Keystone
STATI UNITI
14.12.2017 - 21:330

Scoperto un mini sistema solare grazie all'aiuto di Google

Si tratta dell'ottavo pianeta di kepler-90

NEW YORK - Con Google si può trovare di tutto, perfino un piccolo sosia del Sistema solare: cercando tra le migliaia di segnali catturati negli anni dal telescopio spaziale Kepler della Nasa, un sistema di intelligenza artificiale sviluppato dal colosso californiano è riuscito a riconoscere l'ottavo membro di una famiglia di pianeti da record, che ruota stretta stretta intorno ad una stella simile al Sole, chiamata Kepler-90.

La scoperta, in via di pubblicazione su The Astronomical Journal, è stata annunciata della Nasa in una conferenza stampa.

Il sistema di intelligenza artificiale, che imita il funzionamento delle reti di neuroni del cervello umano, è stato 'addestrato' a riconoscere le variazioni di luminosità della stella registrate da Kepler che indicano il transito di un pianeta. Grazie al suo 'fiuto', ha individuato perfino un pianeta 'ballerino': è il sesto di quelli che ruotano intorno alla stella Kepler-80, e insieme ai suoi quattro 'vicini', si muove in una danza ritmata. La coreografia determina un sistema estremamente stabile, simile a quello dei sette pianeti del sistema Trappist-1.

«Proprio come pensavamo, ci sono emozionanti scoperte ancora nascoste nell'archivio dati di Kepler, in attesa degli strumenti e delle tecnologie capaci di scovarle», afferma Paul Hertz, direttore della divisione di astrofisica della Nasa a Washington. «Questa scoperta - ha aggiunto - dimostra che i nostri dati costituiranno un vero tesoro per i ricercatori innovativi per gli anni a venire». Il sistema di intelligenza artificiale è come un setaccio, spiega Andrew Vanderburg della Nasa: «se hai un setaccio con le maglie più strette, raccoglierai più pietre, ma troverai anche più tesori».

La prima grossa 'pepita' è l'ottavo pianeta di Kepler-90: più grande del 30% rispetto alla Terra, orbita attorno alla sua stella ogni 14,4 giorni, è roccioso e così bollente da essere inospitale per la vita. Fa parte di un sistema planetario da record, che con i suoi otto pianeti è il più grande finora scoperto. Distante 2'545 anni luce, la stella Kepler-90 tiene i suoi pianeti 'stretti' a sé, a una distanza inferiore a quella che separa la Terra dal Sole, con i più piccoli all'interno e i più grandi all'esterno, proprio come nel Sistema Solare.
 
 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-15 03:55:23 | 91.208.130.86