ARCHIVIO KEYSTONE
La Sicilia è vicina al passaggio in zona gialla.
ITALIA
10.08.2021 - 12:330

Peggiora la situazione pandemica in Sicilia: il rischio zona gialla si fa più concreto

L'incidenza dei contagi è superiore al criterio fissato dal ministero della Salute, i ricoveri sono leggermente sotto

PALERMO - C'è grande attesa in Sicilia per la prossima cabina di regia del ministero della Salute italiano, in programma venerdì. Il ministro Roberto Speranza potrebbe firmare l'ordinanza che riporta l'isola in zona gialla da lunedì 16 agosto, reintroducendo di fatto alcune restrizioni necessarie per il contrasto al coronavirus.

La situazione pandemica - La Sicilia sarebbe la prima regione a lasciare la zona bianca, che contraddistingue tutta l'Italia. Ciò a causa, come spiega Il Post, del netto peggioramento della situazione epidemiologica. Nell'ultima settimana i contagi hanno raggiunto quota 119 ogni 100mila abitanti, mentre l'occupazione dei posti letto nei reparti di terapia intensiva è al 7% e al 14% nei reparti Covid. Un ulteriore aggravamento di questi dati non lascerebbe dubbi sul passaggio alla zona gialla. 

I criteri - Ci sono una serie di condizioni che regolano il passaggio di fascia nelle regioni italiane, come stabilito dal decreto legge dello scorso 23 luglio. L'incidenza settimanale dei contagi deve essere uguale o superiore a 50 ogni 100mila abitanti; l'occupazione dei posti letto deve essere sopra il 15% nei reparti ordinari e al 10% nelle terapie intensive.

Una conseguenza dei rientri e del turismo - L'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza dà ormai per certo il passaggio in zona gialla: «Dobbiamo entrare nell’ottica che da qui alla fine della stagione nell’isola ci sarà un ulteriore rialzo di positivi, perché in giro per il territorio avremo almeno due milioni di persone in più tra turisti e lavoratori che rientrano per le ferie». A suo dire «il giallo è solo questione di giorni, e non è un caso che le regioni che rischiano oggi di lasciare il bianco sono tutte a vocazione turistiche».

La Regione farà comunque il possibile per contrastare l'aumento del contagio. A partire da un incremento della campagna vaccinale, che è quella che procede più a rilento di tutta Italia. Il piano d'azione, si legge sul Giornale di Sicilia, prevede - oltre a più somministrazioni di vaccino - 400 posti letto in più e l'uso degli anticorpi monoclonali per le cure domiciliari.

La differenza con la zona bianca - Quali sono le misure che differenziano la zona gialla da quella bianca? Si parte dall'obbligo d'indossare la mascherina anche all'aperto, mentre bar e ristoranti introdurrebbero il limite di quattro persone per tavolo (se non conviventi), sia all'aperto che al chiuso, potendo però restare aperti anche per cena. Non sono previste limitazioni negli spostamenti in entrata e uscita dalla regione.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 02:52:15 | 91.208.130.89