Keystone
Alcuni partecipanti del festival ricevono indicazione riguardanti il coronavirus, 18 marzo 2020.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
EUROPA
8 ore
L'Europa si divincola tra record di casi e nuove strette
Una situazione cui i cittadini sembrano reagire con un mix di preoccupazione, noncuranza e ribellione
FRANCIA / TURCHIA
12 ore
Erdogan mette in dubbio la "salute mentale" di Macron
L'Eliseo ha denunciato le frasi del presidente turco, definendole «inaccettabili»
REGNO UNITO
13 ore
La polizia disperde la protesta anti-lockdown
Sarebbero migliaia le persone che si sono radunate per le strade di Londra
STATI UNITI
14 ore
Elezioni USA: possibile affluenza da record, Trump al seggio
Il Presidente ha preferito, nonostante il Covid, votare dal vivo: «Sono all'antica, immagino»
FRANCIA
17 ore
Lusso: trimestre sopra le aspettative per i principali marchi
Dopo una primavera difficile, gruppi come Moncler e Kering chiudono il 3° periodo dell'anno meglio del previsto.
ITALIA
18 ore
Covid-19: in Italia pronto soccorso «presi d'assalto»
A lanciare l'allarme è il presidente della Società italiana medicina d'emergenza: «C'è chi resta 3-5 giorni».
VIDEO
GERMANIA
19 ore
«Di nuovo: restate a casa»
Con un gesto inusuale, la cancelliera tedesca ha voluto sottolineare come la sua posizione non sia cambiata.
AZERBAIGIAN
19 ore
Crimini di guerra? Scatta l'indagine
Nei due filmati si vedrebbero due armeni uccisi da militari azeri. Per la BBC, sono potenzialmente autentici.
POLONIA
20 ore
Il presidente polacco Duda positivo al Covid
Dovrà osservare una quarantena di 10 giorni, così come la tennista Iga Swiatek che ha incontrato Duda ieri
STATI UNITI
23 ore
Joe Biden: «Se vinco, vaccino gratis per tutti»
Il candidato democratico alla Casa Bianca ha parlato del suo piano di lotta alla pandemia
REGNO UNITO / PANAMA
24.04.2020 - 23:560

Bloccati su un'isola panamense a causa del coronavirus

Sempre più stremati, non sanno quando potranno rientrare a casa

Forti le critiche all'ambasciata britannica per la gestione della situazione

PANAMA - Doveva essere un'avventura paradisiaca, da sogno: un festival di due settimane sulle meravigliose spiagge dell'America Centrale, accampati con le tende sotto le stelle in un vero e proprio paradiso terrestre.

Per una trentina di ragazze e ragazzi britannici il viaggio si è però trasformato in un incubo. La causa, come spesso in tempi recenti, è il coronavirus.

Il gruppo, come riporta il Guardian, doveva infatti prendere parte al "Tribal Gathering", un festival musicale indigeno di Panama. A metà marzo, quando il Paese centroamericano ha vissuto il primo caso di Covid-19, il luogo del festival è stato messo in isolamento, impedendo ai partecipanti di prendere il proprio volo di ritorno. Mentre alcuni sono riusciti nell'impresa di prendere dei voli successivi, altri sono rimasti bloccati sul posto.

All'inizio, la spiaggia non sembrava una cattiva opzione per molti di loro, e gli organizzatori del festival si sono messi a disposizione per aiutarli, offrendo delle tende in cui rifugiarsi, cibo, e acqua corrente. Tuttavia, quando ha iniziato a piovere senza sosta per giorni, l'inesistenza di un sistema fognario e le pessime condizione igieniche hanno iniziato a pesare su molti partecipanti, allo stremo delle energie, soprattutto mentali.

Il timore dei partecipanti è ora quello di rimanere bloccati per mesi, e le pesanti critiche all'ambasciata del loro Paese non mancano. «Inizialmente l'ambasciata ha offerto degli autobus per la città di Panama, ma avevamo solo 12 ore per decidere, e senza nessuna garanzia di ottenere un volo» ha raccontato al Guardian uno dei giovani rimasti bloccati.

Infatti, alcuni di loro che hanno intrapreso questo viaggio sono rimasti a terra dopo essere arrivati in aeroporto. Una di loro, sistematasi in un Airbnb della capitale, ha raccontato alla testata britannica che sta rapidamente esaurendo tutto il denaro a propria disposizione: «In aeroporto mi hanno detto che potevo arrivare a New York per lo scalo, ma che tutti i voli da New York sono stati cancellati. Sarei restata bloccata a New York e non me la sono sentita di partire, e poi il giorno dopo hanno chiuso l'aeroporto, qui non sappiamo più cosa fare».

Le autorità panamensi sono inoltre preoccupate dalla situazione di crisi, ci vogliono infatti permessi per effettuare spostamenti e gli stranieri non sono visti benissimo in questo momento.

«L'ambasciata è una barzelletta», continua la testimonianza di uno dei partecipanti al portale inglese, «non c'è stato alcun aiuto per il cibo, l'alloggio, niente. Ci hanno detto che non ci sono altri piani di voli futuri per i britannici in partenza da Panama, e ora ci hanno offerto un passaggio per tornare a casa su voli organizzati da altri Paesi europei. E poi come faccio a tornare a casa da lì? Ho già perso tre voli, non sono nella posizione di poter continuare a prenotarne in continuazione».

Questa settimana le autorità panamensi hanno intanto prorogato di 30 giorni il divieto di viaggio internazionale in entrata e in uscita dal Paese.

Come riporta il Guardian, il Ministero degli Esteri britannico, dal canto suo, ha dichiarato di essere in contatto con i membri del gruppo che si trovano tuttora al Tribal Gathering. Un portavoce ha infatti spiegato che l'ambasciata ha fornito dettagli sugli alloggi disponibili e ha offerto lettere di passaggio sicuro per aiutare tutti a trasferirsi al più presto.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
mats70 6 mesi fa su tio
Prima fanno i fighi poi pretendono che lo stato corri a salvarli. Lasciateli li.
Violet Barrow 6 mesi fa su fb
SI STA A CASA
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-25 06:38:44 | 91.208.130.89