keystone-sda.ch (Zahi Hawass Center For Egyptolog)
+2
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
NUOVA ZELANDA
48 min
Lockdown: fermata auto sospetta piena di sacchetti di KFC
All'interno dell'auto sono stati trovati anche 100'000 dollari neozelandesi. I due dovranno comparire in tribunale
Sicilia
1 ora
Etna, una colonna di fumo e cenere alta 9 chilometri
L'esperto avvisa: non è escluso che nei prossimi episodi di attività, non si presenti lo stesso scenario di La Palma
AFGHANISTAN
1 ora
Nel nuovo governo afghano non c'è l'ombra di una donna
Non sono state mantenute le promesse alla vigilia della presa del potere: «Potremmo aggiungerle in un secondo momento»
RUSSIA
3 ore
«Quest'elezione equivale ad insultare i cittadini»
Navalny e i suoi alleati, ma non solo, hanno accusato il partito di Putin di aver «falsificato» il voto
Canada
4 ore
Justin Trudeau è primo ministro, ma senza governo di maggioranza
La popolazione vuole collaborazione tra i partiti e i liberali sono pronti a raccogliere la sfida
UNIONE EUROPEA
4 ore
«Fu la Russia a uccidere Litvinenko»
Lo sostiene la Corte europea per i diritti dell'uomo, ad avvelenare l'ex-KGB con il polonio «agenti dello Stato russo»
Texas
6 ore
Prima causa contro l'aborto illegale: un dottore ha infranto la nuova legge
Il legale ha citato in giudizio il medico perché pensa che la legge dovrebbe essere revisionata
Messico
7 ore
Frustati e caricati con i cavalli, i metodi di repressione migratoria
La portavoce della Casa Bianca: «un'inchiesta verrà aperta». Non è chiaro se ci saranno delle conseguenze per gli agenti
MONDO
9 ore
Cibi a rischio col cambiamento climatico
Iniziano a scarseggiare determinati prodotti alimentari a causa delle problematiche legate al clima.
EGITTO
09.04.2021 - 11:460

Scoperta storica sul Nilo: è stata ritrovata la "Città d'oro perduta"

Si tratta della «più grande città mai trovata in Egitto»

IL CAIRO - In Egitto è stata annunciata la scoperta di quello che viene descritto come il più grande insediamento urbano mai rinvenuto nel Paese. La scoperta viene presentata quale la seconda più importante dopo quella della tomba di Tutankhamon.

Come riporta la pagina Facebook del ministero delle antichità egiziano, si tratta di una "città d'oro perduta" di quasi 3'000 anni fa e il ritrovamento è stato fatto da una missione guidata dall'archeologo-star egiziano Zahi Hawass sulla sponda ovest del Nilo nella zona di Luxor, nel sud dell'Egitto.

«Zahi Hawass annuncia la scoperta della 'Città d'oro perduta' a Luxor», sottolinea il dicastero senza poi però fornire elementi che giustifichino il riferimento aureo. Il nome dell'insediamento sarebbe "Il Sorgere di Aten" (The Rise of Aten, nella traduzione inglese del post) e risale al regno di Amenhotep III pur avendo continuato ad essere abitato ai tempi di Tutankhamon e del suo successore, Ay.

«Molte missioni straniere hanno cercato questa città e non l'hanno mai trovata», ha dichiarato Hawass aggiungendo: «Abbiamo cominciato il nostro lavoro cercando il tempio funerario di Tutankhamon».

Betsy Brian, docente di egittologia all'università John Hopkins di Baltimora (Maryland, Usa) ha sostenuto che «il ritrovamento di questa città perduta è la seconda scoperta archeologica più importante dalla tomba di Tutankhamon», riferisce sempre il post.

Si tratta della «più grande città mai trovata in Egitto», sostiene il ministero parlando anche del «più vasto insediamento amministrativo e industriale sulla sponda ovest di Luxor nell'era dell'impero egiziano».

Fondata da uno dei grandi sovrani d'Egitto, Amenhotep III, il nono re della XVIII dinastia che regnò dal 1391 al 1353, la città fu attiva durante la coreggenza con suo figlio, il famoso Amenhotep IV/Akhenaton.

Lo studio della "Città perduta", secondo Brian, «ci aiuterà a gettare luce su uno dei più grandi misteri della storia: perché Akhenaten e Nefertiti decisero di spostarsi ad Amarna».

Gli scavi erano iniziati solo nel settembre scorso e la città, non raggiunta per tre millenni seppellita sotto la sabbia, viene descritta «in buone condizioni di conservazione, con muri quasi completi e stanze piene di strumenti di vita quotidiana»: nella parte sud sono stati rinvenuti i resti di una panetteria completa di forni e ceramiche (dalle loro dimensioni si è desunto che il locale alimentava «un grandissimo numero di operai e dipendenti»). Ma sono state trovate anche parti di attività industriali come la tessitura, la produzione di vetro e quella di amuleti ed elementi decorativi per templi e tombe.

In particolare sono stati anelli, scarabei, pentole colorate, mattoni con il cartiglio di Amenhotep III a confermare la datazione dell'insediamento. Un'area con un muro "a zig zag" e un solo punto di accesso testimonia di un sistema di sicurezza in un distretto amministrativo e residenziale con ambienti più grandi e ben strutturati che è ancora in parte sotto terra.

keystone-sda.ch (EGYPTIAN SUPREME COUNCIL OF ANTI)
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 15:59:38 | 91.208.130.89