Keystone
POLONIA
14.06.2020 - 12:330

Le truppe polacche invadono la Repubblica Ceca per sbaglio

La breve occupazione polacca di un territorio ceco è stata solamente un errore

PELHRIMOVY - Un'invasione militare polacca nel territorio ceco. A prima vista, sembrerebbe un fatto preoccupante e una dichiarazione di ostilità, ma in realtà, a quanto pare, le truppe polacche non sapevano di trovarsi in Repubblica Ceca.

Lo ha riportato il portale NPR, sulla base di quanto riferito dai media locali. Un portavoce del Ministero degli Esteri ceco ha confermato alla NPR, nel weekend, che «i soldati polacchi hanno erroneamente impedito ad alcuni cittadini di entrare in una chiesa in territorio ceco, in prossimità del confine con la Polonia».

I funzionari cechi hanno dichiarato che l'incidente è avvenuto a fine maggio nei pressi di un piccolo villaggio noto come Pelhřimovy, nell'est della Repubblica Ceca. Hanno inoltre spiegato che i loro diplomatici hanno immediatamente avvisato i loro omologhi polacchi, e che i soldati non sono più presenti sul luogo, di nuovo libero da visitare a piacimento.

Anche il Ministro degli Esteri polacco ha confermato l'incidente, contraddicendo però l'affermazione che era stato ufficialmente notificato. Né il ministero né l'ambasciata polacca a Praga ne sono stati formalmente informati, ha dichiarato un portavoce alla NPR.

«Nello spirito delle buone relazioni tra Polonia e Repubblica Ceca, crediamo che si sia trattato solo di un piccolo malinteso che è stato rapidamente chiarito», ha dichiarato l'ufficio stampa del Ministero in una dichiarazione. Secondo le ultime indiscrezioni pubblicate dai media locali, i soldati hanno infatti semplicemente stabilito la loro postazione nel posto sbagliato.

Il portavoce del Ministero degli Esteri ceco, Zuzana Štíchová, ha confermato che non ci sono rancori per il piccolo disguido: «Le nostre controparti polacche ci hanno assicurato in via ufficiosa che questo incidente è stato solo un malinteso causato dall'esercito polacco, senza alcuna intenzione ostile».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-26 00:20:44 | 91.208.130.87