme, possiamo invertire la tendenza dell'inquinamento per una migliore produzione, una migliore nutrizione, un ambiente migliore e una vita migliore», ha detto il Direttore Generale della Fao, Qu Dongyu. Gli oceani, secondo quanto sostengono gli esperti delle Nazioni Unite, hanno perso quasi il 2% del loro ossigeno dal 1950. La causa è l'inquinamento terrestre, compreso l'uso eccessivo di fertilizzanti, rifiuti organici del bestiame e acque reflue non trattate. A causa dell'ipossia a lungo termine, le barriere coralline possono sperimentare una mortalità di massa, mentre preziose specie ittiche costiere migrano verso aree con ossigeno più elevati e i tassi di riproduzione marina diminuiscono.

«Gli oceani stanno affrontando gravi problemi di sostenibilità, causati e aggravati dai cambiamenti climatici, come acque sempre più acide e più calde, innalzamento del livello del mare e sfruttamento eccessivo degli stock marini», ha dichiarato Sergio Díaz-Granados, presidente esecutivo della Caf. «Questo finanziamento riafferma l'impegno multilaterale a guidare la lotta contro i cambiamenti climatici e promuovere lo sviluppo dell'economia blu» ha aggiunto. Il programma mapperà le fonti terrestri di inquinamento oceanico per comprendere meglio gli effetti dell'ipossia e applicare la scienza oceanica per sviluppare soluzioni che migliorino la salute umana e degli oceani.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Peter Parker 1 anno fa su tio
Se lo dice il Sig. Qu Dongyu…cinese… altro da aggiungere?
NOTIZIE PIÙ LETTE