Immobili
Veicoli

ITALIACourmayeur: una frana rende l'acqua non potabile e la località inaccessibile

08.08.22 - 15:41
Uno smottamento ha interrotto la viabilità e provocato danni all’acquedotto comunale, rendendo l'acqua imbevibile
Keystone
Courmayeur: una frana rende l'acqua non potabile e la località inaccessibile
Uno smottamento ha interrotto la viabilità e provocato danni all’acquedotto comunale, rendendo l'acqua imbevibile
Ci vorranno alcuni giorni per pulire la strada dai detriti e fino ad allora non sarà possibile transitare

COURMAYEUR / VAL FERRET - Grossi disagi per i turisti che si trovavano a Courmayeur questo weekend. Nella giornata di venerdì 5 agosto a causa dello scivolamento a valle di terreno franoso, nei pressi dei torrenti Rochefort e Montittaz, la strada comunale della Val Ferret risulta tutt'ora inagibile e l'acquedotto è stato danneggiato a tal punto che fino a questa mattina, l'acqua non era ancora potabile in molte località della valle. 

Come si legge in un articolo del Post, la prolungata interruzione del rifornimento d’acqua ha creato non pochi problemi alle persone che si trovavano nella nota località: l’amministrazione comunale ha attivato un servizio di distribuzione dell’acqua potabile per i cittadini. Numerose attività come alberghi e ristoranti sono state costrette a chiudere temporaneamente e molti dei turisti che in questo periodo popolano la zona, sono dovuti andare via.

Intorno alle 20 di ieri, è stato annunciato dal sindaco Roberto Rota, che i lavori di riparazione dell’acquedotto erano sostanzialmente terminati, garantendo che l’acqua sarebbe tornata a scorrere nei rubinetti, anche se non immediatamente a pieno regime. Per il momento, è stato detto ai cittadini di bollire l’acqua prima di farne un “uso domestico”, cioè prima di berla o di usarla nei cibi. 
 
Oltre a quella che ha danneggiato l’acquedotto ci sono state diverse frane in val Ferret, causate da un temporale piuttosto intenso, ma nessuna persona è rimasta ferita e non ci sono stati danni particolari alle abitazioni. Inizialmente, la valle era rimasta isolata a causa dei massi che bloccavano il passaggio sulle strade verso Courmayeur, ma in poche ore è stato garantito un corridoio per le emergenze e ancora oggi proseguono i lavori per ripristinare la normale viabilità.

I primi territori rimasti senz’acqua sono state le frazioni del comune che si trovano più in alto nella val Ferret: La Palud, Entrèves e La Saxe. Anche se la popolazione di questi paesi è molto ridotta, hanno diversi servizi per il turismo e sono abbastanza popolati in questo periodo, perché ci sono abitazioni in affitto e numerose seconde case. Solo la località di Pussey non è stata interessata dall’interruzione dell’acqua, potendo contare su una sorgente autonoma. I supermercati della zona sono stati svuotati in fretta per fare scorsa d’acqua, e c'è perfino chi si è messo in macchina per andare fino ad Aosta per comprarla. Inoltre, da sabato mattina il comune ha cominciato a distribuire bottiglie di acqua potabile per aiutare la popolazione.

La situazione oggi
Attualmente il servizio acquedotto è interrotto ancora nelle frazioni di La Palud, Villair e Entrèves, mentre è regolare in Val Veny, nell’alta Val Ferret (dal ponte di Rochefort) e a Plan Checrouit. Nel resto territorio comunale, il servizio subirà probabili interruzioni e riduzioni significative. È vietato ogni utilizzo non essenziale (giardinaggio, orti, piscine, etc.) e viene sconsigliato l’impiego per elettrodomestici e macchinari che impiegano acqua.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO