Keystone / ESA
Una delle prime suggestive immagini del Sole, da vicino.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
UNGHERIA
9 min
Orban vuole la testa della vicepresidente UE
Secondo il presidente ungherese, avrebbe fatto «dichiarazioni pubbliche dispregiative» contro il suo Paese.
MONDO
22 min
La mortalità infantile è calata del 60% negli ultimi 30 anni
Lo rivela Unicef, annunciando allo stesso tempo un aumento della povertà
ITALIA
2 ore
Il killer di Lecce ha agito perché «li vedeva troppo felici»
Lo hanno spiegato i carabinieri in una conferenza stampa odierna
ITALIA
2 ore
Leggero aumento dei casi, ma con più tamponi
Le regioni più colpite sono Campania, Lazio e Lombardia.
REGNO UNITO / BIELORUSSIA
3 ore
Il Governo britannico impone delle sanzioni contro Lukashenko
Lo ha annunciato il Ministro degli Esteri Dominic Raab
STATI UNITI
3 ore
Nick Akerman: «Evasione fiscale? Trump peggio di Nixon»
L'ex procuratore del Watergate sostiene che Trump potrebbe essere processato
KUWAIT
3 ore
È morto l'emiro del Kuwait
Aveva 91 anni. Nel luglio scorso era stato trasferito negli Stati Uniti per essere curato.
STATI UNITI
4 ore
SpaceX, 4 astronauti in partenza ad Halloween
Slittata di una settimana la partenza per la Stazione Spaziale, a causa del traffico in orbita
PARIGI
5 ore
Tutte le bugie dell'attentatore di Parigi
Dall'età al nome, fino al percorso che l'ha portato in Francia (passando anche dall'Italia)
SHANGHAI
6 ore
Lei ci ha "spiati" per mesi e mesi
Covid-19: Ambra Schillirò, giornalista e imprenditrice che vive in Cina, è ospite di piazzaticino.ch
VATICANO
7 ore
La direttrice generale del Cern scelta dal Papa
Fabiola Gianotti entra a far parte della Pontificia Accademia delle Scienze
UNIVERSO
16.07.2020 - 15:160

Un'infinità di piccoli falò e razzi incandescenti

Ecco le prime immagini della sonda Solar Orbiter

Nessun'altra sonda è stata in grado di scattare immagini della superficie del Sole da una distanza così ravvicinata

WASHINGTON / PARIGI - Sembra di osservare una miriade di falò, o di piccoli vulcani che eruttano uno vicino all'altro.

Si parla della superficie del Sole, visibile finalmente da vicino grazie alle prime immagini, mai viste finora, della sonda spaziale Solar Orbiter, che ha lo scopo di avvicinarsi il più possibile al Sole per osservarlo.

«Il Sole potrebbe sembrare tranquillo al primo sguardo, ma quando lo guardiamo nel dettaglio, possiamo vedere dei razzi incandescenti in miniatura ovunque guardiamo» ha commentato David Berghmans del Royal Observatory of Belgium (ROB), uno dei principali ricercatori ed esperti dello strumento EUI, che ha permesso di realizzare le immagini ad alta risoluzione.

Lanciata il 10 febbraio, la missione di Esa (Agenzia Spaziale Europea) e Nasa (Agenzia Spaziale Statunitense) è la più ambiziosa mai diretta al Sole. E ora ha effettuato il suo primo avvicinamento ravvicinato alla nostra stella più vicina, realizzando degli scatti unici, visibili nella galleria pubblicata dall'Esa.

L'entusiasmo dei ricercatori - «Queste sono solo le prime immagini e possiamo già vedere dei nuovi fenomeni», ha spiegato Daniel Müller, Solar Orbiter Project Scientist dell'ESA, in un comunicato. «Non ci aspettavamo risultati così grandi sin dall'inizio. Possiamo anche vedere come i nostri dieci strumenti scientifici si completino a vicenda, fornendo un'immagine completa del Sole e dell'ambiente circostante».

«Siamo tutti molto entusiasti di queste prime immagini - ma questo è solo l'inizio», ha aggiunto. «Solar Orbiter ha iniziato un tour del Sistema Solare interno, e si avvicinerà ancora di più al Sole in meno di due anni. Alla fine, si avvicinerà fino a 42 milioni di km, che è quasi un quarto della distanza tra il Sole e la Terra».

La sonda trasporta sei strumenti di telerilevamento, o telescopi, che forniscono immagini del Sole e dell'ambiente circostante, e quattro strumenti che monitorano l'ambiente intorno alla navicella spaziale. 

Il mistero della corona - La corona solare è lo strato più esterno dell'atmosfera del Sole e si estende per milioni di chilometri nello spazio. La sua temperatura è di oltre un milione di gradi Celsius, molto più calda della superficie del Sole, che è di soli 5500 °C.

Dopo decenni di studi, i meccanismi fisici che rendono così calda la corona non sono ancora pienamente compresi, e identificarli è considerato il 'Sacro Graal' della fisica solare.

«È ovviamente troppo presto per dirlo, ma speriamo che collegando queste osservazioni con le misure dei nostri altri strumenti potremo finalmente svelare alcuni di questi misteri», ha detto Yannis Zouganelis, Deputy Project Scientist della missione dell'Esa.

Il lato B del Sole - «In questo momento, siamo nella parte del ciclo solare di 11 anni in cui il Sole è molto tranquillo», ha detto invece Sami Solanki, direttore del Max Planck Institute for Solar System Research di Göttingen, in Germania. «Ma poiché il Solar Orbiter si trova ad un'angolazione diversa rispetto alla Terra, abbiamo potuto vedere una regione attiva non osservabile dalla Terra, ed è la prima volta. Non siamo mai stati in grado di misurare il campo magnetico nella parte posteriore del Sole».

Si mira a saperne di più anche sul vento solare. «Possiamo utilizzare l'intero set di strumenti della missione per rivelare e comprendere i processi fisici che operano nelle diverse regioni del Sole e che portano alla formazione del vento solare». Il vento, lo ricordiamo, è il flusso di particelle cariche provenienti dal Sole che influenza l'intero Sistema Solare.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-29 20:18:31 | 91.208.130.87